La mod di Final Fantasy 7 Remake rende Chaerith un’arma permanente

"Final (Credito immagine: Square Enix)

Una nuova mod di Final Fantasy 7 Remake restituisce ad Aerith la sua arma più potente: una sedia d’acciaio.

Final Fantasy 7 Remake è arrivato su PC solo la scorsa settimana e la base di giocatori non ha perso tempo a far emergere lo strano e meraviglioso del remake di Square Enix con nuove mod. Una di queste mod si chiama Chaerith e equipaggia Aerith con una sedia d’acciaio in ogni momento durante il remake come arma base.

Questo è, nel caso ve lo foste perso, un omaggio a una delle cose più popolari di Final Fantasy 7 Remake quando è stato originariamente lanciato su PS4 l’anno scorso. Aerith stessa è un punto culminante indiscusso del remake e una scena in cui finisce un avversario nell’arena insieme a Tifa con una sedia d’acciaio ha fatto perdere la testa alla comunità del gioco.

Ora, Aerith può portare con sé l’arma formidabile ovunque si avventuri in Final Fantasy 7 Remake. Indipendentemente dall’arma con cui la equipaggi in seguito, avrà sempre la sedia d’acciaio al suo fianco con questa mod, nel caso in cui ti imbatti in un altro avversario che deve essere brutalmente reso incosciente con un rapido colpo al cranio.

Almeno finora, le mod di Final Fantasy 7 Remake su PC sembrano essere incentrate su modifiche estetiche. Ad esempio, alcune delle mod più popolari fino ad oggi ruotano attorno all’equipaggiamento di Tifa in abiti diversi, e alcune effettivamente consentono a Cloud di indossare uno qualsiasi dei suoi vestiti in qualsiasi momento durante il remake. Il remake di Square Enix potrebbe avere i suoi problemi su PC, tra cui notevoli problemi di balbuzie, ma sta andando a ruba con la comunità di modding.

Se stai solo approfondendo il remake per la prima volta su PC, dai un’occhiata alla nostra intervista di Final Fantasy 7 Remake Intergrade con la voce di Yuffie Kisaragi per ulteriori informazioni .

Leggi di più  Elden Ring Player condivide un meccanico poco conosciuto che trasforma i nemici l'uno contro l'altro