(Credito immagine: Disney)

Il reboot live-action del Re Leone ha incassato oltre 1,6 miliardi di dollari al botteghino, quindi un sequel sembrava quasi inevitabile. Tuttavia, quello che nessuno si aspettava era che il regista premio Oscar Barry Jenkins, famoso per Moonlight e l’eccellente If Beale Street Could Talk, sarebbe stato il regista del seguito. 

Deadline riporta che Jenkins ha firmato per dirigere The Lion King 2, con Jeff Nathanson che torna come sceneggiatore. Una prima bozza è già stata completata e sembra destinata a non seguire il sequel diretto in DVD dell’originale animato The Lion King II: Simba’s Pride. Invece, la storia continuerà l’evoluzione dei personaggi del primo film, guardando anche indietro alla storia delle origini di Mufasa.

Il rapporto rileva che il sequel di Jenkins sposterà la storia “in avanti mentre guardando indietro evoca ricordi di Il Padrino: Parte II, ambientato nella pianura africana con una continuazione della tradizione musicale che era una parte fondamentale del classico animato del 1994, del film del 2019 e del blockbuster di Broadway. “Quindi, aspettati più canzoni, più Mufasa e, si spera, un altro album visivo di BeyoncÉ.

Jenkins ha detto di aver accettato il progetto: “Aiutando mia sorella a crescere due ragazzi negli anni ’90, sono cresciuto con questi personaggi. Avere l’opportunità di lavorare con Disney per espandere questa magnifica storia di amicizia, amore ed eredità mentre promuovo il mio lavoro che racconta le vite e le anime delle persone all’interno della diaspora africana è un sogno che diventa realtà “.

The Lion King 2 non ha una data di uscita e Jenkins sarà impegnato a lavorare su un film biografico del famoso coreografo Alvin Ailey per lo studio Disney Searchlight prima di allora. Il regista ha recentemente completato un adattamento del libro di Colson Whitehead The Underground Railroad, dirigendo tutti gli episodi della serie limitata. È stato anche coinvolto in un dramma basato sulla prima campionessa olimpica americana di boxe, Clarissa “T-Rex” Shields, e sull’adattamento di Netflix di Virunga, un documentario sulla battaglia per salvare i gorilla di montagna del Congo. È un uomo impegnato.

Nessuna parola sul casting per Lion King 2, ma senza dubbio possiamo aspettarci che Donald Glover, Alfre Woodard, Chiwetel Ejiofor e altri tornino. Nel frattempo, dai un’occhiata alla nostra classifica dei migliori remake Disney live-action.

Leggi di più  Il regista di Mulan spiega perché Mushu non appare nel film live-action Disney Plus