Star Trek: Picard Stagione 2 Episodio 3 Recensione: “Un antagonista da assaporare”

Il nostro verdetto

L’ultima incarnazione della regina di Borg è un antagonista da assaporare, ma alcuni turni tonali stronzanti assicurano che il secondo viaggio di Picard nel 21 ° secolo non sia così memorabile come il primo contatto.

Avvertenza: questa Star Trek: Picard Stagione 2, la recensione dell’episodio 3 contiene importanti spoiler: molti dei quali sono pronti a stordire. Vai audacemente a tuo rischio …

Non ci sono balene di gobba o voli di velocità di curvatura per salvare, ma l’influenza della casa di viaggio e il primo contatto è inconfondibile nell’ultimo episodio di Star Trek: Picard. Naturalmente, se hai intenzione di trarre ispirazione da uno qualsiasi dei film di Trek, la quarta e ottava voci della serie è un buon punto di partenza-e c’è qualcosa di rinfrescante in una squadra di stelle che gioca a Fish-Out- di acqua nell’attuale California. Inoltre, anche le stranezze del nostro mondo devono sentirsi come un gioco da ragazzi dopo le disavventure della scorsa settimana nella confederazione totalitaria.

Il problema con il rivisitazione di Old Ground, tuttavia, è che “assimilazione” – un titolo intelligente che funziona sempre più livelli man mano che l’episodio avanza – troppo spesso ricade sui vecchi cliché di Trek. Il primo trope ben consumato appare già nella scena di apertura, quando il cliffhanger della scorsa settimana viene risolto in modo ridicolo rapidamente. In effetti, dopo la cheerleader/marito del Giorno dell’eradicazione di Seven The Magistrate – suonato, per coincidenza, da Jon Jon Briones, padre dell’attore Dahj/Soji Isa – viene spedito con notevole facilità, non puoi fare a meno di sentire la sua breve strazia Dandoci un motivo per sintonizzarci per questo episodio come avanzamento dell’arco della storia.

Detto questo, le azioni del magistrato hanno conseguenze importanti, con un’esplosione di Phaser al petto di Elnor che esercita una seria pressione sulle forniture del sangue di Romulan del team di produzione. Raffi sta facendo del suo meglio per impedirgli di sanguinare, ma con spietati forze di confederazione che perseguono La Sirena con estremo pregiudizio, il resto dell’equipaggio ha questioni più urgenti da affrontare.

La salvezza arriva nella forma improbabile della regina di Borg che – dopo che il campo di stasi che tiene il suo prigioniero dimostra che non è adatto allo scopo – ora è molto in libertà. Usando i suoi techno-tentacles-Techtacles? – Prende solo pochi secondi per comandare la nave, cancellando i nemici e lanciando schieramenti di pithy come “Il passato è ora”, prima di iniziare la complessa manovra di fionda che trasporterà l’equipaggio nel 21 ° secolo. È una sequenza spettacolare, sebbene i fan di Star Trek 4 possano essere delusi dal fatto che Picard e Co non ottengano il surreale trattamento della testa di argilla sperimentata da Kirk e l’equipaggio nella casa di viaggio.

Leggi di più  Il trailer della serie Boba Fett prende in giro il nuovo spettacolo di Star Wars che è fondamentalmente il Padrino nello spazio

"Star

(Credito immagine: Amazon/Paramount)

Il viaggio ad alta velocità attorno al sole ha successo, ma lo “incidente mirato” di un La Sirena gravemente danneggiato ha lasciato una coppia di passeggeri in condizioni critiche. Invece di scollegare la regina Borg in coma per deviare il potere della nave per salvare Elnor a Sickbay, Picard sostiene che mantenere viva la regina è fondamentale – dopo tutto, è l’unico collegamento che hanno con la “fessura nel tempo” a cui hanno viaggiato di nuovo riparazione.

Quando alla fine Elnor muore – un vero shock in un franchise che raramente uccide i personaggi principali – è impossibile sapere se l’ammiraglio ha fatto la scelta giusta. Mentre c’è una possibilità che il idealista Romulan venga riportato in vita, se e quando viene ripristinata la sequenza temporale originale, la meccanica sconosciuta della situazione “Loop Causality Loop” significa che non ci sono garanzie.

Raffi non fa alcuno sforzo per nascondere i suoi sentimenti per la scelta del suo ufficiale comandante che descrive una “intensa e forte delusione per la leadership, prima di incolpare la partita di sparring decennale di Picard con Q per la morte di Elnor. Pone una domanda intrigante: quanto Jean-Luc è dipendente dalla sua rissa con l’entità onnipotente? Il suo perpetuo stato di fastidio per le azioni del truffatore è davvero solo un fronte per un scontro epico di cui non ne ha mai abbastanza? In un episodio che limita il coinvolgimento di Q ad alcuni sussurri pericolosi nell’orecchio di Jean-Luc, è un peccato che non impariamo di più sulle regole del gioco.

Ma con il destino del futuro in gioco c’è poco spazio per il dibattito o il lutto, e una gita nel 21 ° secolo dà a Raffi la scusa perfetta per allontanarsi da JL. Insieme a Seven e Rios, si assicura che i suoi vestiti siano adatti all’era-“fascista bastardo” chic è decisamente fuori-e si tratti nel 2024 LA. Stanno cercando prove della tecnologia futura che potrebbe significare la presenza di sfuggente “Watcher”, facendo ogni sforzo per evitare le “farfalle in stile Ray Bradbury che potrebbero avere un effetto catastrofico sulla sequenza temporale.

Avendo interpretato la mamma di Marty nella futura trilogia di Back to the Future, il direttore delle assimilazioni Lea Thompson ha viaggi nel tempo nel sangue. E mentre questo non è così realizzato come le avventure di Marty e Doc Brown nel tempo – che cos’è? – C’è un innegabile senso di divertimento mentre l’equipaggio di La Sirena si trova in un mondo veramente alieno. Anche se non c’è nulla di così memorabile come Spock che usa un pizzico di collo per disattivare un punk antisociale su un autobus in Star Trek 4, Seven può dire a un bambino che è un supereroe quando arriva in trasportatore. Nel frattempo, un cartellone pubblicizza il progetto Europa, apparentemente uno show televisivo il cui schieramento “per andare audacemente” è straordinariamente familiare …

Leggi di più  Lo spin-off di Batman GCPD si è "evoluto" per concentrarsi su Arkham, afferma Matt Reeves

Se Raffi e sette apparentemente ottengono la fine del compito-mentendo sul loro impegno per bloccare la cima dell’edificio più alto di Los Angeles-il cattivo atterraggio di Rios lo lascia a faccia in giù su un marciapiede e gestisce il guanto di medicina del 21 ° secolo . (Echoes of Chekov nella casa del viaggio.)

Sebbene le sue scene con un medico altruistico siano tra le più forti dell’episodio-seminando i semi del romanticismo in una stagione in cui l’amore presumibilmente sarà in aria anche per Jean-Luc-si vanno anche con gli elementi più comici del 21 ° Centro di cultura della cultura. Dall’arresto di Rios da parte dei funzionari della sicurezza nazionale alla valutazione storica di Raffi dell’epoca – “Non sono mai stato in grado di capire come una società potrebbe esistere con così tante contraddizioni e non crollare prima di” – l’episodio mostra un ammirevole livello di sociale coscienza. Ma questi momenti immergono l’episodio in un entroterra tra commedia e quasi-realismo che la sceneggiatura non è abbastanza intelligente da integrare.

Tuttavia, ottiene la regina di Borg totalmente, agghiacciante. Essendo stato usato con parsimonia e intelligentemente nella prossima generazione, il collettivo è apparso così spesso in Voyager che hanno perso molta della loro mistica. La rappresentazione di The Big Bad di Annie Wersching, tuttavia, aggiunge nuove intriganti dimensioni (prima, seconda, terza e quarta) a un personaggio originato in modo così memorabile da Alice Krige al primo contatto.

La sua evoluzione attraverso l’episodio è notevole, incanalando l’orrore classico mentre il suo torso si trasforma in modo strano attraverso La Sirena, prima di trascorrere la maggior parte del tempo di esecuzione in una modalità di recupero di Borg, come se fosse un PC. Eppure anche quando è in silenzio, rimane una minaccia, come un cobra arrotolato cyberneticamente in attesa di balzare.

Il dottor Jurati si offre volontario per affrontare il mostro frontalmente, agganciandosi alla regina nel tentativo di riattivare i sistemi chiave, prima che la regina possa assimilarla. La sequenza è ingannevolmente semplice, il suo allestimento a tre attore dà la sensazione di un gioco teatrale con un budget colossale di progettazione della produzione. Ma nonostante la mancanza di palazzi di memoria simulati o altri fuochi d’artificio VFX, la scena è straordinariamente avvincente e tesa, mentre Jurati attraversa tutte le emozioni che cercano di rimanere un passo avanti all’invasore nel suo subconscio.

Leggi di più  Next Doctor Who: 10 attori che potrebbero entrare nel TARDIS

Rubare informazioni sull’osservatore che la regina stava usando come chip di contrattazione dà a Jurati un sopravvento inaspettato, ma potrebbe aver aperto una lattina di vermi per cui non è preparata. “Quello che hai fatto è più difficile e molto più pericoloso di quanto ti rendi conto”, dice la regina minacciosamente. “Mi hai impressionato.”

Se abbiamo imparato qualcosa sul Borg, è che i pennelli con assimilazione tendono a lasciare un segno – non sorprenderti se Jurati non è abbastanza se stessa la prossima settimana …

Nuovi episodi di Star Trek: Picard Stagione 2 Beam su Paramount Plus (US) e Crave (Canada) il giovedì. Gli spettatori altrove possono guardare lo spettacolo su Amazon Prime Video il venerdì. Per ulteriori azioni Trek, dai un’occhiata alle nostre recensioni di Star Trek: Discovery Stagione 4.

Il verdetto3.5

3.5 su 5

Star Trek: Picard Stagione 2 Episodio 3 Recensione: “Un antagonista da assaporare”

L’ultima incarnazione della regina di Borg è un antagonista da assaporare, ma alcuni turni tonali stronzanti assicurano che il secondo viaggio di Picard nel 21 ° secolo non sia così memorabile come il primo contatto.

Ulteriori informazioni

Piattaforme disponibili tv
Genere Fantascienza

Lessrichard Edwards

    Richard è giornalista ed editore libero professionista ed era un tempo fisico. Rich è l’ex editore della rivista SFX, ma da allora è diventato freelance, scrivendo siti Web e pubblicazioni tra cui GamesRadar+, SFX, Total Film e altro ancora. Ha anche ospitato il podcast, l’attesa di Robby the Robot, che si concentra su fantascienza e fantasia.