Morbius Review: “Un film Marvel che ispirerà la totale indifferenza”

Il nostro verdetto

Morbius può essere un vampiro vivente, ma questa storia di origine del supercigliata è morta all’arrivo. Un tentativo roto, senza vita e cinico di espandere lo spidey-verse di Sony

Morbius, l’ultima voce in “Sony’s Spider-Man Universe”-alias il mondo dei supereroi condiviso precedentemente noto come “Spumc”-spinge ulteriormente questo particolare angolo della versa dei fumetti lungo la strada apparentemente più oscura stabilita dal suo unico compagno di stabile, Venom. Quel protagonista di Tom Hardy è stato un successo a sorpresa, ancorato da un doppio atto piacevolmente sfrenato tra Hardy e se stesso, ma con questo non avviato in franchising di Forte di Jared Leto non avviato, la SSU ha spum di qualsiasi buon avvio lungo il muro.

Leto interpreta il Dr. Michael Morbius – uno scienziato brillante che soffre di una rara malattia del sangue che colpisce inspiegabilmente il vampirismo come soluzione ai suoi mali. Sformato con super velocità, forza e elegante udienza di ecolocalizzazione, Morbius deve consumare emoglobina umana o rischiare il mostro all’interno di uscire: un amico infantile di Monster Morbius Milo (Matt Smith) non ha una compunzione che scatena su un pubblico ignaro.

Attenersi rigidamente alla formula della storia di origine antieroe di Venom, Morbius è un esercizio spudorato nell’espansione dell’universo dei fumetti. È girato in modo lussuoso dal regista Daniel Espinosa (vita), che perde poco tempo ad arrivare all’azione e distribuisce ogni trucco nel toolkit del regista VFX nel tentativo di abbagliarsi (copioso rallentatore, effetti di particelle, cannautri), ma frustrante L’eccessiva dipendenza dai doppi digitali in-parti significa che gran parte della grande azione del biglietto del film sembra sottodimensionata, che possiede le qualità soporifiche di una lampada di lava.

Leto è tradizionalmente un artista estremamente impegnato (alcuni potrebbero dire eccessivamente impegnato), ma qui ha l’aspetto di un uomo che pensa costantemente alla sua prossima manicure. Non aiuta il fatto che il personaggio non sia mai adeguatamente abbozzato, angosciando su un singolo paziente un momento, spazzando via otto omicidi raccapriccianti il ​​prossimo. È un ruolo che grida per una performance unica nel suo genere per rendere vivo il materiale, qualcosa che Matt Smith sembra riconoscere, ma anche il suo vamp da ballo comicamente malvagio non può allevare il BPM del film come Flatline.

Leggi di più  Netflix annuncia un nuovo film diretto da Kathryn Bigelow

Francamente, Morbius è un film che ispirerà una totale indifferenza – abbastanza competente da non essere una completa perdita di tempo, ma in nessun luogo abbastanza divertente da raccomandare a chiunque, tranne che i completisti del cinema di supereroi più dedicati. Dopo 14 anni di studi Marvel che perfezionano ed elevano questo particolare marchio di film di film di fumetti interconnessi e interconnessi alla sua forma d’arte, Morbius non può fare a meno di sentirsi come un film che sta seguendo la stessa ricetta, ma sbagliare tutti gli ingredienti.

Morbius è ora nei cinema del Regno Unito e arriva nei cinema statunitensi il 1 aprile. Per ulteriori informazioni, dai un’occhiata alla nostra enorme guida alla fase 4 Marvel e a tutti i nuovi film di supereroi per cui entusiasmarsi.

Il verdetto2

2 su 5

Morbius Review: “Un film Marvel che ispirerà la totale indifferenza”

Morbius può essere un vampiro vivente, ma questa storia di origine del supercigliata è morta all’arrivo. Un tentativo roto, senza vita e cinico di espandere lo spidey-verse di Sony

Ulteriori informazioni

Piattaforme disponibili Film
Genere Azione

Meno "Jordan Jordan Farley

  • (Apre nella nuova scheda)

Sono l’editore di notizie di Total Film Magazine, gestisce le pagine di apertura di ogni numero in cui puoi leggere interviste esclusive e vedere immagini al primo love dei più grandi film. In precedenza ero l’editore della comunità presso la fantascienza, la fantasia e il film horror Bible SFX. Troverai il mio nome su notizie, recensioni e interviste che coprono ogni tipo di film, dall’ultima uscita di Arthouse francese al più grande successo di Hollywood. Il mio lavoro ha anche recitato nella rivista ufficiale PlayStation e Edge. Al di fuori del mio lavoro quotidiano, sono un fanatico fromsoft (risultato più orgoglioso: battere la Malenia Solo) e un intenditore televisivo (traduzione: guarderò qualsiasi cosa).