Il Predator contro Wolverine “ha semplicemente senso”, dice Benjamin Percy.

Da Batman e Superman ad Archie e Judge Dredd, il Predator ha affrontato numerosi altri personaggi leggendari negli oltre 30 anni di crossover a fumetti.

Ma finora lo Yautja non ha incontrato nessun membro dell’Universo Marvel, anche se, dato che sia loro che la stessa Casa delle Idee – che pubblica i fumetti attuali del Predator insieme ad Alien e Il Pianeta delle Scimmie sotto la sua impronta 20th Century Fox – sono ora di proprietà della Disney, era sicuramente solo una questione di tempo prima che lo facessero.

E con i suoi artigli e il suo scheletro in acciaio di adamantio e il suo fattore di guarigione, non c’è eroe Marvel migliore di Wolverine contro cui scontrarsi. Scritta da Benjamin Percy, che è anche sceneggiatore del titolo solista di Wolvie, e illustrata da una serie di artisti diversi, tra cui Greg Land, Andrea Di Vito, Ken Lashley e Kei Zama, la miniserie in quattro numeri Predator Versus Wolverine esplora l’aspra rivalità che si sviluppa tra Logan e uno Yautja solitario, mentre si affrontano in diversi momenti della sua lunga vita, passando da Weapon X alle strade secondarie di Madripoor.

Dopo aver dichiarato in precedenza di essere “nato per scrivere questo crossover”, Benjamin Percy racconta a Newsarama di essere cresciuto negli anni Ottanta con una dieta sanguinolenta di fumetti di Wolverine e film di Predator.

Immagine 1 di 4(Credito immagine: Marvel Comics)(Credito immagine: Marvel Comics)(Credito immagine: Marvel Comics)(Credito immagine: Marvel Comics)

Newsarama: Benjamin, lei è un fan di lunga data di Predator come lo è di Wolverine?

Benjamin Percy: Sono un grande fan nerd del franchise! Lo sono stato fin dalla terza elementare, quando ho visto il primo film e ho inventato un gioco di guerra con i nerf chiamato ‘Predator’ che giocavo con i miei amici nei boschi.

Quindi, Predator Versus Wolverine è stata una sua idea?

Non appena ho saputo che i titoli dei 20th Century Studios erano entrati a far parte della Marvel, ho contattato i dirigenti per realizzare un crossover Wolverine/Predator. All’inizio mi è stato detto di no, perché volevano essere pazienti nel far uscire tutte queste proprietà e trovare il modo di incorporarle potenzialmente nel 616. Così, nel corso degli anni, ho chiesto di nuovo. E ancora. E ancora. E ancora. E finalmente, la scorsa primavera, ho ottenuto il via libera.

Leggi di più  L'Universo Marvel vive e respira grazie al talento e alla creatività degli artisti umani.

Con il suo scheletro di adamantio e la sua capacità di rigenerarsi, Wolverine è l’avversario perfetto per uno Yautja e il Predator ha finalmente trovato la sua strada?

L’unione di questi due personaggi ha senso, no? Come mai non è mai stato fatto prima? La sfida di abbattere un’arma ambulante come Wolverine è solo una parte dell’attrazione. Non dimentichi che lo scheletro di adamantio sarebbe un gran bel trofeo, il premio finale.

Immagine 1 di 3(Credito immagine: Marvel Comics)(Credito immagine: Marvel Comics)(Credito immagine: Marvel Comics)

Da Weapon X a Madripoor, può parlarci dei diversi luoghi e periodi di tempo che visiterà?

Questa è una storia che attraversa i decenni. Comincia nelle selvagge e innevate regioni dell’Alaska, quando sia Wolverine che gli Yautja sono giovani e inesperti. Quella è la prima di molte cacce.

Entrambi si evolvono con il passare del tempo, sviluppando nuove abilità, strategie e armi. In seguito, gli Yautja ritroveranno Logan come mercenario con il Team X, come assassino senza cervello con l’Arma X e come studente di spada in Giappone, oltre ad altre interazioni.

Oltre a Wolverine, vedremo altri volti familiari?

Sì, ci saranno altri grandi personaggi della 616 che appariranno in questo evento.

Immagine 1 di 3(Credito immagine: Marvel Comics)(Credito immagine: Marvel Comics)(Credito immagine: Marvel Comics)

Sta attingendo a qualche storia passata di Predator o Wolverine o questa serie è completamente autonoma?

Si tratta di un evento autonomo. Si può saltare subito dentro e vivere un’esperienza straordinaria. Ma se è un fan degli X-Men, avrà sicuramente una comprensione più ricca delle diverse epoche della storia di Wolverine che stiamo visitando.

Lo stesso si può dire del franchise di Predator. Può leggere questo film a freddo. Ma i fan vedranno dove sto facendo il cappello ai film e ai fumetti con cui sono cresciuto.

Cosa può dirci su come Wolverine e il Predator vengono alle mani per la prima volta e come si intensifica la situazione?

L’Alaska è l’ultima frontiera. È un ambiente brutale e bellissimo, in gran parte non popolato, caratterizzato da una grande selvaggina e con mille modi per ucciderti. Questo lo rende il terreno di caccia perfetto per gli Yautja, soprattutto per quelli che vogliono mettersi alla prova durante la loro prima caccia. C’è molto di più, molto di più, ma questo è il primo assaggio.

Leggi di più  Perché David Corenswet e Rachel Brosnahan sembrano il Superman e la Lois ideali

Com’è stato lavorare con tanti artisti diversi?

Abbiamo pensato che sarebbe stato divertente coinvolgere un artista diverso per ogni epoca della narrazione. In questo modo, ogni periodo temporale sarebbe stato distinto e ogni numero sarebbe stato arricchito da una nuova energia artistica. Questi artisti sono tutti delle rock star e io sono molto fortunata e in soggezione per le loro capacità. Controllare ogni giorno la mia casella di posta elettronica per le nuove pagine è stato un vero piacere – un maledetto, maledetto piacere.

Predator Versus Wolverine #1 sarà pubblicato domani da Marvel Comics.

Se pensa che l’incontro tra Wolverine e il Predator sia estremo, aspetti di vedere questo elenco dei crossover a fumetti più improbabili di sempre.

Frenk Rodriguez
Salve, mi chiamo Frenk Rodriguez. Sono uno scrittore esperto con una forte capacità di comunicare in modo chiaro ed efficace attraverso i miei scritti. Ho una profonda conoscenza dell'industria del gioco e sono sempre aggiornato sulle ultime tendenze e tecnologie. Sono attento ai dettagli e in grado di analizzare e valutare accuratamente i giochi, e affronto il mio lavoro con obiettività e correttezza. Inoltre, apporto una prospettiva creativa e innovativa alla mia scrittura e alle mie analisi, che contribuisce a rendere le mie guide e recensioni coinvolgenti e interessanti per i lettori. Nel complesso, queste qualità mi hanno permesso di diventare una fonte affidabile di informazioni e approfondimenti nel settore dei giochi.