32 film classici degli anni ’90 che probabilmente ha dimenticato

Non si può negare che gli anni ’90 siano stati un periodo fantastico per il cinema. Che il suo genere preferito fosse l’azione emozionante o l’animazione innovativa, c’era qualcosa per tutti in quell’epoca d’oro. Uno dei motivi principali per cui l’elenco dei classici usciti dal 1990 al 1999 sembra così infinito è dovuto agli enormi cambiamenti che stavano avvenendo nell’industria cinematografica dell’epoca.

I miglioramenti nella CGI hanno fatto sì che in questo decennio le acrobazie fossero più difficili che mai e che eroi come Keanu Reeves e Brendan Fraser fossero protagonisti di film d’azione ricchi di esplosioni. Nel frattempo, l’animazione ha fatto passi da gigante: Toy Story è diventato il primo film completamente animato al computer e siamo entrati nell’era classica della Disney con successi dello studio come Il Re Leone, Tarzan e Aladdin. Senza contare la crescita dei film slasher e l’epoca d’oro delle commedie romantiche, che hanno portato a successi commerciali al botteghino come mai prima d’ora.

Ma mentre i film di maggior incasso del decennio includevano Forrest Gump, Titanic e Jurassic Park, ci sono molte altre gemme nascoste di questo decennio che forse ha dimenticato. Stiamo parlando di film indipendenti di nicchia, di thriller d’azione che sono passati inosservati e di commedie che meritano di essere rivisitate. Quindi, per aiutarla a pianificare il suo prossimo rewatch, ecco la sua guida ai 32 film classici degli anni ’90 che probabilmente ha dimenticato.

32. Galaxy Quest (1999)

Ricerca galattica

(Immagine: Dreamworks)

Sia un omaggio che una parodia dei grandi show di fantascienza come Star Trek, Galaxy Quest è una commedia calorosa che la farà sorridere. Segue un gruppo di attori scapestrati di una serie televisiva di culto chiamata Galaxy Quest, che si ritrovano involontariamente coinvolti in un conflitto intergalattico. L’esilarante scenario si verifica dopo che alcuni alieni reali scambiano il loro show televisivo per un documentario e pensano di essere gli unici a poterli salvare. La sciocca premessa è venduta dal suo incredibile cast, tra cui Sigourney Weaver nel ruolo di Gwen, Alan Rickman nel ruolo di Alexander e Tim Allen nel ruolo di Jason. Faccia partire i phaser per il divertimento con questo film.

Galaxy Quest£13.99a Amazon£24.32a Amazon

31. Strictly Ballroom (1992)

Sala da ballo rigorosa

(Crediti immagine: M&A Productions)

Il debutto alla regia di Baz Luhrmann, Strictly Ballroom, ha consacrato il regista australiano come uno da tenere d’occhio. Ambientato nel mondo del ballo professionale competitivo, il classico di culto ha come protagonista Paul Mercurio nel ruolo di Scott Hastings, un campione di ballo in missione per dimostrare alla Ballroom Confederation che esistono nuovi passi. Assumendo una novizia come partner di ballo, la coppia si propone di vincere i Campionati Australiani ballando al ritmo del proprio tamburo. Una grande storia ricca di emozioni e le prime indicazioni del talento cinematografico di Luhrmann, questo è un dramma che non sbaglia un colpo. Inoltre, è interessante notare che segna anche la prima della “trilogia del sipario rosso” del regista, che esplora il mondo del teatro e che continuerà con Romeo + Giulietta e Moulin Rouge.

30. Cape Fear (1991)

Cape Fear

(Credito immagine: NBC)

Spesso presente alla fine delle classifiche di Martin Scorsese, Cape Fear è in realtà uno dei film più sottovalutati del regista. Uscito nel 1991, il thriller presenta alcuni dei suoi materiali più oscuri, in quanto segue un detenuto che usa la sua nuova conoscenza della legge per cercare di vendicarsi dell’uomo che incolpa per il suo arresto. Interpretato dal frequente collaboratore del regista Robert De Niro, oltre che da un cast stellare che comprende Jessica Lange, Nick Nolte e Juliette Lewis, questo film elegante e scioccante merita di essere rivisto durante il prossimo rewatch di Scorsese.

29. George della Giungla (1997)

George della Giungla

(Credito immagine: Disney)

Nessun elenco di film degli anni ’90 sarebbe completo senza un film interpretato da Brendan Fraser. L’attore è stato considerato una delle star cinematografiche più prolifiche del decennio, facendosi conoscere come eroe d’azione. Ecco perché la sua interpretazione deliziosamente esilarante in George della Giungla è ancora più divertente. Una svolta su Tarzan, il film segue un giovane uomo che è stato allevato dagli animali dopo che un incidente aereo lo ha lasciato bloccato nella giungla. Quando è stato distribuito per la prima volta, è stato stroncato dalla critica, ma negli anni successivi ha avuto un meritato revival e rappresenta la scelta perfetta da rivedere se è alla ricerca di qualcosa di spensierato e divertente, con tutti i classici tropi anni ’90 che si possono desiderare.

George of the Jungle£ 19.24 su Amazon

28. La Famiglia Addams (1991)

La famiglia Addams

(Immagine: Paramount)

Anche se presenta una delle famiglie più famigerate della cultura popolare, forse non pensava a La Famiglia Addams da un po’ di tempo. Oscurata dal suo sequel più popolare, la commedia nera soprannaturale fu il primo adattamento dei personaggi dei cartoni animati di Charles Addams in decenni, ma avrebbe continuato a definire la storia. Questa versione vede una serie di artisti della truffa che cercano di truffare l’eccentrica famiglia mascherandosi da zio perduto da tempo, il tutto portato a livelli bizzarri e macabri. Se questo non basta a convincerla, lo faccia per le interpretazioni iconiche, tra cui l’affascinante e macabra Morticia Addams di Anjelica Huston e Christina Ricci in uno dei suoi primi ruoli, la stoica Mercoledì Addams.

27. Deep Impact (1998)

Deep Impact

(Credito immagine: Paramount)

Gli anni ’90 sono stati il decennio dei film catastrofici, in quanto le paure sul cambiamento climatico si sono amplificate e la CGI ha raggiunto un livello in cui quasi tutto era possibile. Mentre Titanic e Independence Day sono spesso considerati i punti fermi dell’epoca, Deep Impact è una gemma di genere nascosta che vale la pena di rivedere. Diretto da Mimi Leder, il film di fantascienza con Robert Duvall ed Elijah Wood segue un gruppo che cerca di distruggere una cometa larga 7 miglia che si dirige direttamente verso la Terra. La critica è stata piuttosto severa nei confronti del film, che ha finito per fare a pugni con Armageddon nella stessa estate. Sebbene abbia vinto il botteghino nel 1998, il suo compagno di uscita è rimasto più a lungo nella storia del cinema. Nonostante ciò, Deep Impact rimane una scelta perfetta per un rewatch se desidera un po’ del classico doom degli anni ’90.

26. Le avventure di Priscilla, Regina del Deserto (1994)

Priscilla, Regina del Deserto

(credito immagine: MGM)

Hugo Weaving, Terence Stamp e Guy Pearce sono tutti protagonisti di questo classico australiano su una coppia di drag queen e una donna transgender che viaggiano attraverso l’Outback. Partendo da Sydney, compiono l’epico viaggio verso Alice Springs nel loro autobus turistico soprannominato Priscilla, dopo che il Tick di Weaving viene invitato a esibirsi in un casinò dalla sua ex moglie. Durante il viaggio, il trio incontra alcuni personaggi colorati in questa commedia calorosa, che riesce a rimanere una tenera esplorazione dell’identità, delle relazioni e dell’amicizia tra le risate.

Leggi di più  Steven Spielberg non ha rimpianti di rifiutare Harry Potter

25. 10 cose che odio di te (1999)

10 cose che odio di te

(Credito immagine: Disney)

Situato proprio alla fine dell’epoca d’oro delle commedie romantiche, 10 cose che odio di te è uno di quei film che non invecchiano mai. Il classico dei teenager è una libera modernizzazione de La bisbetica domata di William Shakespeare, il tutto raccontato attraverso la lente degli appuntamenti al liceo. Joseph Gordon-Levitt interpreta Cameron che, nel tentativo di uscire con Bianca (Larisa Oleynik) e di aggirare le rigide regole del padre in materia di appuntamenti, paga il cattivo ragazzo Patrick (Heath Ledger) per uscire con sua sorella, la discutibile Kat (Julia Stiles). Ricca di tropi, interpretazioni emozionanti e grandiose cadute d’ago, le commedie romantiche non sono migliori di questa. E la performance di Ledger di “Can’t Take My Eyes Off You” sulle gradinate è davvero iconica come i momenti dei film degli anni ’90, giusto?

24. East Is East (1999)

L'est è l'est

(Immagine di credito: Film 4)

La commedia-drammatica britannica East Is East è un’eccellente esplorazione della vita a Salford, Lancashire, negli anni ’70. Scritta da Ayub Khan-Din e diretta da Damien O’Donnell, fa entrare gli spettatori nella famiglia guidata dal padre pakistano George (Om Puri) e dalla madre inglese Ella (Linda Bassett). In un contesto di scontri culturali e differenze generazionali, George è al centro di questo film come uomo che cerca disperatamente di crescere bene la sua famiglia in un mondo che sembra in costante cambiamento. Qualcuno vuole una mezza tazza di tè?

23. Ma io sono una cheerleader (1999)

Ma io sono una cheerleader

(Crediti immagine: Lionsgate)

Il classico cult Ma io sono una cheerleader punta la sua lente acerba sulle commedie romantiche adolescenziali in questa esilarante satira. Il cuore del film è costituito da un’interpretazione da star di Natasha Lyonne, nel ruolo di una cheerleader del liceo che viene sottoposta a una terapia di conversione per curare il suo lesbismo. Invece, ha l’effetto opposto e impara ad abbracciare la sua sessualità nel debutto alla regia di Jamie Babbit. Il film vanta anche un cast di supporto stellare, tra cui Clea DuVall, RuPaul Charles, Michelle Williams, Cathy Moriarty e Melanie Lynskey.

22. Point Break (1991)

Point Break

(credito immagine: Warner Bros.)

“Se vuoi il massimo, devi essere disposto a pagare il prezzo massimo”, avverte il Bodhi di Patrick Swayze nel film d’azione criminale Point Break del 1991. Il thriller diretto da Kathryn Bigelow vede protagonista Keanu Reeves nel ruolo dell’agente dell’FBI Johnny Utah, che si infiltra in un gruppo di surfisti nel tentativo di risolvere un caso di rapina in banca ad alto rischio. Durante il percorso, si innamora di questo sport e sviluppa una relazione complessa con il leader del gruppo. Pur avendo avuto successo all’epoca, il film ha ottenuto un seguito di culto negli anni successivi alla sua uscita ed è uno dei film più divertenti e deliziosamente assurdi del decennio. Si metta comodo e cavalchi l’onda con questo film.

21. Pump Up the Volume (1990)

Pump Up The Volume

(credito immagine: Warner Bros.)

Christian Slater è il protagonista di questo film drammatico che parla di uno studente liceale che inizia a lavorare in nero come DJ radiofonico. Trasmettendo dal seminterrato dei suoi genitori, il suo show notturno diventa una fuga dalla monotonia della vita di una piccola città e uno sfogo per tutta l’angoscia e la frustrazione adolescenziale. Come ci si può aspettare, la colonna sonora è strepitosa, mentre lo scrittore e regista Allan Moyle riesce a catturare il periodo doloroso dell’adolescenza in modo sentito e ricco di sfumature. È rimasto a lungo sotto il radar, dopo aver fallito il successo al botteghino all’epoca della sua uscita, ma non c’è mai stato un momento migliore per dargli un’altra possibilità.

20. Batman: La maschera del fantasma (1993)

Batman: Mask of the Phantasm

(Credito immagine: Warner Bros.)

Tra la fine degli anni ’80 e gli anni ’90 è stato realizzato un intero flusso di film di Batman in live-action, cercando di ridefinire l’eroe classico dopo il suo periodo di massimo splendore sul piccolo schermo negli anni ’60. Ma probabilmente il miglior adattamento è in realtà quello di Batman. Ma probabilmente il miglior adattamento è il film d’animazione Mask of the Phantasm, che fu il primo lungometraggio basato su Batman: The Animated Series. Il film seguiva Batman (doppiato dall’iconico Kevin Conroy) che si trovava ad affrontare una storia d’amore nascente con un’ex fiamma, mentre cercava di capire perché i boss del crimine di Gotham City continuavano ad essere uccisi da un misterioso vigilante. Come se non bastasse, il Joker di Mark Hamill è tornato per causare altri problemi al Crociato incappucciato. Grazie alle interpretazioni vocali che definiscono il personaggio, all’animazione stilizzata e alla grande narrazione, questo è un film di Batman che resiste alla prova del tempo.

19. La Haine (1995)

La Haine

(Credito immagine: StudioCanal)

L’implacabile thriller sociale La Haine è un orologio elettrico che racconta un giorno e una notte nella vita di tre amici in un sobborgo povero di Parigi. Interpretati da Vincent Cassel, Hubert KoundÉ e SaÏd Taghmaoui, gli spettatori incontrano il trio all’indomani di una serie di rivolte, mentre si scontrano quasi costantemente con la polizia. Tuttavia, ciò che colpisce maggiormente di questo film pieno di tensione è il modo in cui affronta le profonde divisioni sociali ed economiche nella Parigi degli anni ’90 attraverso l’obiettivo in bianco e nero del regista Mathieu Kassovitz. Innegabilmente un classico del cinema mondiale, il film viene spesso trascurato tra i migliori film dell’epoca, ma merita di essere rivisto durante la sua prossima immersione nel decennio.

18. Run Lola Run (1998)

Corri Lola Corri

(Credito immagine: Columbia Tristar)

È probabile che non abbia mai visto un film come il thriller sperimentale tedesco Run Lola Run, ed è tanto meglio per questo. Scritto e diretto da Tom Tykwer, la premessa ingannevolmente semplice vede una donna di nome Lola tentare di ottenere 100.000 marchi tedeschi in soli 20 minuti per salvare la vita del suo ragazzo. In realtà, si tratta di un commento sul libero arbitrio e sul determinismo, avvolto in un thriller dal ritmo incalzante, in quanto le interazioni di Lola con gli estranei hanno effetti duraturi sul resto delle loro vite. Sostenuto da una forte interpretazione centrale di Franka Potente, questo film energico è stato paragonato a tutto, da Speed a Sliding Doors, ma potrebbe superarli tutti.

Leggi di più  Il finale di Heart of Stone: il film di Netflix prevede un sequel?

17. Principessa Mononoke (1997)

Principessa Mononoke

(Immagine di credito: Studio Ghibli)

Sebbene i film più noti dello Studio Ghibli siano usciti negli anni ’80 e 2000, lo studio d’animazione ha realizzato un’intera serie di film meravigliosi negli anni ’90. Il principale di questi è la rivoluzionaria Principessa Mononoke, scritta e diretta da Hayao Miyazaki. Il principale di questi è l’innovativo Principessa Mononoke, un fantasy epico scritto e diretto da Hayao Miyazaki. La storia è incentrata su un principe Emishi di nome Ashitaka, che si trova a dover affrontare la lotta tra gli dei della foresta e gli umani che abusano delle sue risorse. Oltre a contenere le creature strane e meravigliose così centrali nei film Ghibli, i temi dell’animazione sull’ambientalismo e sulla perdita dell’innocenza sono ciò che la rende davvero brillante.

16. Event Horizon (1997)

Event Horizon

(Credito d’immagine: Paramount )

L’horror fantascientifico Event Horizon è uno di quei film che si amano o si odiano, ma non si può negare che sia un classico del genere. Diretto da Paul W. S. Anderson, il film segue un equipaggio di astronauti inviati in missione di salvataggio dopo che l’astronave scomparsa Event Horizon appare improvvisamente vicino a Nettuno. Rilasciato al posto di Titanic dalla Paramount dopo che l’epopea di James Cameron non aveva rispettato la data prevista, la produzione del film è quasi più famosa del film stesso. Le voci di un montaggio frettoloso e di interferenze dello studio hanno portato molti a cancellarlo al momento dell’uscita originale, ma negli anni successivi ha sviluppato un meritato seguito di culto. Grazie alle grandi interpretazioni di Laurence Fishburne e Sam Neill e ai veri spaventi, vale sicuramente la pena di rivederlo.

15. Piccoli soldati (1998)

Piccoli soldati

(Immagine: NBC/Universal)

Con Toy Story che è stato un film fondamentale degli anni ’90, è facile dimenticarsi di un altro grande caper basato sui giocattoli. Small Soldiers segue due fazioni di action figures che diventano senzienti dopo essere state accidentalmente dotate di un microprocessore militare. Le cose si complicano quando alcuni giocattoli iniziano a comportarsi come veri soldati e scatenano una vera e propria guerra nel quartiere. Realizzato principalmente con pupazzi, la grafica resiste molto bene e questo film è molto più divertente di quanto il suo punteggio su Rotten Tomatoes possa far pensare. Diretto da Joe Dante di Gremlins, presenta anche un cast vocale straordinario, tra cui Kirsten Dunst, Tommy Lee Jones e Frank Langella.

14. Gli uomini bianchi non possono saltare (1992)

Gli uomini bianchi non possono saltare

(credito immagine: 20th Century Studios)

Woody Harrelson e Wesley Snipes interpretano dei truffatori di streetball nella classica commedia sportiva Gli uomini bianchi non sanno saltare. Il Billy Hoyle di Harrelson è un ex cestista universitario che sta vincendo molto truffando i giocatori, facendo credere loro di non poter giocare. Decide poi di fare squadra con una delle sue vittime, Sidney Deane di Snipes, per raddoppiare i profitti. Pieno di battute molto citazioniste, interpretazioni affascinanti e molto divertimento, non è tanto un film sul basket quanto una vera e propria commedia. Ma con la sua superba colonna sonora, è infinitamente divertente e molto, molto superiore al suo remake.

13. Election (1999)

Elezioni

(Crediti immagine: Paramount)

Election presenta uno dei ruoli più iconici di Reese Witherspoon, che interpreta Tracy Flick, una donna ambiziosa che progetta di candidarsi senza opposizione per diventare presidente del liceo. Questo fino a quando il suo insegnante di educazione civica (interpretato da Matthew Broderick) incoraggia un popolare giocatore di football a candidarsi contro di lei. L’ilarità si scatena quando la campagna elettorale va sempre più fuori controllo e la commedia piccante di Alexander Payne fa un’astuta parodia del sistema politico statunitense. Tanto divertente quanto intelligente, questo è un film di spicco di un decennio di commedie classiche.

12. Miller’s Crossing (1990)

Miller's Crossing

(Credito immagine: 20th Century Studios)

Uno dei migliori film degli anni ’90 è arrivato proprio all’inizio. Miller’s Crossing, film gangster neo-noir dei fratelli Coen, racconta la storia di una lotta per il potere tra due bande rivali. Ambientato nei ruggenti anni ’20, Gabriel Byrne interpreta Tom Reagan, il braccio destro del boss del crimine Leo O’Bannon (Albert Finney). Dopo aver venduto i suoi servizi anche a un’organizzazione rivale, riesce a mettere le due bande l’una contro l’altra grazie alla rapidità di pensiero, ai continui tradimenti e a un sacco di fortuna. Questo film ha segnato il terzo film dei Coen come coppia di registi e contiene molti dei loro marchi di fabbrica, tra cui personaggi colorati e una violenza sorprendente. Facente parte di The Criterion Collection, il film è spesso presente negli elenchi dei ‘best-of’, ma potrebbe essersene dimenticato grazie alla sua data di uscita a cavallo del decennio.

11. Misery (1990)

Misery

(Credito immagine: Castle Rock Entertainment)

Il thriller Misery di Rob Reiner immagina cosa potrebbe accadere se un autore fosse tenuto prigioniero da un fan ossessivo. Basato sull’omonimo romanzo di Stephen King del 1987, ha come protagonista Kathy Bates nel ruolo della fan che tiene sotto la minaccia di un coltello l’autore di romanzi di James Caan, fino a quando non riscrive il finale della sua serie di romanzi. La Bates ha vinto un Oscar per la sua interpretazione assolutamente agghiacciante, e il film offre anche una visione davvero interessante del modo in cui vediamo la fama, che oggi è ancora più attuale.

10. Gremlins 2: La nuova partita (1990)

Gremlins 2

(credito immagine: Warner Bros.)

Spesso messo in ombra dal suo amato primo film, il sequel di Gremlins merita in realtà una rivisitazione. Molto diverso dall’originale, a parte i mostri del titolo, segue la progenie di Gizmo mentre crea scompiglio a New York City. Pieno di satira sulla produzione cinematografica e su Hollywood, Joe Dante gestisce abilmente il seguito che cattura la stranezza dell’originale e allo stesso tempo percorre un nuovo terreno. Con commenti metaforici su tutto, dai critici che hanno criticato il primo film alle parodie dei film di Rambo, c’è molto da capire. E anche se è molto meno cupo dell’originale, le creature sono comunque sufficienti per farle venire i brividi.

Leggi di più  Anteprime del trailer di Creed 3 Michael B. Jordan più duro di sempre

9. Come va bene (1997)

Il meglio che c'è

(Credito d’immagine: Sony)

Jack Nicholson interpreta un romanziere misantropo e bigotto che è costretto a confrontarsi con la sua natura meschina quando il suo vicino gay viene aggredito. Mentre si prende cura del suo cane, forma un legame inaspettato sia con il vicino che con una cameriera in questa affascinante commedia romantica. Greg Kinnear e Helen Hunt sono anche i protagonisti della splendida sceneggiatura di Mark Andrus e James L. Brooks, che cura anche la regia. Il film ha incantato la critica e il botteghino. Non solo ha vinto diversi Academy Awards, compresi i premi per la recitazione di Nicholson e Hunt, ma è anche una colonna portante delle liste dei ‘migliori’. Divertente, commovente e acuto, merita di essere rivisto.

8. Prima dell’alba (1995)

Prima dell'alba

(Credito d’immagine: Warner Bros.)

Primo capitolo della meravigliosa trilogia di Richard Linklater, il dramma romantico Before Sunrise segue Jesse (Ethan Hawke) e CÉline (Julie Delpy) come estranei che si incontrano su un treno. Dopo aver deciso di scendere a Vienna, i due trascorrono la notte insieme, girando per la città e imparando tutto ciò che possono l’uno dell’altra. Trattando argomenti che vanno dalla mortalità alla natura dell’amore, raramente si trovano d’accordo, ma c’è qualcosa di infinitamente avvincente in due persone che esplorano un legame, soprattutto quando sono interpretate in modo così brillante da Hawke e Delpy. Potrebbe essere il film più romantico del decennio.

7. Calci e grida (1995)

Scalciando e urlando

(Credito immagine: Trimark)

Il debutto alla regia di Noah Baumbach, Kicking and Screaming, potrebbe non ricevere molta attenzione tra la sua stellare filmografia, ma vale la pena dedicargli del tempo. Segue un gruppo di laureati apparentemente incapaci di andare avanti con le loro vite, mentre navigano negli anni successivi alla scuola e si affacciano timidamente nel mondo reale. Questo film indie a basso budget è interpretato da un cast di quasi sconosciuti, tra cui Josh Hamilton, Chris Eigeman, Eric Stoltz e Parker Posey, e contiene alcune prime indicazioni sullo stile unico di Baumbach. Il modo in cui cattura magnificamente il limbo della prima età adulta e l’energia dei fannulloni degli anni ’90 è particolarmente meraviglioso.

6. Swingers (1996)

Scambisti

(Credito immagine: Lionsgate)

Molto prima di creare The Mandalorian, Jon Favreau scrisse Swingers, basato vagamente sulle sue esperienze giovanili. Una buddy comedy nel suo cuore, con Favreau e Vince Vaughn nei panni di attori single e disoccupati che cercano di trovare il successo a Hollywood. Con le interpretazioni di Ron Livingston e Heather Graham, cattura il limbo della prima età adulta e di una brutta rottura. Ha fatto diventare star quasi tutte le persone coinvolte, compreso il suo regista Doug Liman, che avrebbe continuato a dirigere The Bourne Identity, Mr. & Mrs. Smith e Edge of Tomorrow.

5. Office Space (1999)

I lavoratori dell'ufficio si ritrovano in Office Space

(Credito immagine: 20th Century Studios)

Guardare il tran tran dell’ufficio di un’azienda di software del Texas non dovrebbe essere così divertente, ma l’intelligente sceneggiatura dello scrittore e regista Mike Judge riesce a fare l’impossibile in Office Space. Seguendo un gruppo di dipendenti che affrontano le loro prove e tribolazioni quotidiane, questa satira prende davvero il via quando decidono di ribellarsi al loro avido capo. Caratterizzato da un’ottima colonna sonora e da un cast fantastico che comprende Ron Livingston, Jennifer Aniston e Stephen Root, il film è stato a lungo considerato un classico di culto. La sua eredità continua anche al di fuori del cinema, avendo avuto un enorme impatto sulla cultura popolare, generando infiniti meme, causando un aumento delle vendite di spillatrici rosse e persino fornendo l’ispirazione per l’eccellente show Severance di Apple TV+.

4. Reservoir Dogs (1992)

Reservoir Dogs

(Crediti immagine: Lionsgate)

La carriera di Quentin Tarantino può ora essere definita di genere, ma all’inizio degli anni ’90, era un giovane regista che cercava di farsi un nome. Reservoir Dogs segnò il suo debutto nel lungometraggio e introdusse il suo tono unico. Ricco dei tratti distintivi di Tarantino, come la violenza pesante, il dialogo impreciso e la narrazione non lineare, seguiva un gruppo di ladri di diamanti la cui rapina in una gioielleria finisce male. Interpretato da Harvey Keitel, Tim Roth, Steve Buscemi e Lawrence Tierney, ha contribuito a catapultare le carriere di quasi tutti i protagonisti. E anche se potrebbe non essere il primo pensiero quando si sceglie un classico di Tarantino degli anni ’90, con l’arrivo di Pulp Fiction solo due anni dopo, questo neo-noir non dovrebbe essere trascurato.

3. Rushmore (1998)

Rushmore

(credito immagine: Touchstone)

Rushmore, la commedia di Wes Anderson degli anni ’90 sul tema dell’adolescenza, è sempre in grado di strapparle un sorriso. Co-sceneggiato con Owen Wilson, il film è ambientato nella fittizia Rushmore Academy, dove Max, uno studente impegnato ma in difficoltà, lega con il ricco industriale Herman Blume a causa del loro comune affetto per un’insegnante di scuola elementare. Bill Murray interpreta in modo memorabile Blume, ma è davvero Jason Schwartzman la rivelazione qui, al suo debutto cinematografico, con la sua interpretazione deliziosamente fuori dagli schemi. Affascinante e spiritoso, è un classico per un motivo.

2. Orlando (1992)

Orlando

(Credito immagine: Sony)

Sally Potter scrive e dirige questo meraviglioso adattamento di Virginia Woolf dell’omonimo libro del 1928. Tilda Swinton interpreta Orlando nel dramma d’epoca fantasy su un nobile a cui la Regina Elisabetta I ordina di non invecchiare mai. Quentin Crisp interpreta il monarca, mentre Billy Zane veste i panni di Marmaduke Bonthrop Shelmerdine (sì, è un bel nome), ma è la Swinton che è pura magia nel ruolo principale. Potter riesce anche a catturare la meraviglia visiva del romanzo della Woolf, così come la sua poesia e stranezza.

1. Un piano semplice (1998)

Un piano semplice

(Credito d’immagine: Universal/Paramount)

L’eredità di Sam Raimi sullo schermo potrebbe essere per sempre intrecciata con i franchise di Evil Dead e Spider-Man, ma il suo thriller poliziesco del 1998 è un punto di riferimento nella sua filmografia. A Simple Plan segue due fratelli, Hank (Bill Paxton) e Jacob (Billy Bob Thornton) che scoprono un aereo precipitato con 4,4 milioni di dollari in contanti nascosti al suo interno. Insieme al loro amico Lou (Brent Briscoe) e alla moglie di Hank, Sarah (Bridget Fonda), organizzano un semplice piano per mantenere il denaro segreto. Tuttavia, non passa molto tempo prima che la lealtà venga messa alla prova, mentre la tensione emotiva si intensifica tra i personaggi e la violenza incombe. I paragoni con Fargo possono aver oscurato la sua uscita, ma questo dramma si distingue per essere un film devastante ed emozionante.

Frenk Rodriguez
Salve, mi chiamo Frenk Rodriguez. Sono uno scrittore esperto con una forte capacità di comunicare in modo chiaro ed efficace attraverso i miei scritti. Ho una profonda conoscenza dell'industria del gioco e sono sempre aggiornato sulle ultime tendenze e tecnologie. Sono attento ai dettagli e in grado di analizzare e valutare accuratamente i giochi, e affronto il mio lavoro con obiettività e correttezza. Inoltre, apporto una prospettiva creativa e innovativa alla mia scrittura e alle mie analisi, che contribuisce a rendere le mie guide e recensioni coinvolgenti e interessanti per i lettori. Nel complesso, queste qualità mi hanno permesso di diventare una fonte affidabile di informazioni e approfondimenti nel settore dei giochi.