Dopo aver visto il combattimento degno di Shadow of the Colossus e la missione secondaria elfica in Dragon’s Dogma 2, sono convinto del nuovo RPG di Capcom.

Lo showcase di Dragon’s Dogma 2 2023 è iniziato con un trailer della data di uscita da ricordare. Offrendo una panoramica impressionante del prossimo RPG d’azione di Capcom, ci ha proiettato direttamente nel suo mondo fantastico, con uno sguardo alla storia e al combattimento che vivremo nei panni di Arisen. Ma come se non bastasse, abbiamo assistito all’entrata in scena di un nuovo mostro sotto forma di un enorme gigante di bronzo conosciuto come Talos, simile alla bestia mitologica ordinata da Zeus stesso. La creatura creata dall’uomo sovrasta assolutamente l’ambiente, schiantandosi contro solide pareti di roccia come se nulla fosse. Vediamo in prima persona come il suo stesso corpo diventerà una piattaforma a cui aggrapparci per tentare di colpire i vari punti deboli. L’intero spettacolo mi trasmette immediatamente le vibrazioni di Shadow of the Colossus e, prima di rendermene conto, mi ritrovo a pensare una cosa: ci sto dentro.

E lasci che le dica che non è affatto quello che mi aspettavo quando mi sono imbattuta in questo showcase, in quanto non conoscevo il primo gioco. Anche se il concetto di Dragon’s Dogma mi ha sempre incuriosito, è un’avventura che mi è passata inosservata. Con tanti altri giochi di ruolo a occupare il mio tempo, non ho mai avuto modo di provarlo più di dieci anni fa. Ma dopo questo showcase per il seguito, voglio correggere questa situazione.. Dopo tutto, non è stata solo la battaglia gigante a convincermi. Con la presentazione di una missione secondaria, vocazioni e altro ancora, sono uscita dalla vetrina pensando che Dragon’s Dogma 2 è un RPG in arrivo nel 2024 che devo assolutamente tenere d’occhio.

Mondo fantastico

Dragon's Dogma 2

(Immagine di credito: Capcom)

Il mondo fantasy del seguito sembra già essere ricco di intrighi, in quanto ospita il regno umano di Vermund e la nazione bestiale di Battahl. Con le divisioni tra le nazioni, si dice che tutti abbiano sistemi di credenze, motivazioni, usanze e culture diverse, che ci metteranno in mezzo. Niente fa sentire un mondo così ricco e vivo come i suoi abitanti, e con lo stesso nemico comune nel Drago che ruba il cuore come l’Arisen, sono già impaziente di vedere come dovremo navigare tra i diversi valori dei due regni durante il nostro viaggio.

Leggi di più  Warhammer 40k: Darktide "è caduto a corto", quindi gli sviluppatori stanno ritardando i cosmetici e le porte Xbox mentre aggiustano il gioco

Profondo di Helms

Baldur's Gate 3

(Immagine di credito: Larian Studios)

Dopo 400 ore in Baldur’s Gate 3, ho preso una decisione importante che mi ha portato a una battaglia in stile Signore degli Anelli.

Avere dei compagni o dei membri del gruppo che ti aiutano lungo il percorso è sempre stata una delle maggiori attrattive per me quando si tratta di RPG, e c’era una parte della vetrina di Dragon’s Dogma 2 che parlava davvero la mia lingua. Capcom ci ha illustrato un esempio di missione secondaria, in cui si ha l’opportunità di “approfondire le relazioni con gli abitanti del mondo”. L’Arisen si propone di aiutare i fratelli venendo in aiuto di un giovane elfo chiamato Glyndwr. Si avventurano in un insediamento elfico conosciuto come il Sacro Abor, dove comunicano nella loro lingua elfica. Anche se non riusciamo a capirla, Glyndwr è in grado di tradurre per noi, un tocco elegante che promette di farvi immergere davvero nel luogo.

Come spiegato, la lingua elfica è una delle specializzazioni che i membri del party – che sono conosciuti come pedine dedicate agli Arisen – possono avere in Dragon’s Dogma 2. Mi piace sempre quando i membri del party hanno determinate abilità. Mi piace sempre quando hanno determinate abilità che possono aiutare in determinati scenari, e avere un senso di compagnia rende sempre il mondo più vivo per me quando si tratta di ambientazioni fantasy.

Dragon's Dogma 2

(Credito immagine: Capcom)

Inoltre, abbiamo potuto dare un’occhiata al creatore di personaggi, dove potremo creare il nostro Arisen e la pedina principale che ci accompagnerà. Si dice che utilizzi la “tecnologia della fotogrammetria” per creare “personaggi foto-realistici”, sembra che ci sia molta attenzione ai dettagli, e già mi immagino di passare troppo tempo a giocare con le opzioni per dare vita ai miei personaggi.

Ci sono molti concetti interessanti e ingredienti RPG che mi hanno colpito molto. Con diverse vocazioni, armi e approcci al combattimento, tutto ciò che ho visto nello showcase è servito a convincermi ancora di più che questo è un RPG in arrivo che devo avere saldamente nella mia lista dei desideri nel nuovo anno. E questo è già qualcosa, visto che il 2023 è stato così fantastico per i fan dei giochi di ruolo – basti pensare alla quantità di ore che ho dedicato a Baldur’s Gate 3 da solo. Forse ora potrò finalmente provare Dragon’s Dogma, mentre attendo con ansia l’uscita del seguito.

Leggi di più  Spirittea è la simulazione perfetta di Spirited Away, con il suo stabilimento balneare pieno di fantasmi.

Scopra cos’altro ci aspetta in futuro con la nostra carrellata di nuovi giochi per il 2023 e oltre.

Frenk Rodriguez
Salve, mi chiamo Frenk Rodriguez. Sono uno scrittore esperto con una forte capacità di comunicare in modo chiaro ed efficace attraverso i miei scritti. Ho una profonda conoscenza dell'industria del gioco e sono sempre aggiornato sulle ultime tendenze e tecnologie. Sono attento ai dettagli e in grado di analizzare e valutare accuratamente i giochi, e affronto il mio lavoro con obiettività e correttezza. Inoltre, apporto una prospettiva creativa e innovativa alla mia scrittura e alle mie analisi, che contribuisce a rendere le mie guide e recensioni coinvolgenti e interessanti per i lettori. Nel complesso, queste qualità mi hanno permesso di diventare una fonte affidabile di informazioni e approfondimenti nel settore dei giochi.