Frontier è una nuova straordinaria graphic novel di fantascienza dell’artista di Citizen Sleeper Guillaume Singelin.

Guillaume Singelin è il genio artistico che ha disegnato le immagini dell’acclamato RPG Citizen Sleeper, un gioco che abbiamo assolutamente amato alla sua uscita lo scorso anno. I suoi splendidi disegni ispirati ai manga hanno un aspetto davvero unico e caratteristico, al tempo stesso cartoonesco e altamente tecnico. Siamo stati molto entusiasti di sapere che sta per arrivare una nuova graphic novel.

Frontier è un’avventura fantascientifica originale che segue l’ingegnere Ji-Soo mentre si avventura nello spazio per la prima volta. Spinta fuori dal progetto di cui è stata pioniera, Ji-Soo si ritrova su una colonia mineraria di asteroidi, dove fa nuove amicizie ma scopre anche quanto possa essere dura la vita tra le stelle.

Pubblicato da Magnetic Press, Frontier ha superato di gran lunga i suoi obiettivi iniziali su Kickstarter e sarà stampato all’inizio del 2024 in una serie di interessanti edizioni fisiche.

Qui di seguito abbiamo un’anteprima di pagine del libro che le daranno un’idea del bellissimo universo creato da Singelin. Ma prima, ecco Guillaume che risponde ad alcune nostre domande su questo nuovo ed entusiasmante progetto.

Arte di Frontiera di Guillaume Singelin

(Credito immagine: Magnetic Press / Guillaume Singelin)

Newsarama: Da dove è nata l’idea di Frontier?

Guillaume Singelin: Ho sempre amato la fantascienza, fin dai tempi di Alien e della scoperta di Dune, ma non riuscivo a immaginarmi di trasformarla in fumetti. Poi il creatore Mathieu Bablet, che è un ottimo amico, ha pubblicato Shangri-La e Carbon e Silicon, che mi hanno davvero motivato a intraprendere una storia che si svolge nello spazio. L’idea era di avere un trio di personaggi che mostrassero ciascuno un lato di un mondo spaziale colonizzato.

Cosa ci può dire della sua protagonista, Ji-Soo? Chi è e cosa vuole?

GS: Ji-Soo è il primo personaggio che ho creato. È una scienziata appassionata di stelle, ha uno sguardo sognante sullo spazio, fatto di scoperte, scienza e storia. Ma viene superata dalla realtà, perché in questo mondo capitalista, non abbiamo bisogno di un sognatore. Il suo obiettivo è distrutto e lei dovrà conviverci e forse ricostruirsi.

Arte di Frontiera di Guillaume Singelin

(Credito immagine: Magnetic Press / Guillaume Singelin)

Quali sfide affronta Ji-Soo in Frontier?

GS: Ji-Soo ha un carattere ribelle, anche dopo l’inizio della storia, quando l’azienda che la assume fa di tutto per metterla da parte. Nonostante ciò, rimane una ribelle che ha sempre i suoi sogni. La sua sfida più grande consiste nel dover superare la rabbia, l’odio e il risentimento per andare verso qualcosa di ottimistico e vantaggioso per lei.

Leggi di più  I nuovi Kings Comic Arcade Kings ti lascerà un pugno e vacilla

In precedenza ha descritto la prospettiva del libro come “positiva”, nonostante le battute d’arresto che Ji-Soo deve affrontare. In che senso?

GS: Nel senso che l’universo in cui si svolge la storia non è in preda a una grande catastrofe, a una guerra interstellare o a una creatura assetata di sangue, come vediamo in molte storie. La situazione non è necessariamente gloriosa, ma lascia spazio ai protagonisti per vedere un barlume di speranza o un motivo per rimanere ottimisti e combattere. Direi che sono più i personaggi ad essere positivi che la storia stessa. Questo trio vuole essere più di un semplice ingranaggio del sistema. Vogliono una vita più serena ed equa e forse c’è spazio per questo in questo universo.

Arte da Frontier di Guillaume Singelin

(Immagine di credito: Magnetic Press / Guillaume Singelin)

Spera che Frontier susciti un interesse per la scienza nel suo pubblico?

GS: Sì, certo, penso che qualsiasi opera che sia soddisfacente debba suscitare questo desiderio di curiosità, come ho provato personalmente. In realtà sono molto felice quando i lettori francesi mi dicono che non amano la fantascienza, ma che hanno provato e apprezzato Frontier e che forse continueranno ad approfondire questo genere. Una storia dovrebbe essere una porta verso molti altri settori.

Da quanto tempo sta lavorando a Frontier?

GS: L’idea rimbalzava nella mia testa da circa dieci anni. Non in modo consapevole e diretto, naturalmente, ma da allora mi piaceva disegnare piccoli cosmonauti nei miei quaderni di schizzi. Più precisamente, per creare il libro stesso ci sono voluti circa tre anni.

Immagine 1 di 9(Credito d’immagine: Magnetic Press / Guillame Singelin)(Credito d’immagine: Magnetic Press / Guillame Singelin)(Credito d’immagine: Magnetic Press / Guillame Singelin)(Credito d’immagine: Magnetic Press / Guillame Singelin)(Credito d’immagine: Magnetic Press / Guillame Singelin)(Credito d’immagine: Magnetic Press / Guillame Singelin)(Credito d’immagine: Magnetic Press / Guillame Singelin)(Credito d’immagine: Magnetic Press / Guillame Singelin)

Quali sono state le sue ispirazioni artistiche per questo progetto?

GS: Sono molto ampie, ma per Frontier, il mio amore per i giochi di ruolo giapponesi ha giocato un ruolo importante, soprattutto in relazione all’artista Akihiko Yoshida, ma anche al manga Planetes di Makoto Yukimura.

Cosa le piace di più della fantascienza come genere?

GS: La capacità di parlare di argomenti che sono vicini a noi, pur mettendo una distanza per poterli esasperare ma anche prendersi delle libertà. Inoltre, adoro disegnare navi e tute spaziali. Sono affascinata dai documentari sullo spazio, e c’è una ricchezza grafica molto forte tra la complessità delle strutture, degli abiti e allo stesso tempo il vuoto dello spazio. Questo contrasto mi affascina.

Leggi di più  Scarlet Witch, Storm e Captain Marvel evidenziano le copertine del mese della storia delle donne

Frontier è disponibile in tre edizioni fisiche: un trade paperback, una copertina rigida premium esclusiva di Kickstarter e un bundle con custodia (limitato a 250 copie) che include anche una targhetta numerata firmata da Singelin, un segnalibro “biglietto del viaggiatore” in metallo inciso, un’esclusiva statuetta di 75 mm stampata in 3D di uno dei personaggi e un gettone di valuta in metallo da 2 pollici. Gli ordini saranno evasi nell’aprile 2024.

Alcuni dei videogiochi più iconici hanno degli straordinari adattamenti a fumetti. Li scopra qui.

Frenk Rodriguez
Salve, mi chiamo Frenk Rodriguez. Sono uno scrittore esperto con una forte capacità di comunicare in modo chiaro ed efficace attraverso i miei scritti. Ho una profonda conoscenza dell'industria del gioco e sono sempre aggiornato sulle ultime tendenze e tecnologie. Sono attento ai dettagli e in grado di analizzare e valutare accuratamente i giochi, e affronto il mio lavoro con obiettività e correttezza. Inoltre, apporto una prospettiva creativa e innovativa alla mia scrittura e alle mie analisi, che contribuisce a rendere le mie guide e recensioni coinvolgenti e interessanti per i lettori. Nel complesso, queste qualità mi hanno permesso di diventare una fonte affidabile di informazioni e approfondimenti nel settore dei giochi.