Stranger of Paradise: Final Fantasy Origin Review: “Non del tutto terribile, ma allarmante e non raffinato”

"Stranger (Immagine: © Square Enix)

Gamesradar+ verdetto

C’è un tempo a metà decente per essere fatti strada per stranuire i sotterranei di Paradise, ma il design a livello di routine, i bordi grezzi e la consegna narrativa disordinata fermano l’esperienza in un’avventura avvincente. Nonostante i suoi sforzi per creare sistemi ordinati, il caos ha l’ultima parola.

Professionisti

  • +

    Alcuni meccanici di combattimento soddisfacenti con cui giocare

  • +

    Il sistema di lavoro aggiunge varietà

Contro

  • Sceneggiatura di bassa qualità e una storia mal raccontata

  • La progettazione del livello e la meccanica del bottino non sono ispirate

  • Il combattimento può sembrare disordinato e casuale

Se hai seguito Stranger of Paradise: Final Fantasy Origin, avrai sicuramente familiarità con il suo ridicolo trailer di annuncio. È quello in cui il protagonista Jack, una sorta di pubblicità ambulante per la mascolinità tossica, chiarisce che non è un fan del caos. “Sono qui per uccidere il caos”, chiarisce ripetutamente, alle due estremità di un montaggio che gli mostra lacerando un carico di mostri in una rabbia rossa che avrebbe Kratos di God of War chiedendo: “U OK, Hun?”

Come la maggior parte delle persone, ho ragionevolmente assunto quando ho visto questo trailer che Stranger of Paradise, un universo alternativo incentrato sull’azione che raccontava l’originale Final Fantasy, sarebbe stato davvero molto male. Ma dopo che una demo ha offerto la speranza che il combattimento potesse effettivamente essere abbastanza inventivo, e le successive rivelazioni implicavano un po ‘di ironia consapevole nella sceneggiatura prepotente, avevo iniziato a credere che potesse essere abbastanza buono. La realtà è da qualche parte nel mezzo. Stranger of Paradise non è del tutto terribile ma, come Jack, è allarmante e non raffinato.

Perdere la trama

"Stranger

(Credito immagine: Square Enix) Fatti veloci: Stranger of Paradise

"Stranger

(Credito immagine: Square Enix)

Data di rilascio: 15 marzo 2022
piattaforme: PC, PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X
sviluppatore : Team Ninja
editore : Square Enix

Per essere chiari, tuttavia, la storia e la sceneggiatura sono davvero terribili, a volte esilaranti, ma comunque terribili. Ottiamo almeno una spiegazione sul perché il team centrale di personaggi, Jack, Ash e Jed, che sembrano i risultati di un programma di scambio tra i ragazzi degli anni ’90, sono così determinati a uccidere il caos. Eppure Jack ha tutta la personalità e la profondità di una bambola da uomo d’azione, che in qualche modo lo rende più carismatico dei suoi compagni o degli altri personaggi che incontri lungo la strada.

Per quanto riguarda l’ironia, c’è un tentativo leggermente interessante di arricchire alcuni cliché JRPG, come il motivo per cui un mondo potrebbe esistere in cui emergono i cristalli magici determinano l’equilibrio della luce e del buio e profezie sugli eroi che salvano il pianeta. E allo stesso modo in cui Trevor di GTA 5 è l’incarnazione umana del modo in cui giochiamo ai giochi GTA-come gli psicopatici, in sostanza-Jack è l’incarnazione di un classico eroe JRPG, assolutamente di mentalità nella sua ricerca per uccidere una grande entità malvagia, Anche se non è del tutto sicuro del perché.

Leggi di più  Fortnite ottiene Nick Fury come suo ultimo personaggio crossover Marvel

Ma la trama è scarsamente stimolata e priva di drammaticità, con importanti rivelazioni sparse in disattenzione in sfere da collezione e conversazioni casuali. È solo peggiorato da dialoghi risibili, NPC di legno e brusco editing (una scena sovrastata con “My Way” di Frank Sinatra si interrompe proprio prima della linea climatica, per esempio). Le sezioni di apertura sembrano in particolare di essere state assemblate dagli avanzi della registrazione vocale e della CGI, parte di esso di qualità stranamente bassa. Incontra le punte, servendo tre diverse sequenze di tutorial che delineano le basi del combattimento, con scene di taglio imbarazzante e flashback tra.

Nioh i tuoi limiti

"Stranger

(Credito immagine: Square Enix)

È stato un sollievo allora quando ho raggiunto l’ultimo di quei tutorial e il primo sotterraneo adeguato, dove ho potuto rimanere bloccato nello sconosciuto del combattimento di Paradise. Come collaborazione tra il Team Ninja e Square Enix, non sorprende che si tratti di ispirazione da Nioh, il che porta una brutalità viscerale ad ogni incontro, e il remake Final Fantasy 7, il che significa che sei affiancato da due partner di saggezza e nemici annunciano i loro attacchi Scrivendo subito prima di liberarli.

Il sistema di lavoro della Final Fantasy originale è implementato e rinnovato in modo intelligente. Ci sono oltre 20 posti di lavoro (o classi) che puoi assegnare a Jack, con quelli più avanzati sbloccati mentre compili alberi di abilità sulla selezione iniziale. Ogni lavoro ha attacchi regolari e speciali specifici per armi, oltre a una mossa di firma unica. Distribuire quest’ultimo al momento giusto è essenziale – che si tratti di lanciare la tua lancia, far uscire un grido di guerra sbalorditivo o lanciare incantesimi elementali – ma richiede punti magici che si ricarichi atterrando attacchi ordinari.

La difesa è altrettanto importante, ovviamente, e apprezzo particolarmente lo straniero dell’approccio di Paradise alla palamatura, che trovo spesso frustrante in altri giochi. Tenendo premuto il pulsante di parata drena il “calibro di rottura” e fintanto che ne hai un po ‘quando lo sciopero di un nemico lo collega, lo respingi, aumentando il tuo MP massimo nel processo. Non devi preoccuparti del tempismo perfetto, quindi, purché tieni d’occhio quel calibro e ti ritira per ricaricarlo quando si abbassa. Inoltre, se gli attacchi di parry contrassegnati con testo viola, come gli incantesimi, puoi assorbirli e buttarli indietro da dove provengono.

Per quanto soddisfacenti le battaglie sono quando mastichi i mostri e fornisci mosse di finitura barbariche, tuttavia, questi sistemi sono contorti e fragili. Evitare i danni può essere particolarmente complicato: con Parry, Block, Dodge ed esegui tutti assegnati a diversi pulsanti, è facile confondersi quando stai cercando di reagire a rapidi assalti nemici. Alcuni attacchi sono annunciati da un’aura rossa e non possono essere bloccati, ma buona fortuna a uscire dalla loro gamma in tempo se sei a metà combo quando si innescano.

"Stranger

(Credito immagine: Square Enix)

Basta tenere in vista i tuoi nemici può anche essere un incubo. A differenza di Nioh o Dark Souls, non puoi spesso estrarre nemici uno alla volta, quindi sei spesso nel bel gruppo, di fronte a un nemico e sperare che i tuoi compagni di squadra occupino il resto in modo che non ti schiaffeggino da fuori dallo schermo . Contro boss più grandi, nel frattempo, i sistemi di fotocamera e di blocco a volte vengono coinvolti in una lotta titanica propria. Combattendo lo zombi del drago, ad esempio, mi è stato consigliato di attaccare la testa, ma bloccando il suo Noggin ha fatto oscillare selvaggiamente la telecamera quando è vicino, quindi non ho potuto vedere quali attacchi stessero arrivando.

Leggi di più  La valutazione di New World su Steam scende a "mista" poiché più fan lasciano più recensioni negative

Quando tieni conto del fatto che un paio di buoni colpi possono ucciderti se non continui a deglutire le pozioni (almeno nell’impostazione predefinita di “azione”), è quindi spesso intelligente tornare indietro e lasciare che i tuoi amici facciano il lavoro, Non da ultimo perché possono essere molto capaci. Come test, ho trascorso la seconda metà di quel combattimento di zombi draghi semplicemente stando fuori mano, e alla fine l’hanno ridotto e lo hanno battuto senza di me.

È un peccato che la difficoltà possa essere così variabile, a volte anche nello stesso combattimento, perché i boss sono altrimenti ben progettati, costringendoti a lavorare per le aperture tra i loro assalti mantenendo la guardia. Ma mi sono sempre sentito come se dovessi aspettare un po ‘di fortuna per vedere i miei piani giunti a compimento, e mentre Stranger of Paradise’s Combat è una specie di ibrido di Nioh e Final Fantasy 7 Remake, manca la chiarezza, la coerenza o profondità di entrambi. La dinamica del partito non è affatto ricca di quella del remake, in quanto fa poca differenza quali amici scegli o quali lavori fai loro, mentre il ritmo degli scambi non è mai stretto come quello di Nioh.

Treasure a spazzatura

"Stranger

(Credito immagine: Square Enix)

In effetti, Stranger of Paradise si avvicina a Nioh quando fa eco agli elementi più deboli di quest’ultimo, in alcuni livelli pedonali e meccanici di bottino. Le missioni sono una serie familiare di sotterranei, ognuna con uno o due trucchi ambientali, come pozze di gas esplosivo in una palude o una balista che ti butta missili mentre lavori attraverso i siti di un castello. I loro layout sono una serie prevedibile di loop, passaggi laterali e porte chiuse, che ti cucchiai in roompi di nemici con la strana cassa del tesoro da sradicare lungo la strada.

Non essere nemmeno troppo eccitato per il tesoro, dal momento che è poco più che una visione infinita di armi e armature, che evapora immediatamente nel tuo inventario. Ho raccolto migliaia di bit di attrezzatura in Stranger of Paradise: Final Fantasy Origin e ho dato un’occhiata a malapena a qualsiasi cosa. Uso la funzione automatica per indossare le cose più forti, quindi tra i livelli smantellano il surplus in risorse di aggiornamento-noioso menu impegnato. Neanche io neanche uso nemmeno i materiali, dal momento che troverò solo cose migliori nella prossima missione.

Abbastanza tardi nel gioco mi sono anche reso conto che c’erano missioni secondarie per immergersi, di nuovo, simili a quelle di Nioh, ma più discretamente nascoste sulla mappa del mondo, come se si nascondessero intenzionalmente dietro le missioni principali. Questi ti riportano in luoghi che hai già visitato, con un nuovo obiettivo come la caccia a un particolare tipo di mostro, ma in realtà non sono molto più dell’imbottitura opzionale, con più spazzatura riciclabile come ricompensa.

Leggi di più  Questo bellissimo tiro di Red Dead Redemption 2 ha appena vinto il primo concorso di fotografo virtuale dell'anno di Nvidia

Tuttavia, inseguire i sotterranei che bussano al ripieno di cactuar sfacciati e il resto del bestiario Final Fantasy rimane ragionevolmente assorbente, specialmente in modalità cooperativa. Non c’è dubbio che uno dei sorteggi qui sia quell’impostazione di Final Fantasy, e porta qualcosa alla festa, come vedi come i personaggi e i luoghi del gioco originale siano stati reinventati e rielaborati. Ma anche allora, non è quasi eccitante come vedere Midgar ricostruita: quante persone si preoccupano davvero di vedere Astos l’Elfo Oscuro in tutta la sua gloria 3D?

"Stranger

(Credito immagine: Square Enix)

E anche se lo fanno, la produzione di bassa qualità ruba queste rivelazioni del loro impatto. Mentre il remake di Final Fantasy 7 si espande e sviluppa la tradizione del suo materiale originale, Stranger of Paradise lo tronca. Sì, il dungeoneering è arricchito e modernizzato, ma non ci sono città o overworld da esplorare tra missioni, niente negozi da sfogliare, nessun regno magico da scoprire e nulla da aggiungere intrighi ai tuoi sforzi.

Una delle uniche caratteristiche aggiuntive che si respinge alla più ampia esperienza di JRPG è una selezione di conversazioni trainate con NPC che è possibile visualizzare tra i capitoli. Stranamente, questi sono sempre gli stessi NPC, indipendentemente da dove ti trovi, come se ti teletrasporti nella capitale dopo ogni missione puramente per sentire cosa ha da dire un mucchio di città casuali sullo stato del mondo. Spogliate del contesto del tour del mondo e di incontrare nuove culture, queste chat non aggiungono nulla.

Ma è più strano del paradiso: Final Fantasy Origin dappertutto. Sono rimasto con la sensazione che non sa ancora cosa sia, non sa come le sue idee (comprese alcune abbastanza buone) dovrebbero adattarsi e non sa come raccontare al meglio la sua storia. Almeno alla fine potrei entrare in empatia con la disperazione di Jack per uccidere il caos – corre per ogni parte del gioco.

"Interruzione

Stranger of Paradise: Final Fantasy Origin è stato rivisto su PS5 con il codice fornito dall’editore

Ulteriori informazioni

Piattaforme disponibili PC, PS5, PS4

Lessjon Bailes

  • (Apre nella nuova scheda)
  • (Apre nella nuova scheda)

Critico dei giochi freelance

Jon Bailes è un critico di giochi freelance, autore e teorico sociale. Dopo aver completato un dottorato in Studi europei, ha scritto per la prima volta sui giochi nel suo libro Ideologia e nella città virtuale, e da allora ha continuato a scrivere caratteristiche, recensioni e analisi per Edge, Washington Post, Wired, The Guardian e molte altre pubblicazioni . I suoi gusti di gioco sono stati forgiati da vecchi giochi arcade come R-Type e JRPG classici come Phantasy Star. In questi giorni è particolarmente interessato ai giochi che raccontano storie in modi interessanti, da Dark Souls a Celeste, o qualsiasi cosa che offre qualcosa di un po ‘diverso.