Chi interpreta Lashana Lynch nella scena post-credits di The Marvels? Binary nei fumetti Marvel spiegati

The Marvels è arrivato – e con esso arrivano un paio di camei che sconvolgono la realtà. Spoiler in arrivo.

Nell’ultimo atto del film, un buco nella realtà è stato aperto dalle Bande Quantiche e solo Monica Rambeau può salvare la situazione. Lei vola altruisticamente nella spaccatura e la sigilla, ma rimane intrappolata dall’altra parte e in un’altra dimensione, forse per sempre.

Tuttavia, non è l’ultima volta che la vediamo nel film. Nella scena post-credits di The Marvels, si risveglia su un letto d’ospedale e si trova faccia a faccia con una donna che sembra essere sua madre, Maria Rambeau, interpretata da Lashana Lynch.

Nella realtà di Monica, sua madre è morta. In questo universo alternativo, invece, è molto viva – e indossa un vestito che sarà familiare ai fan dei fumetti. Si tratta di Binary, un personaggio cosmico con i poteri di una stella.

Binary ha una ricca storia nei fumetti Marvel, quindi ci unisca a noi per ripercorrere le origini e i poteri di questo eroe galattico e come si inserisce nella storia di Captain Marvel fino ad ora.

Carol Danvers è Binary

La copertina di Uncanny X-Men #164

(Credito immagine: Marvel Comics)

Prima di Binary c’era Carol Danvers, anche se non si chiamava ancora Captain Marvel. Carol ha subito il furto dei suoi poteri da parte della mutante Rogue (ancora cattiva a questo punto) e ha rinunciato al suo alias Ms. Marvel. Viene rapita dall’alieno Brood, che inizia a fare esperimenti su di lei. La loro manipolazione genetica, tuttavia, ha un effetto collaterale inaspettato: sblocca nuovi poteri in Carol e la trasforma in una figura dorata e ardente, “come una farfalla che esce dalla sua crisalide”.

Questa prima versione di Binary può generare calore, luce, radiazioni, gravità e possiede incredibili capacità percettive. Quello che non ha è la pazienza. Quando viene a sapere che Tempesta è in pericolo, esce dalla navicella spaziale degli X-Men per andare a salvare la sua amica… facendo accidentalmente un buco nella fiancata della navicella e facendo esplodere gli X-Men nello spazio! (Non si preoccupi, stanno bene).

Binario si illumina.

(Credito immagine: Marvel Comics)

La versione Carol Danvers di Binary rimane in circolazione per un bel po’, anche se non si unisce formalmente agli X-Men.

Combatte di nuovo contro Rogue in Uncanny X-Men #171, questa volta prendendo a pugni la mutante ora pentita nella stratosfera. Questo non va giù al Professor X, quindi Carol si lascia alle spalle i mutanti e va a unirsi agli Starjammers, una banda di pirati spaziali guidata dal padre di Ciclope, Corsaro.

Leggi di più  Tom Taylor spiega perché era il momento giusto per Beast World, il primo grande crossover dei Titani.

È proprio mentre è con gli Starjammers che incontra per la prima volta Monica Rambeau, la seconda Capitan Marvel. Sì, nei fumetti Carol Danvers è in realtà il settimo eroe ad assumere questo titolo, con Monica che l’ha preceduta di molti anni.

Il periodo di Carol come Binary si conclude in Quasar #34. Una Nega-Bomba Shi’ar minaccia la vita sulla Terra. Carol aiuta a fermarla, ma perde i suoi poteri nel processo.

Nascita del clone Binario

Il clone di Binary

(Credito immagine: Marvel Comics)

La versione di Binary che sarà più familiare ai lettori moderni è emersa nel 2021, in Captain Marvel #34 della scrittrice Kelly Thompson (che attualmente sta scrivendo la nuova brillante Birds of Prey della DC) e dell’artista Sergio DÁvila.

L’alieno Vox Supreme ha catturato la Danvers (ora saldamente con il nome di Capitan Marvel) e l’ha imprigionata in una gabbia resistente ai poteri prima di farla esplodere nello spazio. Per fuggire, Carol concentra i suoi poteri e crea una forma energetica basata su Binary. Questo la aiuta a uscire dalla prigione prima di essere riassorbita da Danvers.

Riprova lo stesso trucco qualche numero dopo, quando Vox Supreme cerca di intrappolare Cap in una tuta che gli consentirebbe di controllarla. Danvers crea di nuovo la sua forma binaria, ma questa volta non scompare semplicemente. Al contrario, diventa un’entità completamente separata che conserva alcuni dei ricordi di Carol e alla fine diventa un eroe a sé stante.

Capitan Marvel trasporta Binary

(Credito immagine: Marvel Comics)

Purtroppo, questo Binario brilla, ma solo per poco tempo. In Captain Marvel #48 il clone Binary viene ucciso mentre combatte l’Imperatrice della Covata.

Binario nel MCU

Maria Rambeau in Capitan Marvel

(Credito immagine: Marvel Studios)

Anche se condividiamo solo un paio di minuti con Maria Rambeau/Binary alla fine di The Marvels, è chiaro che si tratterà di un’interpretazione molto diversa del personaggio.

Non conosciamo ancora i suoi poteri e nemmeno se si chiamerà Binary, anche se le stelle gemelle sulla sua tuta lo suggeriscono.

Dove la vedremo prossimamente? Beh, non è escluso che possa apparire in Deadpool 3 della prossima estate, che sappiamo già avrà come protagonisti diversi mutanti, non ultimo il personaggio principale di Ryan Reynolds! A lui si uniranno Hugh Jackman come Wolverine, Stefan Kapičić come Colosso, Brianna Hildebrand come Negasonic Teenage Warhead e Shioli Kutsuna come Yukio. Lashana Lynch potrebbe tornare per questo?

Leggi di più  Il Corvo è una tragedia della vita reale che ha radici nel mondo dei fumetti

In alternativa, potrebbe far parte del film sugli X-Men attualmente in fase di sviluppo. Non è ancora stata assegnata pubblicamente una data di uscita e attualmente sembra che non arriverà prima del 2026.

Tuttavia, i Marvel Studios sono pieni di sorprese ed è altrettanto possibile che Maria/Binaria possa apparire in un film o in uno show televisivo Disney Plus molto prima di allora. In ogni caso, non vediamo l’ora di vederla in azione e brillare come una stella.

The Marvels è ora nei cinema.

Per saperne di più su The Marvels, consulti i nostri approfondimenti ricchi di spoiler nei link qui sotto.

  • Quando si svolge The Marvels nella linea temporale Marvel?
  • Il finale di The Marvels spiegato
  • Tutti gli Easter eggs e i riferimenti al MCU di The Marvels
  • Tutti i cammei di The Marvels – elencati e spiegati
  • Per quale squadra sta reclutando Kamala Khan alla fine di The Marvels?
  • In che modo il finale di The Marvels prepara Deadpool 3?
  • Analisi del cameo della Bestia di Kelsey Grammer in The Marvels
  • I fumetti che hanno influenzato The Marvels, secondo Nia DaCosta
  • Nia DaCosta spiega la Fury “più leggera e morbida” di The Marvels
  • Il regista di The Marvels si esprime sulla necessità o meno di aver visto le serie televisive in precedenza
  • I film e gli spettacoli del MCU da guardare prima di The Marvels
  • Quanti Capitani Marvel ci sono nei fumetti Marvel?
  • Ms. Marvel: i poteri e le origini fumettistiche di Kamala Khan
  • La storia a fumetti di Monica Rambeau
Frenk Rodriguez
Salve, mi chiamo Frenk Rodriguez. Sono uno scrittore esperto con una forte capacità di comunicare in modo chiaro ed efficace attraverso i miei scritti. Ho una profonda conoscenza dell'industria del gioco e sono sempre aggiornato sulle ultime tendenze e tecnologie. Sono attento ai dettagli e in grado di analizzare e valutare accuratamente i giochi, e affronto il mio lavoro con obiettività e correttezza. Inoltre, apporto una prospettiva creativa e innovativa alla mia scrittura e alle mie analisi, che contribuisce a rendere le mie guide e recensioni coinvolgenti e interessanti per i lettori. Nel complesso, queste qualità mi hanno permesso di diventare una fonte affidabile di informazioni e approfondimenti nel settore dei giochi.