Destinazione Deluxe: cosa significa la fine di Mario Kart 8 per la serie

A questo punto, non è strano dire che la stabilità finanziaria e le riserve di denaro di Nintendo sono interamente merito di Mario Kart. Dare alla gente il go-kart che vuole, ha dimostrato Nintendo, e i fan non smetteranno mai di comprare questa serie. Sono state vendute così tante copie di Mario Kart 8 Deluxe per Switch, infatti, che si è superato un rapporto di 2,5 a 1 tra software e hardware – e questo a prezzo pieno di vendita al dettaglio, raramente scontato.

Quindi è strano suggerire che Mario Kart 8 Deluxe abbia raggiunto la fine della sua vita apparente, concludendo un viaggio di nove anni che non ha potuto essere fermato nemmeno dalla disastrosa Wii U. Il programma DLC Booster Course Pass di MK8D si è concluso di recente e ha portato il conteggio dei contenuti a ben 96 circuiti – il doppio di quelli forniti sulla cartuccia originale per Switch. I risultati dovrebbero essere inseriti nelle liste dei migliori giochi del 2023 solo per i dati di vendita; a parte questo, vediamo cosa il DLC ha fatto di giusto e di sbagliato e perché indica un futuro di Mario Karting più conservativo.

Più grande non è meglio, ma va bene

Mario Kart 8 Deluxe

(Credito immagine: Nintendo)Rev-view

Mario Kart 8 Deluxe

(Credito immagine: Nintendo)

Recensione di Mario Kart 8 Deluxe: “La versione definitiva del Mario Kart più completo fino ad oggi”.

In tutta onestà, non ero entusiasta di MK8 quando è stato lanciato nel 2014. Piste antigravità come novità della serie? Mi è sembrato un po’ leggero. Decine di pezzi di kart personalizzabili, che hanno portato i bambini a passare più tempo a selezionare deltaplani che a gareggiare? Meh. Ma Nintendo aveva capito qualcosa che all’epoca non avevo capito. Una volta in pista, ciò che conta in MK8 è il nucleo di pezzi di corse classiche e familiari, non nuovi espedienti. Il pacchetto aveva solo bisogno di una piattaforma hardware migliore per brillare (e vendere).

Questo ha reso il Booster Course Pass un gioco assolutamente geniale – per non parlare di una continuazione logica, dato che l’originale per Wii U aveva il suo programma di DLC più piccolo. Il Booster Course Pass, ricco di tracciati classici, si appoggia saggiamente a Mario Kart Wii, il precedente mega-venditore della serie, con non meno di un tracciato di MKW in ognuna delle sei ondate della collezione (Maple Treeway tutto il giorno tutti i giorni). Anche tutte le altre versioni della console sono rappresentate in questo set, con la versione GBA che gode di cinque conversioni di brani. Questi sono alcuni dei punti di forza del DLC, poiché spesso convertono le piste semplici e completamente piatte di quel gioco in corse più movimentate e dinamiche. Questo è molto più interessante dell’ennesimo remake di Mario Circuit.

Leggi di più  Il direttore legacy di Hogwarts vuole che i fan "si sentano ben accolti", nonostante le controversie

Vorrei che Nintendo avesse pensato a cosa succede quando si inseriscono tanti circuiti brevi e dolci in un unico menu. Ora, per impostazione predefinita, deve toccare un tasto della spalla per visualizzare un’intera metà del gioco! Collezioni cariche di nostalgia come Halo: The Master Chief Collection hanno idee molto più intelligenti su questo fronte sotto forma di “playlist”, e mi sarebbe piaciuto vedere Nintendo servire più selezioni di 3, 4 e 5 tracce basate su temi (ad esempio “tutto GameCube”, “tutto Bowser”) per gli amici che corrono abitualmente insieme.

Mario Kart 8 Deluxe

(Credito immagine: Nintendo)

Il contenuto più importante del DLC è il gioco gratuito per smartphone Mario Kart Tour, che ha portato ben 14 piste nella collezione finale di MK8D. Questi tracciati, indubbiamente interessanti, cambiano il tono di MK8D. Rendono più vivace ogni giro con chiusure di corsie e curve, oppure evitano il classico formato “circuito a tre giri” a favore di un’unica, lunga marcia dall’inizio alla fine. La serie MK ha avuto un raro successo con questo formato (con un remix di Big Blue di F-Zero che rimane un classico molto amato), ma più spesso queste alterazioni schiacciano il potenziale del fattore divertimento dei giocatori alle prime armi che padroneggiano i tracciati un giro alla volta con il guscio blu. Ciò che è divertente e coinvolgente su uno smartphone, può esaurirsi su un divano con amici e persone care più giovani.

Questi brani rappresentano anche qualcosa di universalmente vero sulla collezione di DLC: i suoi valori di produzione non sono all’altezza del pacchetto retail. Alcuni dei brani DLC presentano texture, arte e dettagli ambientali fantastici, ma la maggior parte, in particolare le ricostruzioni di MKT, hanno l’aspetto e la sensazione di essere stati costruiti per un hardware smartphone più debole e generico. MK8 ha originariamente impressionato per aver portato la serie alla risoluzione e alla fedeltà di 1080p. I brani più recenti e più semplici sollevano alcuni sospetti sulla direzione che la serie potrebbe prendere da qui in poi.

Prossima tappa: un gioco universale?

Mario Kart 8

(Immagine di credito: Nintendo)

“Qualunque cosa Nintendo intenda fare con le future versioni di Mario Kart sarà probabilmente unificata”.

Curiosamente, il pacchetto DLC finale di MK8D è arrivato solo un mese dopo che Nintendo ha annunciato che avrebbe smesso di rilasciare nuovi contenuti MKT per i telefoni. Coincidenza? Ne dubito assolutamente. Qualsiasi cosa Nintendo intenda fare con le future versioni di Mario Kart sarà probabilmente unificata, in parte perché Nintendo è stata in grado di convertire con successo i contenuti di MKT per farli funzionare su MK8D, dove probabilmente Nintendo guadagna di più.

Leggi di più  Come battere il boss finale di Ganon in Zelda Tears of the Kingdom

Sappiamo che un’altra console Nintendo è in arrivo (diversi giornalisti hanno visto segni specifici della sua vita alla GamesCom 2023). La strategia di Nintendo per gli smartphone da qui in avanti è molto meno chiara, tuttavia, con il suo gioco Mario Kart per smartphone che non è riuscito a ottenere nemmeno lontanamente gli stessi introiti del suo fratello Switch. Lo segnalo soprattutto per ricordare che i consumatori di Nintendo pensano ancora in gran parte a Mario Kart come a una serie tradizionale, persino conservatrice. Le vendite suggeriscono che vogliono la serie sui gamepad classici e condividerla con gli amici, non su uno smartphone e non come esperimento di toys-to-life sui pavimenti del salotto.

Mi aspetto, quindi, che il prossimo Mario Kart cercherà di infilare un ago molto attento: un gameplay classico e amato sulle piste preferite e familiari di tutti, con l’aggiunta di quel tanto di novità che costringa le persone ad aumentare di una versione (e di molte centinaia di dollari). I pochi tracciati completamente nuovi nel Booster Course Pack suggeriscono che questo potrebbe essere il futuro della serie, con i punti di riferimento pieni di nostalgia come Ninja Hideaway e Yoshi’s Island che suggeriscono un futuro di Mario Kart pieno di derapate su strade perfettamente a posto e con il servizio dei fan.

Scopra i migliori giochi di corse per mettersi in pole position

Frenk Rodriguez
Salve, mi chiamo Frenk Rodriguez. Sono uno scrittore esperto con una forte capacità di comunicare in modo chiaro ed efficace attraverso i miei scritti. Ho una profonda conoscenza dell'industria del gioco e sono sempre aggiornato sulle ultime tendenze e tecnologie. Sono attento ai dettagli e in grado di analizzare e valutare accuratamente i giochi, e affronto il mio lavoro con obiettività e correttezza. Inoltre, apporto una prospettiva creativa e innovativa alla mia scrittura e alle mie analisi, che contribuisce a rendere le mie guide e recensioni coinvolgenti e interessanti per i lettori. Nel complesso, queste qualità mi hanno permesso di diventare una fonte affidabile di informazioni e approfondimenti nel settore dei giochi.