Hai provato… a rilassarti nell’azione meditativa dello skateboard di The Ramp?

"la (Credito immagine: Hyperparadise)

C’è qualcosa di quasi ASMR-y nell’interpretazione di The Ramp sullo skateboard. Forse è il rumore delle ruote che colpiscono un half-pipe quando scendi o i colori di sfondo netti e luminosi del gioco che si mescolano con il suo design artistico altrimenti caldo e naturale. Forse è perché suonare questo indie è meno un’esperienza nel cercare di vedere fino a che punto la tua abilità può portarti e più lasciare che il suo ritmo distintivo e rilassante si impadronisca di te.

Non lasciatevi spaventare dal mio paragone, dato che The Ramp offre anche una versione più sbarazzina dell’imbarco. In effetti, questa potrebbe essere solo una delle interpretazioni più realistiche di questo sport da quando Skate è scivolato per la prima volta sulla scena. Nel gioco dello sviluppatore indie Paul Schnepf, tuttavia, l’attenzione si concentra sul pattinaggio su half pipe, bowl e occasionali mega rampe, piuttosto che sul punteggio o sul completamento delle sfide.

Con ciò arriva una rinnovata attenzione al movimento del pattinaggio, che consiste nel creare slancio e aumentare la velocità cronometrando le pressioni dei pulsanti di A. Una volta afferrato il suo ritmo singolare, il risultato è un’esperienza semplice ma accattivante. Non ci sono promemoria del punteggio, obiettivi o limiti di tempo. Solo tu, la tua tavola e la possibilità di perderti nel flusso.

Airwalking su Sunshine

"la

(Credito immagine: Hyperparadise)

Parlando con Schnepf, che fa skateboard da 18 anni, mi racconta come è nato per la prima volta The Ramp. “Ho sempre trovato che pattinare in un halfpipe o in una bowl sia tra le sensazioni più elettrizzanti che lo skateboarding ha da offrire. C’è solo una sorta di flusso senza pari. Tuttavia questa particolare sensazione sembrava mancare in tutti i giochi di skateboard che ho giocato sul anni, da quando erano per lo più concentrati sullo street skating (saltando le scale, macinando sui corrimano, quel genere di cose). Quindi l’idea per The Ramp è nata dal mio desiderio di un gioco che catturasse la vera sensazione dello skateboard halfpipe”.

Durante ogni sessione che ho con The Ramp, quell’ethos traspare. Essere in grado di cadere in una ciotola e provare immediatamente i trucchi – che si tratti di vedere se posso spingere il mio pattinatore a fare un 900 Airwalk o semplicemente di macinare sul bordo dell’half pipe – senza la pressione di sentire come se ci fosse qualcosa che < em>bisognodi fare o provare è meraviglioso. In un momento in cui il gioco può sembrare un secondo lavoro, The Ramp è semplicemente un buon momento per tutto il tempo necessario.

Leggi di più  I migliori minigiochi all'interno di giochi che offrono le deviazioni più divertenti

C’è qualcosa sia rilassante che coinvolgente in questo, che chiedo a Schnepf come è riuscito a inchiodare. Mi dice: “Il mio obiettivo era catturare come mi sembra il pattinaggio reale. L’enfasi qui risiede sulle ‘sensazioni’ poiché non volevo sviluppare una sorta di simulatore. Ho piuttosto cercato di evocare emozioni simili quando pattinavo in The Ramp. La chiave è stata, credo, nel renderlo il più realistico possibile dal punto di vista della fisica, ma mantenendo i controlli semplici e accessibili in modo che tutti possano prenderlo facilmente.

Il paradiso è un half-pipe

"la

(Credito immagine: Hyperparadise)

Arriva anche in un momento in cui i giochi di skateboard stanno godendo di una sorta di rinascita culturale. Nel 2020, abbiamo avuto il Tony Hawk’s Pro Skater 1 + 2 Remake, che ci ha aiutato a ricordarci perché eravamo tutti così ossessionati dalla serie in primo luogo, e più tardi questo inverno avremo Olli Olli World per macinare e distruggere la nostra strada , con il revival di Skate di EA che si profila all’orizzonte.

Quando chiedo a Schnepf perché pensa che ci sia un ritorno allo skate nei giochi, dice: “Ho notato anche questo tipo di ‘revival’, ma non riesco davvero a capire quale sia la causa. Forse lo skateboard sta guadagnando un comunità più ampia con l’aggiunta alle Olimpiadi e tutto il resto? Per me, sono state principalmente le [sopra menzionate] ragioni personali che mi hanno spinto a lavorare su The Ramp. Era qualcosa che volevo fare da un po’ di tempo e nell’ultimo anno ho finalmente ha trovato il tempo per farlo».

E meno male che l’ha fatto. I giochi possono dare il meglio di sé quando mettiamo da parte la nozione di completamento e ci godiamo semplicemente qualcosa per quello che è. La rampa è un promemoria di quanto può essere divertente perdersi nel flusso di un gioco, piuttosto che nella struttura che lo circonda. Se i giochi di pattinaggio si sono persi alla fine degli anni ’00, è perché sono diventati troppo complicati, troppo impegnati, troppo disperati per dimostrare di essere innovativi senza essereinnovativi. E sì, quelli di voi che ricordano Tony Hawk’s Ride o Shred sapranno di cosa sto parlando.

La rampa, d’altra parte, è leggera, ventilata e ti offre la possibilità di spegnere il rumore e divertirti a provare a salire e scendere un half pipe. 6 mesi dalla sua uscita su PC, questo è tutto ciò di cui ho bisogno per andare nel mio personale luogo felice.

Leggi di più  Come guardare il revival di GamesMaster online e all'E4

The Ramp è ora disponibile su PC, iOS e dispositivi Android.