Perché PlayStation ha acquistato Firesprite, sviluppatore di Playroom e Persistence?

"La (Credito immagine: Sony)

La Sony ha fatto un po’ di acquisti negli ultimi tempi, da Nixxes a Housemarque. L’ultimo sviluppatore aggiunto alla famiglia PlayStation Studios è Firesprite, uno studio con sede a Liverpool fondato dagli ex sviluppatori di Studio Liverpool di SIE, noto soprattutto per aver creato The PlayRoom e The PlayRoom VR, insieme alla propria IP The Persistence. Prima dell’annuncio dell’acquisizione, abbiamo avuto la possibilità di incontrare Hermen Hulst, capo dei PlayStation Studios, e l’amministratore delegato di Firesprite Graeme Ankers per parlare di cosa comporta la nuova partnership e di come si inserisce nel suo nuovo spazio come parte di PlayStation Studios e famiglia PS5.

"Logo

(Credito immagine: Firesprite)

GamesRadar+: il primo per te Graeme, come ci si sente a far parte della famiglia SIE?

GraemeAnkers: È fantastico, ad essere onesti con te. È un tale privilegio. Sai, abbiamo una storia intrecciata – conosco Hermen personalmente, così come tutto il mio team di fondatori di Firesprite… è una sorta di relazione decennale che abbiamo avuto. Siamo davvero entusiasti di condividere con il mondo questa notizia per Firesprite e cosa significa, e le opportunità, davvero, anche per l’intero settore dei giochi del Regno Unito. È una cosa così grande.

Voglio dire, posso parlare a lungo della mia visione del Nord Ovest e del Nord dell’Inghilterra come una sorta di luogo di nascita dell’industria dei giochi del Regno Unito, davvero, e della sua eredità di incredibili creatori, sai, che risalgono a Psygnosis , fino all’età dell’oro e fino ad oggi. Quel tipo di linguaggio e quel tipo di DNA sono stati al centro di ciò che è Firesprite. Cerchiamo sempre di innovare e portare qualcosa di nuovo in tutto ciò che tocchiamo, e puoi vedere nel volto pubblico del nostro viaggio e delle nostre uscite. Abbiamo sempre avuto questo manifesto in ogni gioco che abbiamo pubblicato e, penso che ora l’opportunità di entrare a far parte della famiglia PlayStation sia enorme.

GamesRadar+: cos’è per te, Hermen, che è stato così interessante per Firesprite e ha spinto voi e tutti in Sony a voler lavorare ulteriormente con loro e in una partnership più permanente?

Hermen Hulst: Conosco Firesprite molto, molto bene. Tutto il gruppo senior con cui ho lavorato personalmente, quindi ho quella conoscenza privilegiata della qualità, la qualità assoluta, che è lì. So anche che Firesprite ha avuto molto successo nel costruire quella squadra da quando ha iniziato – penso che siano fino a 250 persone. Sono una squadra davvero di talento. Quindi è una combinazione della consapevolezza che sono davvero bravi ed esperti, e la consapevolezza che ci sono un sacco di nuovi talenti e un sacco di nuovi talenti là fuori.

Leggi di più  Chiusura di GTA Online per Xbox 360 e PS3
Leggi di più  Un fan di The Last of Us 2 ha trovato un sottile richiamo al DLC del primo gioco

Mi piace il fatto che abbiamo un’altra squadra inglese – forse eravamo un po’ sottorappresentati in Europa, rispetto agli Stati Uniti, quindi ne sono davvero contento. Inoltre, abbiamo collaborato ad alcuni progetti con Firesprite negli ultimi anni ed è andata molto, molto bene. È, credo, la qualità di una squadra che è molto imprenditoriale, che è molto interessata a sperimentare facendo cose nuove. Questo ci corrisponde molto bene. C’è quella spinta a crescere, a provare cose nuove, e ora abbiamo l’opportunità di lavorare su alcuni giochi davvero interessanti, giochi esclusivi all’interno di PlayStation Studios, di cui non posso parlare oggi in dettaglio, ma sono molto, molto eccitato a proposito.

"Graeme

Graeme Ankers, MD Firesprite (Credito immagine: fornito da Sony Interactive Entertainment)

GamesRadar+: Firesprite ha una storia di trovare modi unici per far emergere le funzionalità hardware di PlayStation. È qualcosa che entrambi, ora come partnership, volete continuare?

Ankers: Sì, assolutamente. E questa è, come ha detto Hermen, la nostra visione condivisa per il futuro. La nostra missione in Firesprite è sforzarci sempre di portare qualcosa di nuovo in un genere, sai, che si tratti di una caratteristica creativa o di una tecnologia. È davvero importante quando si guarda a qualcosa come questa [acquisizione] che tu abbia quella visione condivisa, quella dichiarazione d’intenti e i valori di ciò che rappresentiamo come azienda.

Abbiamo fatto questo viaggio insieme nel corso degli anni con la Playroom. Anche The Persistence, la nostra IP, di cui siamo molto orgogliosi di portare avanti noi stessi, ma PlayStation ci ha dato quell’opportunità e la libertà creativa per portare avanti anche quella.

GamesRadar+: Nell’annuncio, dici che Firesprite “svolgerà un ruolo fondamentale nel rafforzare il catalogo di giochi esclusivi SIE in generi al di fuori dell’offerta principale di PlayStation Studios”. Hermen, perché pensi che sia così importante diversificare il portafoglio che hai ora?

Hurst: Per me è davvero importante avere una lista diversificata di giochi in uscita dai PlayStation Studios. Ed è importante offrire una varietà di giochi diversa e buona per la nostra community. Mi piace anche quando un team come Firesprite, con una forte cultura, realizza giochi che gli stanno davvero a cuore e che sembrano davvero giusti per loro.

Ne parlo sempre: rafforziamo la cultura e sosteniamo la cultura. Consentiamo agli studi di rafforzarlo, anche dopo che sono stati acquisiti da noi e sono diventati parte di PlayStation Studios. Abbiamo lasciato che uno studio come Firesprite portasse avanti quella cultura. Graeme ha parlato di armeggiare con una piattaforma, creare vetrine per una piattaforma: questo è ciò che amo assolutamente, e gli danno il loro sapore. Lascio che esista e lo festeggerò. E questo è, credo, ciò che rende PlayStation Studios molto forte.

Leggi di più  Il leaker di Elden Ring afferma che il combattimento PvP e i sistemi di classe tornano

"Hermen

Hermen Hulst, capo dei PlayStation Studios (credito immagine: fornito da Sony Interactive Entertainment)

Leggi di più  È emersa un'altra società non ufficiale di frontalini PS5

GamesRadar+: Penso che sia piuttosto interessante che PlayStation Studios abbia acquisito alcuni studi un po’ più inaspettati negli ultimi tempi. Come identifichi gli studi che vuoi perseguire e come possono completare ciò che hai già?

Hulst: Beh, con i team che abbiamo acquisito di recente, conosco molto bene le persone, quindi so di cosa sono capaci e in realtà so anche a cosa stanno lavorando . Quel rapporto privilegiato che ho mi dà molta fiducia nel fatto che i giochi che escono da queste squadre siano davvero forti, essendo molto PlayStation Studios, in termini di qualità che cerchiamo sempre – cerchiamo sempre giochi migliori – ma anche l’unicità delle esperienze. E questo è, ancora una volta, in linea con la cultura della squadra e i valori della squadra con cui Graeme ha appena parlato.

Si tratta della qualità e dell’unicità delle esperienze di gioco. Il fatto che siano sorprendenti… sì, forse per il mondo esterno, ma forse non per le persone che ci hanno lavorato. Ciò ha visto crescere Firesprite, e li ha visti aggiungere talenti, e li ha visti essere in grado di attrarre i migliori talenti del settore, il che parla di una cultura davvero forte, molto inclusiva e molto accogliente. Quindi Graeme e il suo team hanno fatto un lavoro incredibile nella creazione di quello studio non più così piccolo: erano piuttosto piccoli alcuni anni fa, ma sono cresciuti rapidamente e hanno provato molte cose e sono stati in grado di innovare. Quindi ora è il momento giusto per portarli in famiglia e raddoppiare alcune delle incredibili opportunità su cui possiamo collaborare.

Ankers: Sembra davvero un’ottima evoluzione del nostro viaggio insieme, davvero. Abbiamo sempre avuto quel tipo di innovazione, solo cercando di ottenere una nuova prospettiva o un nuovo approccio, che sia creativo o tecnologico. Spingiamo molto su questo, creando esperienze che sono spesso un po’ inaspettate, o cercando di portare qualcosa di nuovo in un genere, e questo è il nostro mantra: portare qualcosa di nuovo in tavola.

Dal punto di vista di Firesprite, stiamo continuando a fare ciò che facciamo, ma ora con il supporto di Hermen e del gruppo PlayStation Studios. In Firesprite, siamo molto orgogliosi della nostra eredità e delle nostre radici, ma non abbiamo nemmeno paura di andare avanti e spostarci in nuove aree. L’obiettivo è che possiamo creare di nuovo qualcosa di culturalmente significativo – qualcosa che potrebbe venire solo da dove veniamo nel nord-ovest [dell’Inghilterra]. Quel tipo di visioni, valori e innovazione che abbiamo inserito e, unendoci ai PlayStation Studios, questa è davvero un’opportunità. Questo ci dà davvero quella fase per andare avanti.

Leggi di più  Un fan di The Last of Us 2 ha trovato un sottile richiamo al DLC del primo gioco

"la

La persistenza di Firesprite (Credito immagine: Firesprite)

GamesRadar+: Firesprite ha lavorato su un paio di esperienze VR ora. È qualcosa che ti vedi fare di più in futuro?

Leggi di più  Dov'è Xur? Destiny 2 Xur location and Exotics, October 2 - October 6, 2020

Ankers: Ho sempre una specie di mantra scherzoso con i team a riguardo: è quasi come se l’hardware non fosse importante per noi. È quasi come, sai, se qualcuno volesse fare un tostapane da gioco, faremmo un’esperienza che metterebbe in mostra quel tostapane da gioco. Quindi, sai, si tratta davvero di massimizzare l’esperienza che tira davvero fuori qualcosa su una particolare piattaforma. Quindi, sai, la realtà virtuale è un fantastico mondo immersivo e sicuramente abbiamo molta esperienza [nella realtà virtuale] e ne siamo molto, molto orgogliosi.

Ma la maggior parte dei nostri sviluppi non si concentra su una piattaforma particolare o su un’altra. Siamo sempre entusiasti delle nuove piattaforme, dei nuovi linguaggi, perché si aiutano anche a vicenda. Quando sviluppi qualcosa nella realtà virtuale, potresti imparare qualcosa che si applica in modo davvero unico, sai, come un’esperienza tattile o qualcosa che puoi trasferire su un gioco non VR. Quindi, per me, non è principalmente guidato dall’hardware. Cercheremo sempre di mostrare tutto ciò che l’hardware fa su qualsiasi piattaforma particolare. Ma è avere quel linguaggio di quell’innovazione – dove sei pronto ad entrare in quella tecnologia individuale, meccanica – e massimizzarla davvero per qualunque cosa tu stia lavorando. E questo è davvero il fulcro di ciò che facciamo a Firesprite.

GamesRadar+: Hermen, diresti che la realtà virtuale è ancora una parte cruciale di questo viaggio su PS5 che stiamo percorrendo, giusto?

Hulst: Assolutamente. Ma ciò che è importante per me è che Firesprite guiderà la creazione di alcuni giochi esclusivi per noi, e non posso parlare di cosa siano, di che genere o di quale piattaforma oggi. Ma sono cresciuti, prenderanno in prestito da quell’esperienza – e Graeme ha appena parlato un po’ della filosofia dietro la creazione di quelle esperienze VR. Tutto ciò che faremo dipenderà chiaramente dalle loro esperienze, ma di cosa si tratta esattamente, concedimi solo un po’ di tempo per parlartene quando saremo pronti.

Ankers: Non vedo l’ora di condividere con tutti nel mondo cosa faremo dopo. Ma direi che è assolutamente giusto nel cuore di ciò che facciamo a Firesprite. Sta portando nuove esperienze che innoveranno e massimizzeranno le piattaforme e creeranno esperienze e universi magici che i giocatori apprezzeranno negli anni a venire. Non vedo l’ora di condividere presto altre notizie a riguardo.

Le risposte sono state modificate per maggiore lunghezza e chiarezza.