Le 32 frasi più belle di Arnold Schwarzenegger

Bodybuilder, attore, politico: il peso massimo multidisciplinare Arnold Schwarzenegger ha mostrato i suoi muscoli su tutti i tipi di palcoscenici. È stato incoronato Mr. Olympia sette volte, è stato il 38° Governatore della California e, naturalmente, è stato ed è tuttora una delle più grandi star del cinema al mondo.

Per la maggior parte delle persone che lavorano a Hollywood, avere un accento austriaco molto spesso sarebbe stato un ostacolo alla loro carriera. Ma non per Arnold Schwarzenegger. La sua parlata unica non solo gli conferisce un carattere distinto, ma fa sì che quasi tutto ciò che dice possa avere un’ampia gamma di toni. Può essere mortalmente serio, può essere esilarante e, il più delle volte, può essere entrambe le cose insieme.

Solo “Arnie” ha alcune delle più grandi battute nella storia del cinema, alcune delle quali sono state sicuramente pronunciate nella vita di tutti i giorni. Ecco 32 dei più grandi tormentoni cinematografici di Arnold Schwarzenegger.

32. “Resta nei paraggi” (Predator)

Arnold Schwrazenegger che indossa la vernice da guerra in Predator

(Credito immagine: 20th Century Studios)

Se c’è una caratteristica che definisce le migliori citazioni cinematografiche di Arnold Schwarzenegger, è il fatto che sono quasi tutte dei brutti giochi di parole. In Predator, Arnold Schwarzenegger interpreta il Maggiore Alan Schaefer, detto “Dutch”, che guida una squadra d’élite nelle giungle del Sud America, dove incontra un cacciatore alieno. Durante uno scontro a fuoco, Dutch uccide un soldato guerrigliero infilzandolo su un albero con un coltello da combattimento gigante, che lancia come un dardo. Schwarzenegger conclude il momento con un semplice: “Resta qui”. Sarebbe così banale se Schwarzenegger non fosse così forte.

31. “Permettetemi di rompere il ghiaccio” (Batman & Robin)

Arnold Schwarzenegger nei panni di Mr. Freeze con indosso gli abiti della prigione in Batman & Robin

(Credito immagine: Warner Bros.)

Batman & Robin è stato un tale disastro che ha praticamente ucciso il franchise di Batman fino all’arrivo di Christopher Nolan. Ma il film, del regista Joel Schumacher, è ricco di fascino camp, compreso un Arnold Schwarzenegger cartoonesco nel ruolo dello scienziato pazzo Mr. Sebbene Mr. Freeze sia apparentemente un genio, la sceneggiatura lo rende tutt’altro, con Schwarzenegger che pronuncia giochi di parole a tema freddo dolorosamente deliziosi. Una sua battuta sottovalutata viene pronunciata poco prima che Schwarzenegger, nei panni di Freeze, metta fuori combattimento due guardie del manicomio di Arkham, per tentare una fuga fallita.

30. “Sei licenziato” (True Lies)

Arnold Schwarzenegger e Jamie Lee Curtis abbracciati sotto il sole in True Lies

(Credito immagine: 20th Century Studios)

Prima che una certa star dei reality diventata Presidente facesse di “Sei licenziato” il suo tormentone, Arnie lo possedeva nel classico action-comedy True Lies di James Cameron. Il film parla di un padre di famiglia la cui vita domestica si intreccia pericolosamente con il suo lavoro segreto in un’agenzia di spionaggio, e il climax del film vede Schwarznegger seduto nella cabina di pilotaggio di un jet dei Marines. Quando il cattivo principale del film, un terrorista di nome Aziz (Art Malik), viene catturato appeso a uno dei missili del jet, Schwarzenegger spara il suo missile contro un elicottero nemico, ma non prima di aver pronunciato questa battuta da 10 e lode.

29. “Dovresti clonarti, così potrai andare…” (Il 6° giorno)

Arnold Schwarzenegger con una giacca di pelle nel film Il sesto giorno

(Credito immagine: Sony)

Profano e intelligente! In questa bomba fantascientifica del 2000, Arnold Schwarzenegger interpreta un padre di famiglia, Adam Gibson, che viene clonato per sbaglio nell’ambito di una cospirazione aziendale. Verso la fine del film, Adam affronta il malvagio CEO del film, Michael (Tony Goldwyn), che suggerisce a Michael di clonare anche se stesso. Sebbene Michael pensi che Adam stia cercando di essere poetico su ciò che significa vivere una vita artificiale, Adam in realtà intende qualcosa di più volgare e pungente.

28. “Ci vediamo alla festa, Richter!” (Total Recall)

Arnold Schwarzenegger viene soffocato in un ascensore in Total Recall

(Credito immagine: Sony)

Insieme al regista Paul Verhoeven, Arnold Schwarzenegger ha dato il via agli anni ’90 con questo classico della fantascienza che parla di guerra di classe e di falsi ricordi, il tutto in un futuro lontano in cui Marte è il nuovo mondo dell’umanità. Questa classica battuta viene pronunciata all’inizio del film, quando il cattivo esecutore del film, Richter (Michael Ironside) dice sarcasticamente a Quaid (Schwarzenegger) che si vedranno più tardi ad una festa sontuosa. Più tardi, quando Quaid butta Richter giù da un ascensore, Quaid risponde: “Ci vediamo alla festa, Richter!”. Nella sua voce su Urban Dictionary, il sito descrive la battuta come qualcosa che “può essere urlata a caso senza motivo o se si è appena battuto qualcuno in qualche gara”.

27. “Ricordi quando ho detto che avrei promesso di ucciderti per ultimo? Ho mentito” (Commando)

Arnold Schwarzenegger minaccia un sicario in Commando

(Credito immagine: 20th Century Studios)

Commando, uscito nel 1985, è un film d’azione di prima qualità con Schwarzenegger nel ruolo di un ex colonnello delle Forze Speciali dell’Esercito degli Stati Uniti, il cui nome è l’incredibile “John Matrix”, che combatte contro i mercenari per salvare sua figlia (interpretata da una giovane Alyssa Milano). Nel corso del film, John incontra un subalterno di nome Sully. John afferma sarcasticamente che Sully gli piace, almeno abbastanza da ucciderlo per ultimo. Non molto tempo dopo, John tiene Sully per la caviglia su una ripida scogliera, ricordandogli la sua promessa – per poi rivelare che non deve essere preso in parola.

26. “L’ho lasciato andare” (Commando)

Arnold Schwarzenegger guida un'auto in Commando

(Credito immagine: 20th Century Studios)

Lascia ad Arnie il compito di far seguire immediatamente una classica battuta ad un’altra. Dopo aver ucciso Sully facendolo cadere da una scogliera, John si riunisce con Cindy (Rae Dawn Chong), un’assistente di volo coinvolta nell’aiutare John a salvare sua figlia. Quando Cindy chiede cosa sia successo a Sully, John risponde apertamente: “L’ho lasciato andare”, prima di guidare i due nella decappottabile gialla di Sully.

Bonus one-liner: quando Cindy indica che la loro auto è distrutta, dicendogli “Quindi ora non hai più un’auto”, John guarda con calma verso l’auto di Sully e dice: “Ora ce l’ho”.

Leggi di più  Netflix afferma che le nuove regole di condivisione delle password sono state pubblicate per errore

25. “Sverniciare sempre le tubature” (Batman & Robin)

Arnold Schwarzenegger, nei panni di Mr. Freeze, congela le tubature per farle esplodere in Batman e Robin

(Credito immagine: Warner Bros.)

È onestamente difficile scegliere solo alcuni degli incredibili (e incredibilmente cattivi) giochi di parole di Arnie sul freddo in questo sequel di Batman che non è stato apprezzato. Questo viene pronunciato quando Freeze, Poison Ivy (Uma Thurman) e il suo scagnozzo Bane (il wrestler professionista Robert Swenson) evadono dal manicomio di Arkham. Congelando le tubature per farle esplodere, riescono a fuggire facilmente. Memorabile non solo per il fatto di essere così divertente, ma anche perché è un utile promemoria per i proprietari di casa sulla corretta manutenzione. Invernizzi le sue tubature, altrimenti rimarrà al freddo!

24. “Non è un tumore!” (Kindergarten Cop)

Arnold Schwarzenegger insegna a una classe d'asilo in Kindergarten Cop

(Credito immagine: Universal)

Dopo aver dominato il cinema d’azione per adulti per tutti gli anni ’80, Arnold Schwarenegger ha iniziato ad espandere la sua immagine hollywoodiana verso i generi per famiglie. Nel 1990, Schwarzenegger ha recitato nella commedia Kindergarten Cop di Ivan Reitman nel ruolo di John Kimble, un detective della polizia di Los Angeles che lavora sotto copertura come supplente dell’asilo per eliminare un genitore che spaccia droga. All’inizio del lavoro, Kimble dice ai suoi studenti che ha un mal di testa. Quando un furbetto gli dice che potrebbe avere un tumore, Schwarzenegger urla: “Non è un tumore!”. A causa dell’accento austriaco di Schwarzenegger, il suo “too-mah” è diventato uno dei più vecchi meme di Internet.

23. “Sei un ragazzo del coro rispetto a me!” (End of Days)

Arnold Schwarzenegger prende a pugni uno specchio in End of Days

(Credito immagine: Universal)

Arnold Schwarzenegger è un uomo abbastanza cattivo da poter dire al Diavolo in persona? Nel cupo film d’azione-horror End of Days, uscito nel 1999, Schwarzenegger interpreta Jericho Cane, un ex detective della Polizia di New York che protegge una donna innocente (Robin Tunney) scelta per concepire il figlio di Satana. (Il film era quasi interpretato da Tom Cruise e Liv Tyler, e sarebbe stato sicuramente un film molto diverso). Verso la fine, Satana si presenta a Jericho offrendo di resuscitare la moglie e la figlia morta in cambio della donna. Jericho resiste e insulta il Diavolo dicendo che per lui è solo “un ragazzo del coro”. Che cosa fredda da dire all’infernale.

22. “Non si deve bere e cuocere” (Raw Deal)

Arnold Schwarzenegger sta in una cucina rovinata da una torta in Raw Deal

(Credito immagine: Gruppo De Laurentiis Entertainment)

Dopo che Conan il Barbaro è diventato un grande successo, il potere delle star di Arnold Schwarzenegger stava iniziando a crescere a Hollywood. Nel 1986, recitò nel dramma d’azione Raw Deal, interpretando Mark Kaminski, uno sceriffo di provincia incaricato dall’FBI di infiltrarsi nella mafia italiana. All’inizio del film, Mark torna a casa dalla moglie alcolizzata (Kathryn Harrold), che si risente della mediocrità della loro vita. Prepara una torta decorata con bestemmie e la lancia in faccia a Mark. Dopo averla schivata, Mark le dice quasi stoicamente: “Non dovresti bere e cucinare”.

21. “Paracolpi di gomma per passeggini!” (Last Action Hero)

Arnold Schwarzenegger sta in piedi sotto la pioggia in Last Action Hero

(Credito immagine: Columbia)

Questa bizzarra battuta, completamente priva di senso ma pronunciata con maestria, proviene dalla commedia d’azione Last Action Hero, che prende affettuosamente in giro il genere d’azione che Schwarzenegger stesso ha reso famoso. Quando il personaggio di Schwarzenegger, Jack Slater – dal franchise cinematografico fittizio di Jack Slater – viene trasportato nel mondo reale e accompagna un super fan adolescente, Danny (Austin O’Brien), dice a un tassista: “Hai visto quei film in cui si dice ‘Fai la mia giornata’ o ‘Sono il tuo peggior incubo’? Beh, ascolta questo: paraurti di gomma per passeggini!”.

Poi prende in giro Danny: “Non sapevi che l’avrei detto, vero?”.

20. “Ecco Subzero! Ora, semplice zero!” (The Running Man)

Arnold Schwarzenegger urla in un body giallo in The Running Man

(Credito immagine: Tri-Star Pictures)

Nella fantascienza distopica del regista Paul Michael Glaser, Schwarzenegger interpreta il capitano di polizia Ben Richards, che è costretto a partecipare a un futuristico game show televisivo in cui i criminali corrono per la loro vita da mercenari per guadagnare la libertà e una vacanza pagata. Dopo aver sconfitto il killer dell’hockey su ghiaccio “Subzero” (interpretato dal defunto wrestler professionista Professor Tanaka), Ben si vanta: “Ecco Subzero! Ora, semplice zero!”. Anche se questo film è pieno di battute classiche che fanno riferimento ai suoi assalitori, la sua vittoria su Subzero è la migliore.

19. “Sfogati un po’, Bennett” (Commando)

Arnold Schwarzenegger sta a torso nudo alla fine di Commando

(Credito immagine: 20th Century Studios)

Arnold Schwarzenegger ama uccidere i cattivi e fare giochi di parole. In Commando, John Matrix scambia colpi con un ex confratello soldato, Bennett (Vernon Wells), che si è allineato con il grande cattivo del film. Durante il loro combattimento in un complesso industriale, Bennett minaccia di sparare a John “tra le palle”. Pensando velocemente, John strappa un tubo gigante e lo lancia come un giavellotto nel mezzo di Bennett. Mentre il vapore fuoriesce dal tubo e da Bennett, John pronuncia questa citazione che ha fatto epoca.

18. “Cocainum!” (Red Heat)

Arnold Schwarzenegger vestito da poliziotto russo con in mano una protesi alla gamba in Red Heat

(Credito immagine: Tri-Star Pictures)

In questo classico buddy cop del 1988, diretto da Walter Hill, Arnold Schwarzenegger interpreta un poliziotto russo che fa squadra con un poliziotto di Chicago (Jim Belushi) per catturare un boss della cocaina. Dopo aver rimosso la protesi della gamba di un sottoposto criminale, Scharzenegger – guardando direttamente negli occhi di un signore della droga (Ed O’Ross) – versa un mucchio di cocaina e pronuncia “Cocainum!” con occhi impassibili. Poiché ha a malapena senso, questa è un’altra delle battute preferite dai meme su cui Internet si è ossessionato, creando numerose GIF, mashup e modifiche video.

17. “Consideralo un divorzio” (Total Recall)

Arnold Scharzenegger in piedi davanti alla sua ex moglie in Total Recall

(Credito immagine: Tri-Star Pictures)

In Total Recall, il personaggio di Arnie Douglas Quaid inizia il film vivendo una falsa vita creata per lui dall'”Agenzia”, supervisionata dall’antagonista principale del film, Cohaagen (Ronny Cox). Dopo aver appreso che la sua “moglie” Lori (Sharon Stone) è solo un agente assegnato a tenerlo d’occhio e per impedire a Lori di uccidere la sua vera moglie Melina (Rachel Ticotin), Quaid punta una pistola contro Lori. Quando Lori gli ricorda che sono sposati, Quaid le spara in testa e pronuncia questa frase, risparmiando loro la fatica di firmare le carte del divorzio.

Leggi di più  Il trailer di Flash Super Bowl prende in giro un'avventura con il timore della sequenza temporale-con più batmen

16. “Non ho fatto nulla. Il marciapiede era il suo nemico” (Twins)

Arnold Schwarzenegger si prende cura di un uomo ferito in Twins

(Credito immagine: Universal)

Uno dei più grandi azzardi della carriera di Schwarzenegger, che ha dato buoni frutti, è stato quello di recitare nella commedia Twins, diretta da Ivan Reitman, in cui Arnie interpreta Julius, il fratello gemello fisicamente perfetto di Vincent, un criminale da quattro soldi interpretato da Danny DeVito. Ad un certo punto, Julius è l’obiettivo di un tentativo di rapina da parte di un ladro su una moto. Quando il ladro viene sbalzato dalla sua moto (ignaro della forza di Arnie), atterra sul marciapiede e subisce una lieve commozione cerebrale. Quando il partner del ladro urla a Julius, Julius insiste ingenuamente che non ha fatto nulla – è stata la gravità.

15. “Non mi interessa la politica, mi interessa la sopravvivenza” (The Running Man)

Arnolds Schwarzenegger è in piedi con un body giallo e verde in The Running Man

(Credito immagine: Tri-Star Pictures)

Un’altra battuta classica de L’uomo che fugge, questa non fa ridere più di tanto, ma racconta del personaggio di Arnold Schwarzenegger, Ben Richards, che viene costretto a partecipare a un pericoloso gioco televisivo contro la sua volontà. La citazione diventa profonda grazie a ciò che viene detto dopo. Dopo che Ben dice questa frase ad alcuni compagni rivoluzionari, questi gli rispondono: “Al giorno d’oggi, è la stessa cosa”. Chi pensa che essere apolitico sia l’opzione più sicura per vivere la vita, ci ripensi.

14. “Mangio i Berretti Verdi a colazione e in questo momento ho molta fame!” (Commando)

Arnold Schwarzenegger è in piedi in una stanza d'albergo in Commando

(Credito immagine: 20th Century Studios)

Due anni prima che Roddy Piper pronunciasse la sua battuta classica di tutti i tempi nell’iconico film d’azione-horror di John Carpenter Essi vivono (“Sono venuto qui per masticare gomma da masticare e prendere a calci [il sedere], e ho finito la gomma da masticare”), Schwarzenegger aveva la sua versione in Commando. Prima di un combattimento uno contro uno con l’imponente Cooke (Bill Duke), Cooke intimidisce Schwarzenegger ricordandogli che è un Berretto Verde. Schwarzenegger fa spallucce, dicendogli che uccidere i Berretti Verdi è solo il modo in cui inizia la sua giornata.

13. “Sei appena stato cancellato” (Eraser)

Arnolds Schwarzenegger è in piedi sui binari della ferrovia con in mano un telefono in Eraser

(Credito immagine: Warner Bros.)

Semplice, ma elegante. Nel thriller d’azione politica Eraser del 1996, Arnold Schwarzenegger interpreta John Kruger, un U.S. Marshall per il Programma di Protezione Testimoni che ha il compito unico di “cancellare” i testimoni di alto profilo, il che di solito implica inscenare la loro morte e dare loro nuove identità di copertura. Ma verso la fine del film, John Kruger si vendica del suo ex mentore (interpretato da James Caan) organizzando una “finta” morte, per davvero, lasciando la sua limousine sui binari della ferrovia con un treno in arrivo. Schwarzenegger pronuncia questa frase diretta ma bellissima al telefono, quando il personaggio di Caan si rende conto di ciò che sta per accadere.

12. “Temo che la mia condizione mi abbia reso freddo alle vostre suppliche di pietà.” (Batman & Robin)

Arnold Schwarzenegger, nei panni di Mr. Freeze, in Batman e Robin

(Credito immagine: Warner Bros.)

Se Batman & Robin ha una battuta che è davvero forte (capito?), è facilmente questa. Mentre il Mr. Freeze di Arnie è troppo ossessionato dai giochi di parole sulle temperature fredde, uno di questi è in realtà poco spaventoso quando Mr. Freeze ricorda al pubblico quanto sia freddo. Quando un poliziotto di Gotham City implora di essere risparmiato, Freeze lo uccide comunque (con la sua pistola a raggi congelanti sovradimensionata) e pronuncia questa citazione. Pronunciata con l’accento marcato di Schwarzenegger, la battuta sarebbe in realtà fredda come la pietra, se non fosse in Batman & Robin.

11. “È l’ora del Turbo!” (Jingle All the Way)

Arnold Schwarzenegger nel costume di Turbo-Man in Jingle All the Way

(Credito immagine: 20th Century Studios)

All’apice del fenomeno Mighty Morphin Power Rangers, il film commedia del 1996 Jingle All the Way metteva in ridicolo la missione mortale di ogni genitore per ottenere i giocattoli più belli per Natale. Quando il personaggio di Arnold Schwarzenegger, un padre di famiglia di nome Howard, finisce per vestirsi con l’impossibile costume hi-tech di Turbo-Man, recita la frase simbolo di Turbo-Man: “È l’ora di Turbo!”. C’è da scommettere che gli sceneggiatori hanno sofferto per un episodio di troppo dei Power Rangers e hanno impresso nel loro cervello “È l’ora di Morphin’! (Aspetti, questo fa di Arnold Schwarzenegger un Power Ranger?).

10. “Dillon! Figlio di…” (Predator)

Arnold Schwarzenegger e Carl Weathers nella stretta di mano più virile della storia del cinema in Predator

(Credito immagine: 20th Century Studios)

È la stretta di mano più virile della storia del cinema. In Predator, il Dutch di Arnold Schwarzenegger si riunisce con un vecchio compagno dell’esercito, un agente della CIA di nome Al Dillon (Carl Weathers). Quando si salutano in un bar del Sud America, Schwarzenegger urla questo saluto profano ma affettuoso, prima che i due stringano le braccia in un incontro improvvisato di braccio di ferro. I bicipiti sporgenti, il battito coriaceo del contatto palmo a palmo, l’atmosfera sudata di un bar esotico: tutto in questa scena non fa che aumentare il potere di questa intramontabile citazione cinematografica.

9. “Non disturbare il mio amico, è stanco morto” (Commando)

Arnold Schwarzenegger seduto su un aereo in Commando

(Credito immagine: 20th Century Studios)

Quando il John Matrix di Arnold Schwarzenegger è bloccato con un nemico su un volo commerciale, John lo uccide subito, senza che nessun altro se ne accorga. Coprendolo con una coperta blu e un cappello, John chiede all’assistente di volo quanto tempo è previsto per il viaggio in aereo. Poi le chiede di lasciare gentilmente il suo ‘amico’ da solo. Ha avuto una giornata terribile e vuole solo fare un bel pisolino. Schwarzenegger si allontana (“Ho il mal d’aria”), lasciando un gruppo di passeggeri da soli con un cadavere.

Leggi di più  Le recensioni di Infinity Pool sono divise, chiamando il nuovo horror del corpo di Brandon Cronenberg "accattivante" e "vuoto"

8. “Schiacciare i tuoi nemici, vederli scacciare davanti a te e sentire il lamento delle loro donne!” (Conan il Barbaro)

Arnold Schwarzenegger siede in una capanna nel film Conan il barbaro

(Credito immagine: Universal)

Conan il Barbaro è il film che ha reso famoso Arnold Schwarzenegger, e la sua battuta più memorabile può far percepire la totale ferocia che ha cresciuto un bruto guerriero nomade. Nella versione cinematografica di John Milius del 1982 del personaggio dei fumetti pulp di Robert E. Howard, Arnie pronuncia questa dichiarazione su ciò che è meglio nella vita. E non si tratta di amore, famiglia e sicurezza. Questa citazione di tutti i tempi è stata sicuramente recitata negli spogliatoi e nelle caserme militari di tutto il mondo.

7. “Metti giù quel biscotto, ora!” (Jingle All the Way)

Arnold Schwarzenegger usa un telefono pubblico nel film Jingle All the Way

(Credito immagine: 20th Century Studios)

Durante Jingle All the Way, il personaggio di Arnie, Howard, viene deriso dal suo vicino divorziato Ted (il compianto, grande Phil Hartman), che sta lentamente facendo delle mosse con la moglie di Howard, Liz (Rita Wilson). Mentre è via per cercare di prendere una bambola Turbo-Man, Howard chiama per controllare a casa, solo per rendersi conto che Ted è lì per aiutare Liz a preparare i biscotti di Natale. Dopo aver detto a Howard che i biscotti di Liz sono “fuori dal mondo”, i suoi gemiti di piacere spingono Howard a gridargli di mettere giù i biscotti. Nel 2013, per qualche motivo, Schwarzenegger ha recitato questa battuta sul suo canale YouTube.

6. “Bene, tutti quanti! Rilassatevi!” (Batman & Robin)

Arnold Schwarzenegger con il costume di Mr. Freeze in Batman e Robin

(Credito immagine: Warner Bros.)

La cosa migliore e più bella degli abbondanti giochi di parole di Arnie Mr. Freeze in Batman & Robin è che si possono usare praticamente in qualsiasi momento della vita quotidiana. Giornata caotica in ufficio? I bambini hanno un eccesso di zuccheri? La cena di famiglia per il Ringraziamento sta diventando troppo intensa a causa di accese discussioni politiche? Prenda esempio dal Freeze di Arnold Schwarzenegger. Dica a tutti di rilassarsi. (Può essere utile o meno avere un laser di ghiaccio gigante per far capire il suo punto di vista).

5. “Vai all’elicottero!” (Predator)

Arnold Schwarzenegger nella giungla in Predator

(Immagine di credito: 20th Century Studios)

Per un breve periodo a metà degli anni 2000, non si poteva percorrere un miglio senza imbattersi in questa frase iconica di Predator. Che stesse giocando a Counter-Strike online o che avesse la radio che trasmetteva una canzone di Eminem (“Just Like That”), qualcuno da qualche parte citava questa battuta di Arnie di Predator di tutti i tempi. Urlata dal Dutch di Schwarzenegger a un’alleata (Elpidia Carrillo) per metterla in salvo, la pronuncia di Arnie, in preda al panico, la rende tanto esilarante quanto intensa. Inoltre, è un consiglio sensato: in caso di dubbio, vai all’elicottero!

4. “Se sanguina, possiamo ucciderlo” (Predator)

Arnold Schwarzenegger in piedi in una giungla nebbiosa in Predator

(Credito immagine: 20th Century Studios)

Alcuni film di Schwarzenegger sono semplicemente troppo carichi di citazioni fantastiche. E Predator è facilmente tra questi. In Predator, Schwarzenegger sottolinea che solo perché il loro nemico alieno è più forte, più veloce e armato con armi migliori, questo non lo rende immortale. La frase “Se sanguina, possiamo ucciderlo” è stranamente applicabile anche alla vita quotidiana, sia che si tratti di atleti sfavoriti che sfruttano le debolezze dei loro avversari più forti, sia che si tratti di noi che affrontiamo il ragno che si nasconde da qualche parte nel salotto. Ogni volta che si trova di fronte a probabilità impossibili, non dimentichi mai quello che ha detto Arnold Schwarzenegger.

3. “Hasta la vista, baby” (Terminator 2: Il giorno del giudizio)

Arnold Schwarzenegger guida un'auto nel deserto in Terminator 2: Il giorno del giudizio

(Credito immagine: Tri-Star Pictures)

Ribaltando il copione di The Terminator, il cyborg assassino di Arnie dell’anno 2029 è ora un alleato del leader rivoluzionario destinato John Connor (Edward Furlong) nell’epico blockbuster di James Cameron Terminator 2: Il giorno del giudizio. Quando John consiglia al T-800 di essere meno robotico e di avere un po’ più di atteggiamento, il T-800 impara questo pezzo macabro di spagnolo. Più tardi, dopo aver congelato il più avanzato T-1000 (Robert Patrick), il T-800 ricorda dalla sua memoria del disco rigido ciò che John gli aveva detto prima. È una battuta perfetta, che fa sentire più umano un potente essere sintetico.

2. “Vieni con me se vuoi vivere” (Terminator 2: Il giorno del giudizio)

Arnold Schwarzenegger offre a Sarah Connor una mano in prestito in Terminator 2: Il giorno del giudizio

(Credito immagine: Tri-Star Pictures)

Probabilmente ancora più famosa di “Hasta la vista, baby”, questa celebre battuta di Scwharzenegger in realtà non è stata pronunciata da lui, almeno all’inizio. Nel primo film della serie Terminator, uscito nel 1984, la battuta viene pronunciata da Michael Biehn che interpreta il combattente della resistenza Kyle Reese, inviato nel passato per proteggere Sarah Connor (Linda Hamilton). Ma Schwarzenegger la fa sua nel sequel. Ora che interpreta l’eroico T-800 incaricato di proteggere i Connor, il T-800 che cita Kyle a Sarah è una scrittura brillante ed efficace che rivela che ora è lui il buono.

1. “Tornerò” (The Terminator e tanti altri)

Arnold Schwarzenegger indossa occhiali da sole scuri nell'iconico film The Terminator

(Credito immagine: Orion Pictures)

Arnold Schwarzenegger ha pronunciato per la prima volta la sua battuta più iconica, più versatile e più citabile di tutti i tempi in The Terminator, rivolta a un poliziotto senza nome seduto dietro una scrivania. Poiché Arnie ha pronunciato una frase da 10 e lode la prima volta, altri film l’hanno fatta ripetere alla star, e poi ancora, e ancora. Schwarzenegger si è ripetuto in Commando, The Running Man, Kindergarten Cop, The Last Action Hero, The Expendables 2 (quest’ultimo con la battuta di Bruce Willis: “Sei tornato abbastanza!”) e, naturalmente, in quasi tutti i sequel di Terminator in cui ha recitato. Non è difficile capire perché. Un eroe del grande schermo come Arnold Schwarzenegger capita solo una volta in una generazione. Speriamo che quando se ne andrà, tornerà.

Frenk Rodriguez
Salve, mi chiamo Frenk Rodriguez. Sono uno scrittore esperto con una forte capacità di comunicare in modo chiaro ed efficace attraverso i miei scritti. Ho una profonda conoscenza dell'industria del gioco e sono sempre aggiornato sulle ultime tendenze e tecnologie. Sono attento ai dettagli e in grado di analizzare e valutare accuratamente i giochi, e affronto il mio lavoro con obiettività e correttezza. Inoltre, apporto una prospettiva creativa e innovativa alla mia scrittura e alle mie analisi, che contribuisce a rendere le mie guide e recensioni coinvolgenti e interessanti per i lettori. Nel complesso, queste qualità mi hanno permesso di diventare una fonte affidabile di informazioni e approfondimenti nel settore dei giochi.