Il programma del WitcherCon include panel incentrati sulla stagione 2 di The Witcher e retrospettive sui giochi

"Witchercon" (Credito immagine: Netflix)

WitcherCon ha delineato il suo programma, dando ai fan uno sguardo a cosa possono aspettarsi tra l’incontro di CD Projekt Red e lo spettacolo Netflix.

L’intera manifestazione, che si svolgerà dal 9 al 10 luglio, è stata ora delineata. Il sito Web WitcherCon ha un elenco completo dell’intero programma, che inizierà con un panel basato sulla stagione 2 di The Witcher. Il panel vedrà la partecipazione di Anya Chalotra, Freya Allan, Mimi M Khayisa, Paul Bullion e Lauren Schmidt Hissrich, che parlerà della prossima stagione.

Sappiamo di non aspettarci un nuovo sguardo al presunto gioco Witcher 4, tuttavia, siamo in serbo per una vetrina di Gwent nel corso della giornata. La descrizione recita: “I temibili eserciti del mondo di Witcher si scontrano in battaglie di carte strategiche e piene di azione in cui l’abilità, non la fortuna, ti guida alla vittoria. Prima di giocare, non vorrai perderti questo sguardo a ciò che GWENT: Il gioco di carte Witcher è tutto.”

Più tardi, il 9 luglio, un panel intitolato Memories from the Path: Stories Behind The Witcher Games sarà una retrospettiva di CD Projekt RED su tutti i giochi di Witcher. Coprirà le storie dell’inizio dei giochi e rivisita i momenti preferiti del franchise.

A conclusione della giornata, si terrà una conversazione con Henry Cavill in cui parlerà dell’interpretazione di Geralt, del genere fantasy e del più ampio universo di Witcher. C’è una presa in giro come parte della copia che dice: “Il Lupo Bianco potrebbe anche avere una sorpresa o due in serbo…”

Vale la pena notare che ci sono diversi eventi ripetuti il ​​10 luglio, ma nei due giorni ce ne sono più che sufficienti per saziare qualsiasi fan di Witcher. Dagli sguardi allo spettacolo, al gioco, alle figure, ai giochi da tavolo e al generale Witcher Universe, c’è molto da divertirsi qui.

Questo incontro dei due custodi delle iterazioni principali del franchise è un grande momento, poiché lo spettacolo e il gioco sono stati entità molto separate fino a questo punto. Speriamo che questo possa essere l’inizio del possibile supporto reciproco dei due in futuro.

Anche se non apparirà al WitcherCon, perché non scoprire tutto ciò che sappiamo attualmente su The Witcher 4.

Leggi di più  I Golden Joystick Awards celebrano 50 anni di giochi questo novembre