Chi è Black Panther – The Powers, Nemies e Comic Book History of Wakanda’s Leader di Wakanda

Black Panther è uno dei personaggi più popolari e unici della Marvel – e ora, nell’MCU, Shuri è ufficialmente il nuovo Black Panther.

Mentre molti moderni eroi Marvel come Thor, Captain America e Spider-Man sono venuti a incorporare più personaggi che operano con le stesse identità di supereroi, il concetto di quel tipo di eredità è cotto nella pantera nera sin dall’inizio.

Ora, con Black Panther: Wakanda per sempre scava ancora più a fondo nel passaggio della torcia da una pantera nera all’altra, stiamo guardando più in profondità nella storia dei fumetti del protettore wakandan, incluso ciò che significa essere la pantera nera, E come il ruolo ha cambiato le mani nei fumetti nel corso degli anni.

La storia della pantera nera

"MOSI

(Credito immagine: Marvel Comics)

Come nell’MCU, la pantera nera più famosa e di lunga data nei fumetti è T’Challa, che è stata anche la prima pantera nera ad essere introdotta nel Marvel Comics nel lontano Fantastic Four #52 del 1966 (si apre nella nuova scheda ). Ciò rende Black Panther il primo supereroe nero a debuttare nell’universo Marvel e nei moderni fumetti di supereroi (c’erano alcuni personaggi neri molto oscuri di altri editori che lo hanno battuto alla pagina nell’era d’oro della fine degli anni ’30 e ’40 ).

Anche se c’è un po ‘di discussione sul fatto che Jack Kirby o Stan Lee hanno avuto inizialmente l’idea del personaggio (le prove indicano Kirby come colui che ha avuto l’idea). Ma chiunque abbia avuto l’idea iniziale per il personaggio, sia Kirby che Lee hanno dichiarato nel corso degli anni che volevano includere più supereroi neri nell’universo Marvel, a partire da T’Challa – il cui design originale ha effettivamente rivelato il suo viso per chiarire la sua etnia, Prima che gli fosse stata data una maschera a faccia piena perché rappresentava apertamente un eroe nero era visto come controverso all’epoca.

"Pantera

(Credito immagine: Marvel Comics) (Apre nella nuova scheda)

Stranamente, il nome del personaggio precede anche la fondazione del Black Panther Party, un’organizzazione politica pro-nero che era più importante negli anni ’60 e ’70, di alcuni mesi. La coincidenza è arrivata alla testa nei primi anni ’70 quando il nome del personaggio è stato brevemente cambiato in “leopardo nero” per evitare la connotazione di una connessione tra il personaggio e il gruppo, ma è stato rapidamente cambiato.

In termini di storia dell’universo Marvel, il nome “Black Panther” risale a molto, molto più lontano di quello, alla fondazione della “Tribù Panther” che alla fine avrebbe formato Wakanda intorno all’anno 1.000.000 a.C. (sì, l’universo Marvel ha un Storia antropologica molto diversa dal mondo reale, in cui gli umani hanno iniziato a sviluppare linguaggio e società circa 50.000 anni fa).

Leggi di più  Bruce Wayne è un patologo forense nel podcast narrativo non infuriato

La prima pantera nera si chiamava MOSI, e fu il primo wakandan a scoprire e sfruttare il potere del vibranio, unendosi a personaggi come il padre di Thor Odin; Aggamotto, l’originale Stregone Supreme; Firehair, il primo ospite umano della Forza di Phoenix; il primo portatore del pugno di ferro; e più antichi eredità di moderni eroi Marvel per formare i Vendicatori di pietra (chiamati anche i Vendicatori 1.000.000 a.C.).

È interessante notare che questa è in realtà una versione alternativa alle origini della pantera nera, raccontata nelle storie recenti negli ultimi due anni. Una storia diversa dell’originale Black Panther è stata raccontata nel via molto indietro nel Black Panther #7 del 1978 (si apre in una nuova scheda), in cui Jack Kirby ha introdotto il personaggio di Bashenga, il primo Black Panther e il guerriero che unisce tutte le varie tribù Wakanda formare una nazione coesa.

Le diverse versioni di Black Panther

"Black

(Credito immagine: Marvel Comics)

Sebbene T’Challa sia la prima e più famosa pantera nera nel mondo reale, nel corso degli anni, altre pantere nere ancestrali sono apparse in Marvel Comics, in particolare il nonno di T’Challa Azzuri, la pantera nera della seconda guerra mondiale; Il padre di T’Challa, T’Chaka; e il fratello minore di T’Chaka, S’yan, che è il predecessore immediato di T’Challa nel ruolo, dopo aver preso brevemente il mantello negli anni successivi alla morte prematura di T’Chaka e alla venuta di T’Challa come nuovo sovrano di Wakanda e Pantera nera; e N’jadaka/Killmonger, che una volta sfidava T’Challa per il dominio di Wakanda proprio come nell’MCU, portando a un breve regno prima di essere sconfitto.

N’jadaka in seguito tornò, diventando l’imperatore del cosiddetto impero intergalattico di Wakanda (si apre nella nuova scheda), che è esattamente come sembra: un’espansione di Wakanda nello spazio – sebbene sia stato rovesciato da T’Challa, in testa, in testa, in testa, in testa, in testa, in testa, in testa, in testa, in testa, in testa, in testa, in testa, in testa Ad alcuni degli attuali conflitti politici a Wakanda mentre lottano per decidere se rimanere una monarchia.

"Killmonger

(Credito immagine: Marvel Comics) (Apre nella nuova scheda)

E, naturalmente, c’è Shuri, la sorella di T’Challa, che ha assunto sia la regina di Wakanda che la Black Panther in un momento in cui T’Challa era in coma dopo un combattimento con il dottor Doom, e con il quale attualmente condivide la pantera nera mantello.

Leggi di più  Kingdom Come - ha spiegato il mega -hit DC

Proprio come nell’MCU, nei fumetti, tutte le pantere nere ottengono i loro poteri di intensa forza, velocità e senso dell’erba a forma di cuore infusa dal vibranio-a parte N’jadaka, che ha subito una grave malattia quando l’ha mangiata .

Per quanto riguarda i nemici della pantera nera, i più notevoli sono senza dubbio Killmonger, che, come nel MCU è un wakandan esiliato che desidera tornare nella sua patria e diventare il suo leader dispotico; M’baku, chiamato Man-Ape in Comics, che è un rivale tribale per il trono wakandan il cui rancore si imbatte in profondità nei suoi antenati; E ovviamente il vibranio ossessionato da Klaw, che, nei fumetti, è uno scienziato pazzo che converte tutto il suo corpo in onde di suono pure.

T’Challa, la pantera nera più famosa

"Pantera

(Credito d’immagine: Alex Ross (Marvel Comics))

Come abbiamo detto, T’Challa è inarrogabilmente la pantera nera più famosa e prominente della Marvel Comics. Oltre ad essere la prima versione del personaggio introdotto nel lontano 1966, è anche la versione che ha avuto le storie e le interazioni più protagoniste con l’universo Marvel più grande nei decenni da allora.

T’Challa ha iniziato come personaggio di supporto in Fantastic Four prima di ottenere le sue storie da solista nell’azione del titolo Jungle (apre in una nuova scheda) nei primi anni ’70. Poi, nel 1977, Black Panther ha ottenuto il suo titolo solista completo (si apre in una nuova scheda), rendendolo il secondo eroe nero per guidare un titolo Marvel Comics, dopo Luke Cage: Hero For Hire (apre nella nuova scheda), che ha lanciato Nel 1972.

A quel tempo, divenne anche uno dei principali Vendicatori. Sebbene si unisse per la prima volta alla squadra per spiare per Wakanda, divenne rapidamente un vero alleato e uno dei personaggi principali della squadra – anche inventando l’iconico veicolo Quinjet (chiamato per i suoi cinque motori) usando la tecnologia Wakandan.

T’Challa è tornata in grande importanza come personaggio Marvel alla fine degli anni ’90 in un nuovo titolo Black Panther (Apre in New Tab) dello scrittore Christopher Priest e dell’artista Mark Texira, che ha introdotto numerosi aspetti della tradizione di Black Panther che sono diventati importanti e parti durature della sua storia da allora, tra cui le donne guerriere conosciute come Dora Milaje.

Leggi di più  Il Batman segna il secondo weekend di apertura più alto nella pandemia finora

"Pantera

(Credito immagine: Marvel Comics) (Apre nella nuova scheda)

A seguito di questa rinvigorazione, T’Challa ha attraversato alcuni grandi cambiamenti di storia, tra cui sposare Storm of the X-Men e guidare brevemente i Fantastici quattro con lei quando Reed e Sue Richards erano in congedo in assenza dopo la storia della Guerra Civile (si apre in Nuovi Tab). Tuttavia, la coppia si è separata durante la storia Avengers vs. X-Men (si apre in una nuova scheda), mai riconciliando completamente.

T’Challa ha anche ottenuto alcuni poteri ampliati dopo un viaggio nell’aldilà wakandan, in cui è stato chiamato “Re dei morti”, con il potere di invocare i suoi antenati, simile a quello che viene mostrato nell’MCU.

Ci sono state anche alcune volte in cui T’Challa era lontana da Wakanda, incluso un periodo in cui ha assunto la carica di protezione della cucina dell’inferno in assenza di Daredevil, mascherato da insegnante di scuola nelle sue prese civili.

E più recentemente, seguendo la storia dell’Impero intergalattico di Wakanda, in cui N’jadaka ritorna e conduce i Wakandan nello spazio, T’Challa è di nuovo in grado di sfuggire alla sua nazione d’origine, che è nel mezzo delle tumulti politiche su Se il paese rimarrà affatto una monarchia.

Pantera nera nell’MCU

"Chadwick

(Credito immagine: Marvel)

Black Panther è uno dei personaggi che hanno avuto le traduzioni più dirette dai fumetti all’MCU, con quasi tutte le parti fondamentali della sua storia che arrivano sullo schermo in modo molto simile alla loro rappresentazione sulla pagina.

Ciò include la natura ancestrale di Black Panther e il contatto di T’Challa con gli spiriti dei suoi predecessori come pantera nera.

E questo è uno degli aspetti chiave del personaggio di Black Panther che è più importante in Wakanda per sempre, in cui T’Challa è morta (in seguito alla morte del mondo reale dell’attore Chadwick Boseman) e una nuova pantera nera, Leticia Wright’s Shuri, segue Nei suoi passi.

E con Black Panther: Wakanda per sempre ora nei cinema, Shuri ha ufficialmente preso il mantello dell’eroe di Wakanda, presumibilmente per tornare nei film futuri.

La maggior parte di questi racconti e molti altri sono raccontati nel Best Black Panther Comics di tutti i tempi.

Frenk Rodriguez
Salve, mi chiamo Frenk Rodriguez. Sono uno scrittore esperto con una forte capacità di comunicare in modo chiaro ed efficace attraverso i miei scritti. Ho una profonda conoscenza dell'industria del gioco e sono sempre aggiornato sulle ultime tendenze e tecnologie. Sono attento ai dettagli e in grado di analizzare e valutare accuratamente i giochi, e affronto il mio lavoro con obiettività e correttezza. Inoltre, apporto una prospettiva creativa e innovativa alla mia scrittura e alle mie analisi, che contribuisce a rendere le mie guide e recensioni coinvolgenti e interessanti per i lettori. Nel complesso, queste qualità mi hanno permesso di diventare una fonte affidabile di informazioni e approfondimenti nel settore dei giochi.