Le recensioni di Project Adam chiamano il film di Netflix “Trivial” e “sfacciatamente simpatico”

"Ryan (Credito immagine: Netflix)

Il progetto Adam è disponibile per lo streaming su Netflix da Tomorrow e le recensioni per l’ultimo film stellato dello streamer sono presenti.

Prendendo ispirazione da diversi classici degli anni ’80, la nuova avventura di fantascienza vede Ryan Reynolds suonare un uomo che deve viaggiare indietro nel tempo per ottenere aiuto dal suo sé di 13 anni. Mentre è lì, incontra il suo defunto padre, un fisico interpretato da Mark Ruffalo, che ora ha la stessa età del personaggio di Reynolds. Jennifer Garner interpreta la madre di Adam, mentre Zoe Saldaña è la moglie di oggi e Catherine Keener è il cattivo del film.

Ma cosa pensano i critici? Abbiamo raccolto una selezione di recensioni da consultare di seguito, quindi scorri per avere un’idea di cosa aspettarsi dal progetto Adam.

Gamesradar+

“Insieme, Ruffalo e i due Adams sono una forza inarrestabile. I viaggi nel tempo hanno poco senso nel mondo del progetto di Adam, potenzialmente un effetto collaterale che ci sono quattro scrittori diversi, ma il cameratismo tra i tre lead è incredibilmente affascinante. Una volta giri il tuo cervello dalla comprensione delle complessità del concetto centrale, ci sono battute abbondanti da ridere insieme e una scena particolarmente tenera e utile dopo la lotta climatica “.

Varietà (si apre nella nuova scheda)

“Il vero viaggio nel tempo in questo film è tornato ai giorni in cui anche l’azione potrebbe essere una forma chiassosa di intrattenimento bene. Ma è un pezzo sfacciatamente simpatico di lanugine anticamere. ”

The Hollywood Reporter (si apre nella nuova scheda)

“Ma una grande aletta stupida di un film che culla dal veicolo di Bruce Willis The Kid, di nuovo al futuro e troppi altri titoli di fantascienza da elencare-e ha un protagonista così soddisfacente che nessuno dei suoi sentimenti suona È vero, non è ingegnerizzato per investimenti emotivi. E tutto il resto è troppo pedonale per generare eccitazione “.

IGN (si apre nella nuova scheda)

“In superficie, il progetto Adam è un altro tentativo di agganciarci alla nostalgia. L’avventura fantascientifica ricca di azione è uscita dalla nostra infanzia e risuonerà sicuramente con gli spettatori di una certa età. Per fortuna, è molto più profonda di questo. Il progetto Adam racconta anche una storia sulla riconciliazione del nostro passato e si fa davvero a patti con la vita che abbiamo vissuto e le scelte che abbiamo fatto. ”

Leggi di più  I 10 migliori film di Natale su Disney Plus in streaming durante le festività natalizie

Indiewire (apre nella nuova scheda)

“Il progetto Adam scivola in un ciclo paralizzante di pseudoscienze e ha puntato i battute perché non riesce a maturare alcun peso emotivo. Il modo in cui Adam ha intenzione di riunirsi con la moglie morta (Zoe Saldaña) diventa un punto critico solo se agli spettatori non importa Perché, proprio come il motivo per cui i due Adams hanno bisogno di collaborare con il padre morto (Mark Ruffalo) per salvare il mondo solo se gli spettatori non si preoccupano di come queste persone potrebbero essere in grado di salvarsi a vicenda. ”

NME (si apre nella nuova scheda)

“Le scene di combattimento pesanti della CGI sono abbastanza avvincenti, anche se lo showdown finale è così sciocco e prevedibile che sembra quasi qualcosa di un film di Austin Powers. Il problema principale, tuttavia, è che nessuno dei quattro sceneggiatori accreditati è riuscito a farla uscire questi personaggi in qualsiasi modo significativo “.

Per una maggiore ispirazione di visualizzazione, dai un’occhiata al nostro elenco dei migliori film di Netflix per lo streaming in questo momento.

Emily Garbutt

  • (Apre nella nuova scheda)

Scrittore di intrattenimento

Sono uno scrittore di intrattenimento qui a GamesRadar+, che copre tutto il film e le sezioni del film totale e SFX. Aiuto a offrirti tutte le ultime notizie e anche la caratteristica occasionale. In precedenza ho scritto per pubblicazioni come HuffPost e I-D dopo aver ottenuto il mio diploma NCTJ nel giornalismo multimediale.