Star Trek: Discovery stagione 4, recensione episodio 5: “Lotta per offrire lo splendore del suo freddo aperto”

Il nostro verdetto

Il ritorno dell’Anomaly al centro della scena minaccia brevemente di dare vita a una stagione lenta, ma non passa molto tempo prima che l’episodio si stabilizzi in alcuni vecchi tropi di Trek familiari. Nell’arrogante scienziato Ruon Tarka, tuttavia, lo spettacolo potrebbe aver trovato una nuova stella.

GamesRadar+ Verdetto

Il ritorno dell’Anomaly al centro della scena minaccia brevemente di dare vita a una stagione lenta, ma non passa molto tempo prima che l’episodio si stabilizzi in alcuni vecchi tropi di Trek familiari. Nell’arrogante scienziato Ruon Tarka, tuttavia, lo spettacolo potrebbe aver trovato una nuova stella.

Attenzione: questa recensione dell’episodio 5 di Star Trek: Discovery stagione 4 contiene importanti spoiler, molti dei quali destinati a stordire. Audacemente vai oltre a tuo rischio e pericolo…

Sulla scia di un paio di episodi deludenti che hanno mandato la quarta stagione di Discovery a deviare un po’ dalla rotta, i primi minuti di “The Examples” sembrano progettati con precisione per riportare i fan di Trek a bordo. Non solo riceviamo divertenti richiami alla USS Janeway, alla NSS T’Pau, alla Denobula e al Wolf 349, ma frasi familiari come “massicce fluttuazioni ioniche” e “strano picco di radiazioni X” vengono lanciate nel subspazio come se stanno andando fuori moda.

Ancora più importante, tuttavia, il pianeta che distrugge l’anomalia della materia oscura – attualmente il “personaggio” più avvincente dello spettacolo – è davvero tornato sugli scanner della Flotta Stellare. Sfortunatamente, non si comporta come dovrebbe. I fenomeni naturali non dovrebbero svanire e riapparire 4,2 secondi dopo, a 1.000 anni luce di distanza, quindi l’unica spiegazione logica è che qualcosa – o qualcuno – li abbia creati.

Con i superintelligenti Metrons, Nacene, Iconian Empire e Q – molti altri approfondimenti per i fan della vecchia scuola lì – rapidamente cancellati dall’elenco dei sospetti dell’ammiraglio Vance, la natura artificiale del DMA è una svolta brillante e agghiacciante che si aggiunge a la sua crescente mistica. Ma chi sono le specie non identificate 10C che lo controllano? E cosa vogliono con il quadrante Alpha? Sono arrivati ​​per dichiarare guerra alla Federazione, o stanno semplicemente aprendo la strada a un bypass iperspaziale come hanno fatto i Vogon nella Guida galattica per gli autostoppisti?

Sfortunatamente, il resto dell’episodio fatica a mantenere la brillantezza del suo freddo aperto. Non ci vuole molto prima che “The Examples” regredisca nella trama di Trek-by-numbers, poiché le sue due trame principali – uno scienziato arrogante in visita alla Discovery e una missione di salvataggio con una svolta morale – si trasformano in un miscuglio di mediocri The Episodi di nuova generazione.

Leggi di più  Marvel E se...? il merchandising mostra Doctor Strange, Black Panther e altro ancora

Detto questo, il capitano Jean-Luc Picard ha tradizionalmente delegato la guida di pericolose missioni di trasferta – in questo caso, salvare i residenti di una colonia che si trovano improvvisamente sulla strada del DMA – a qualcun altro. Ma se abbiamo appreso qualcosa sullo stile di comando di Michael Burnham nelle ultime settimane, è che preferirebbe di gran lunga tuffarsi in avventure ad alto rischio piuttosto che impartire ordini sul ponte, quindi lei e Book si trasferiscono alla colonia per co -ordinare il salvataggio. Burnham trova anche alcuni aspetti positivi nella stretta finestra di opportunità di tre e mezzo prima che l’Anomaly colpisca, anche se non siamo sicuri che “Facciamo del nostro meglio quando è vicino”, è ciò che chiunque vorrebbe sentire dal proprio Capitano.

"Star

(Credito immagine: fondamentale)

Nella tradizione TNG, tuttavia, questa non è una missione di estrazione standard. Il punto critico è un piccolo gruppo di prigionieri noto come “Gli esempi”, e in mostra al pubblico per ricordare agli altri residenti che il crimine non paga, una tradizione inquietante portata avanti dall’era della catena di smeraldi. Il magistrato locale suggerisce di lasciarli morire, ma ovviamente un’idea del genere non funzionerà per Burnham. Se solo volessero essere salvati…

Nonostante le loro proteste sul fatto che, se se ne andranno, saranno semplicemente reincarcerati, Burnham mostra ancora una volta che la diplomazia del 23° secolo batte la sua controparte del 32° secolo. Ma c’è ancora una resistenza, poiché l’unico colpevole del gruppo decide di vedere il resto della sua condanna, anche se significa morte certa.

Ci sono alcune domande filosofiche interessanti poste dalla missione, ma non puoi fare a meno di pensare che questo è il tipo di storia che Star Trek può fare nel sonno – e lo ha fatto molte volte in passato.

C’è un simile senso di dÉjÀ vu a bordo della nave, dove lo scienziato rock star Ruon Tarka si scontra con il comandante Stamets della Discovery. Può essere divertente, ma il rozzo e arrogante Tarka (interpretato da Shawn Doyle, il cui padre Jerry era una delle star di Babylon 5) è anche specializzato nel far sentire le altre persone a disagio, sia che stia prendendo in giro i piedi di Saru o mettendo in pericolo la Discovery con i suoi esperimenti.

Leggi di più  I creatori di Avatar: The Last Airbender prendono in giro piani "molto ambiziosi" per espandere l'universo

Ritiene di aver capito come costruire la propria Anomalia e, dopo il miglior uso del modellismo di purè di patate dai tempi di Incontri ravvicinati del terzo tipo, costruisce un modello in scala del DMA in Ingegneria. Che cosa potrebbe andare storto?

Anche se mantenere gli esperimenti “entro parametri di sicurezza” raramente va secondo i piani della Flotta Stellare, l’episodio non risolve mai del tutto il pericolo. Ci sono chiari echi degli sfortunati esperimenti di fusione del Dr. Otto Octavius ​​in Spider-Man 2 quando la mini-Anomalia minaccia di fare a pezzi la nave, ma qui, la sicurezza prima di tutto Saru è lì per premere il kill switch non appena le cose si faranno un po’ ambiguo: sensato e buono per il budget degli effetti visivi, ma né eccitante né drammatico.

L’esecuzione del test si traduce in due risultati principali. Innanzitutto, ora è chiaro che l’Anomalia ha al centro un oggetto di incommensurabile potere. E in secondo luogo, lavorare al fianco di Tarka aiuta l’egocentrico Stamets a rendersi conto che non è l’uomo più facile con cui lavorare o con cui vivere, il che è una buona notizia per il suo longanime marito, il dottor Culber.

Perché dopo aver portato sulle spalle i fardelli dell’intero equipaggio, nel 32° secolo la Flotta Stellare può sicuramente trovare un modo per condividere i ruoli di capo ufficiale medico/consigliere tra due persone? – L’angelo custode di Discovery ha finalmente ammesso di aver bisogno di aiuto. E mentre Kovich, l’ufficiale senza portafoglio a forma di David Cronenberg della Flotta Stellare, ha bisogno di lavorare sui suoi modi tutt’altro che coccolosi, fa capire a Culber che ha un sacco di demoni da affrontare. Dopotutto, il ritorno dalla morte lascerà alcune cicatrici emotive.

Forse il più grande contributo dell’episodio alla stagione, tuttavia, è il ritorno di Tig Notaro nei panni dell’ingegnere della Discovery Jett Reno. Probabilmente l’ufficiale più sarcastico che abbia mai servito nella Flotta Stellare, è l’unica significativa fonte di umorismo dell’equipaggio ora che Tilly si è trasferita all’Accademia della Flotta Stellare.

Ma pensa a Patrick Kwok-Choon, che interpreta l’ufficiale tattico di Discovery, il tenente comandante generale Rhys. Quando ha letto nella sceneggiatura che Rhys si era offerto volontario per aiutare nel salvataggio, deve aver pensato che fosse una rara possibilità per uno dei giocatori di supporto sul ponte di prendere il loro momento al sole. Quindi immagina il senso di deflazione quando si è reso conto che il suo unico altro contributo all’episodio sarebbe stato dire a Burnham e Book che la Flotta Stellare aveva salvato la sua famiglia da un uragano. Come ti diranno Detmer, Owosekun, Bryce e Nilsson, servire sul ponte della Discovery è spesso un compito ingrato.

Leggi di più  Michael Mann rompe il calore in New HBO Max Series ispirato a un account Twitter perfetto

Nuovi episodi di Star Trek: Discovery stagione 4 trasmettono su Paramount Plus il giovedì negli Stati Uniti e Crave in Canada. Gli spettatori del Regno Unito possono guardare gli episodi su Pluto TV.

Il verdetto 3

3 su 5

Star Trek: Discovery stagione 4, recensione episodio 5: “Lotta per offrire lo splendore del suo freddo aperto”

Il ritorno dell’Anomaly al centro della scena minaccia brevemente di dare vita a una stagione lenta, ma non passa molto tempo prima che l’episodio si stabilizzi in alcuni vecchi tropi di Trek familiari. Nell’arrogante scienziato Ruon Tarka, tuttavia, lo spettacolo potrebbe aver trovato una nuova stella.

Ulteriori informazioni

Piattaforme disponibili tv
Genere Fantascienza

Meno