Ghostwire: Tokyo è molto più che spettri e incantesimi

È stato quando ho dovuto combattere un nemico con una versione quasi infernale di una tradizionale maschera giapponese? O quando una squadra laterale mi ha fatto cercare in città una bambola maledetta? Forse è stato quando un commerciante di gatti mi ha arruolato per raccogliere oggetti in città, o un tanuki aveva bisogno di aiuto per trovare i suoi amici che si erano mutilati in normali oggetti quotidiani, le loro soffici code l’unico omaggio. Tanukis dalla coda soffice, commercianti di gatti, bambole maledette, spiriti, cani e terrificanti maschere giapponesi … è difficile individuare esattamente quando durante le prime due ore di Ghostwire: Tokyo sono diventato ossessionato dalla sua strana svolta sul fantasma, ma posso solo ” ne ho mai abbastanza.

"Ghostwire:

(Credito immagine: Capcom)

In Ghostwire: Tokyo la grande trama è che la gente di Tokyo è scomparsa per ragioni nefaste, ma una volta che sei fuori ed esploralo, si sente vivo con storie e segreti. I fantasmi si aprono tristemente in aria, che hanno bisogno di aiuto con compiti – commissioni che variano selvaggiamente da una all’altra – e i nemici del gioco, Bad Spirits chiamati visitatori, si nascondono nelle strade, pronte a combattere o essere silenziosamente eliminati con un attacco invisibile invisibile . Tengu, o spiriti volanti, strillo sopra e puoi usare una presa per attaccarli e volare fino alle cime dei grattacieli mentre la corruzione nera e rossa si riversa attraverso il cemento, che deve essere cancellato. Soprattutto, i cani – le cui menti puoi leggere – pattugliano le strade e ti ricompensero se le dà da mangiare. Ci sono anche gatti ma, essendo gatti, sono a malapena interessati al tuo affetto.

"Ghostwire

(Credito immagine: Capcom)

“Quindi mi piacciono i cagnolini e i gattini”, ammette il direttore del gioco Kenji Kimura, prima di dimostrare che questa intuizione sulla sua vita personale descrive in dettaglio come anche il fondatore dello studio di Tango Gameworks e la leggenda dello sviluppo del gioco Shinji Mikami si domande sul motivo per cui gli piace usare così tanti “cagnolini e gattini. ” Dice che è perché li ama così tanto.

“Il motivo per cui esistono nel gioco è che ho la sensazione che a volte i cagnolini e i gattini possano effettivamente vedere cose che noi come umani non possiamo, per percepire cose che noi umani non possiamo.”

Leggi di più  Quattro anni dopo il lancio, l'equipaggio 2 sta ottenendo un aggiornamento di nuova generazione per PS5 e Xbox Series X

“Fa anche parte della realtà dell’autenticità. Le persone hanno molti animali domestici a Tokyo … quindi se le persone svanisca è molto probabile che ci sarebbero molti cani in città che conosci, là fuori a cercare il loro proprietari.”

Atto sorella

"Ghostwire:

(Credito immagine: Capcom)

Con così tanto da fare, la grande spinta narrativa – quella di una popolazione svanita e condannata negli inferi mentre il tuo corpo è posseduto da un ragazzo di nome KK – è quasi facile da dimenticare. Certo, tua sorella è stata rapita da una sorta di malvagio malvagio, ma questo fantasma ha bisogno che io trovi un ombrello senziente. Ad un certo punto potrò fermare il rituale, ma in questo momento sono senza cibo per cani. Ancora meglio, ogni ricerca secondaria, non importa quanto piccola, si sente come se avesse un punto. Le storie dei fantasmi sono bellissime piccole avventure in se stesse, le piccole statue aumentano le tue capacità di tessitura eterea e la raccolta di anime dai cieli ti aiutano a salire di livello.

“L’idea che avevamo per il concetto di questo gioco era quella di ricreare il senso dell’Unonorevole in agguato all’interno dell’ordinario”, spiega Kimura.

“Volevamo che il giocatore fosse in grado di divertirci solo a visitare e camminare per la città di Tokyo e avere un senso della stranezza della città che sembra avere innatamente. Quindi vogliamo che il giocatore senta quel senso di godersi la città e anche il divertimento di notare la violenza che esiste “.

Il combattimento, che avevo paura avrebbe richiesto un complesso mix di combo e controllo elementare, si rivela un vero spasso. Inizi con solo il potere del vento, la versione del gioco di un’arma a fuoco rapido, che si allontana ai corpi del visitatore fino a quando i loro nuclei centrali non sono abbastanza esposti per farli strapparli. L’attacco antincendio è più esplosivo e può essere usato per infliggere grandi danni a uno o a un gruppo di nemici, mentre l’acqua offre una gamma più ravvicinata, tagliando un attacco che può penetrare in scudi.

C’è anche l’arco di KK, che è lento da disegnare ma un enorme aiuto per raccogliere i nemici da lontano per migliorare le tue probabilità, abbattere i visitatori volanti e distruggere i cristalli di corruzione per liberare il tuo percorso. Ottieni tutti questi poteri all’inizio e trascorri il resto del gioco a padroneggiarli, livellarli e imparare il modo migliore per utilizzarli per alcuni nemici.

Leggi di più  I cavalli di Skyrim sono stati quasi tagliati perché erano troppi problemi

Ghost Ride

"Ghostwire:

(Credito immagine: Capcom)

Aiuta che ogni nemico sia un po ‘di incubo, dalle studentesse senza testa agli uomini senza volto in giacca e spissione e uno spirito femminile con una coppia di forbici così grandi da poter essere mascherati solo da freudiano. Finora quello che trovo più snervante è un nemico primordiale che cammina lentamente verso di te, soffiando baci che diventano mortali bolle galleggianti. Alcuni si basano su idee tradizionali giapponesi, alcuni sono pura finzione, ma tutti si sentono strani e snervanti, senza ricorrere allo shock e al sangue di sopravvivenza. Tutti sono semplici da gestire uno contro uno, soprattutto perché i tuoi poteri diventano più forti e puoi iniziare a usare i talismani, che hanno lanciato effetti a breve termine come stordi o esche, ma vengono da te in bande e adorano attaccare da dietro mentre te Rimani impegnato con qualcos’altro.

Il nemico preferito personale di Kimura è una scelta sorprendente, il piccolo fantasma galleggiante. “Teru Teru Bōzu è una bambola tradizionale creata con un pezzo di stoffa e tu ci metti una faccia e lo appendi fuori nella speranza che smetta di piovere”, dice.

“È qualcosa che dovrebbe essere una cosa felice divertente. Ma a seconda di come la guardi, può sembrare una persona appesa al collo, giusto? Se sei in quello stato mentale. Penso che sia parte del Appeal. Tutti i nostri tipi nemici seguono la stessa visione dell’Unordinary in agguato all’interno dell’ordinario. ”

Per un gioco con persone (viventi) a malapena, è sorprendente quanto sia veramente umano. Gli spiriti disincarnati che galleggiano in nuvole blu si preoccupano di cose banali come qualcuno che lascia la spazzatura nei loro cestini in bicicletta e rimborsando i debiti. I fantasmi che chiedono aiuto sono ordinari quanto i loro problemi sono fantastici e persino i gatti e i cani sinistra sono un promemoria della nostra connessione con il mondo che ci circonda. La tua relazione con KK inizia come un caso di possesso non consensuale, ma mentre lavori insieme c’è solo l’inizio di una relazione più calda che cresce tra di te, che mi aspetto si svilupperà oltre i primi capitoli che ho giocato.

Ghostwire Tokyo non è affatto quello che mi aspettavo, è ancora meglio. È un gioco di avventura d’azione con un’esplorazione in stile quasi aperto, magia invece di proiettili e bombe e storie strane in agguato dietro ogni angolo. Potrebbe non essere orrore, ma ti impedirà di dormire perché hai sempre un altro lato da fare prima di andare a letto.

Leggi di più  Come la campagna Company of Heroes 3 si basa sul DLC per Company of Heroes 2

"Rachel Rachel Weber

  • (Apre nella nuova scheda)
  • (Apre nella nuova scheda)

EDITORE EDITORE, USA

Rachel Weber è il caporedattore degli Stati Uniti di Gamesradar+ e vive a Brooklyn, New York. È entrata a far parte di GamesRadar+ nel 2017, rivitalizzando la copertura delle notizie e costruendo nuovi processi e strategie per il team degli Stati Uniti.