Jock spruzza Batman di tutti i suoi giocattoli per un cavaliere “fresco ma classico”

"Batman: Batman: One Dark Knight Book Two Art (Image Credit: DC)

Batman è sempre stato conosciuto come un eroe d’azione, dal bam! Zap! Pows! dello spettacolo del 1966 alla sua battaglia di rottura con Bane a Knightfall. Eppure, nei suoi otto decenni di esistenza, pochi creatori si sono appoggiati all’azione del suo personaggio più dell’artista e della DC Regular Jock, con il suo titolo Black Label Black Batman: One Dark Knight (apre nella nuova scheda) .

"Batman:

Batman: One Dark Knight Book Two Cover (Image Credit: DC) (si apre nella nuova scheda)

Un cavaliere oscuro si svolge interamente nel corso di un viaggio straziante dall’Arkham Asylum alla prigione di Blackgate, poiché il cavaliere oscuro deve respingere le onde di bande rovanti e proteggere un metaumano malato nelle sue cure. Prima dell’uscita del secondo libro, Newsarama aveva la possibilità di sedersi con il Creatore per parlare delle sue ispirazioni, di come vede i suoi personaggi e di ciò che riserva il futuro della serie. Continua a leggere per ulteriori informazioni.

Grant Dearmitt per NewsArama: Jock, volevo iniziare parlando delle mappe di Gotham che includi in un cavaliere oscuro. Sono estremamente dettagliati e danno al lettore una buona idea del viaggio che Batman deve fare. Puoi parlarci della creazione di quelli?

Jock : Questa è una storia d’azione, davvero. Si tratta di Batman che ha difficoltà a passare da A a B. Una delle cose che penso sia davvero importante nella chiara narrazione di azione è avere un senso di geografia. Troppo spesso vedi, nei film, ad esempio, solo cose che accadono e non hai davvero la sensazione di quali sono la posta in gioco e dove sono i vari giocatori. Amo sempre cose che lo presentano chiaramente.

Volevo inchiodare che ha bisogno di andare da qui a qui e questo è ciò che gli succederà nel mezzo. La mappa è una cosa molto semplice, ma sembrava avere senso per la storia che stavo cercando di raccontare. I vari distretti sulla mappa aiutano a ispirare determinati temi e impostare pezzi dalle aree di Gotham da cui avrei potuto trarre informazioni. E questa è la mappa del canone [DC], comunque. Era fortuito che quando ho guardato la mappa, Arkham Asylum è in alto a sinistra e Blackgate è in basso a destra. Quindi è il flusso perfetto per la pagina comica, la stessa direzione di lettura. Tutto è andato a posto. Ho pensato: “Non ho bisogno di cambiarlo affatto”.

"Batman:

Batman: One Dark Knight Book Two (Image Credit: DC) (si apre nella nuova scheda)

nrama: È così interessante sentire che è la mappa canonica perché è anni di storia dei fumetti distillati in una cosa. Ma c’è una parte di questa storia che è interamente tua, il personaggio malvagio di Edward M. Pressler, alias E.M.P. Puoi dirci cosa ha ispirato questo personaggio? E com’è presentare un nuovo membro della Batman Rogues Gallery a DC?

jock : beh, e.m.p. È venuto da come stavo inquadrando la storia a me stesso. È un ragazzo che si nutre di energia. Lo fa sovraccaricare e questo è ciò che causa il blackout. Quindi è un po ‘un MacGuffin. E hai ragione, è incorniciato come un cattivo per cominciare, ma scopriamo che in realtà è più un personaggio tragico. Certamente, nei suoi primi anni, è stato assunto dalla folla per fare cose nefaste, quindi ha sicuramente un background criminale. Ma ha quasi passato la sua data di vendita perché è diventato troppo instabile per volatile e troppo pericoloso.

Leggi di più  Ritorna alla Gotham Academy nel 2022 con una piccola azione di Maps Mizoguchi

Ma c’è anche un elemento di redenzione. Nel secondo libro, apprendiamo il fatto che E.M.P. Ha un figlio, che è molto importante.

Per quanto riguarda il lancio di DC, è stato un processo molto fluido. Ho detto loro che avevo il germe di questa idea che ci sarebbe stato questo nuovo cattivo che si nutriva di energia. E dissero: “Assolutamente, fantastico”. In effetti, E.M.P. era solo il suo nome di tenuta, un nome che dai perché lo descrive davvero semplicemente. Ma poi Chris Conroy, il mio editore, potrebbe averlo scritto in una sorta di testo di sollecitazione. Ero tipo “Oh, ho sempre intenzione di trovare un nuovo nome per quel ragazzo.” Chris disse: “Pensavo che fosse il suo nome” e poi mi sono reso conto che forse quello è il suo nome. A volte la cosa che si attacca è la cosa giusta con cui andare. L’ho chiamato Edward M. Pressler nello stile dei classici fumetti di Batman. Sai, che il suo vero nome suggerisce al suo nome di cattivo.

"Batman:

Batman: One Dark Knight Book Two (Image Credit: DC) (si apre nella nuova scheda)

nrama: Sì! Mi sembra così classico Gotham.

jock : mi è piaciuto, sì. Anche con Batman’s Blue Cape, volevo che questo sembrasse molto classico. Ma si spera, porta un nuovo giro su di esso.

nrama: Va bene, così come hai detto, e.m.p. è meno un cattivo, più di un macguffin. Mi sembra che i veri cattivi di questo libro siano le bande di Gotham. Puoi parlare per un minuto di ciò che guida queste bande? Qual è il loro rapporto reciproco?

Jock : Il film The Warriors è stato sicuramente un’ispirazione. C’è qualcosa in quel film che ottiene alcuni personaggi dal punto A al punto B in sicurezza con il pericolo delle varie bande che hanno sicuramente parlato anche a questa storia. L’idea è che la chiamata è uscita a tutte le bande di Gotham che E.M.P. ha bisogno di eliminare. E se Batman è con lui, è ancora meglio. L’idea di base è che le bande sono quasi un’unità di minaccia. È quasi come un film di zombi. Ci sono sempre cose là fuori che cercano di prenderti. C’è qualcosa che mi è piaciuto per quel livello di minaccia.

Ma anche questi ragazzi hanno rivalità. Si spingono per il territorio, la posizione e il potere e tutto il resto. Oltre a ciò, c’è anche l’ex banda di E.M.P., che sta cercando di riportarlo in vita.

nrama: Nel miglior modo possibile, la storia sembra molto simile a un videogioco. Sei così consapevole di quali sono le sfide. In effetti, Batman fa un commento che dice “Sto correndo a basso contenuto di strumenti nella mia cintura”. Perché adottare questo approccio a raccontare una storia di Batman?

Jock : Sai, ci sono storie che indagano sulla psiche di Batman e tutto il resto, ma volevo una sfida più fisica. Viene spogliato di tutti i suoi giocattoli. Il blackout accade e inizia a usare tutta la sua cintura di utilità … utensili? Questa è la parola sbagliata [ride]. Non sta cucinando una bistecca.

"Batman:

(Credito immagine: DC) (si apre in una nuova scheda)

Leggi di più  Amazon e Comixology ritardano l'integrazione pianificata a causa del feedback della community

Batman forse arriva a rendersi conto che forse si stava affidando troppo a quella roba. Che sta bene senza di essa. La città è in pieno blackout e prenota due fini con lui che va sottoterra, diventando ancora più scuro. Ma finisce con lui che sorride perché si rende conto che questo è ciò per cui ha costruito. “In realtà va bene. Questo è in realtà quello che sono.”

Nrama: Sono contento che tu abbia sollevato il punto della storia in cui Batman va sotto Gotham. Che aspetto sarà nel terzo libro? Sarà sotterraneo per tutto il tempo?

Jock : All’inizio del terzo libro è underground, cercando di ottenere E.M.P. Indietro. E poi incontra …

nrama: sì?

jock : ero molto diffidente ad entrare in troppi della galleria dei ladri per questa storia. Avevo bisogno di tenerlo un po ‘più “a livello di strada”. Ma in effetti, incontra qualcuno laggiù, qualcuno che lo sfida ancora più fisicamente.

nrama: Quindi stai confermando che il re del condimento sta facendo la sua apparizione in un libro Dark Knight Tre?

jock : sì. Alla fine è tornato.

nrama: allontanandomi un po ‘dalla storia, voglio parlare del tuo processo. Questo è il tuo primo concerto di scrittura per DC giusto?

jock : ho fatto un racconto per Vertigo, in un’antologia chiamata CMYK. La mia amica Lee Garbett e io abbiamo condiviso uno studio e lo abbiamo scritto. Era una piccola cosa di sei numeri, quindi questa è la prima storia sostanziale di sicuro.

nrama: stai trovando molte differenze tra lavorare da solo invece di lavorare con uno scrittore diverso?

"Batman:

Batman: One Dark Knight Book Two (Image Credit: DC) (si apre nella nuova scheda)

Jock : Non credo che il mio processo artistico sia cambiato davvero. L’unica differenza è che sto essenzialmente scrivendo gettando la storia visivamente, sto facendo miniature, che non farei con un altro scrittore. Mi sembra di operare meglio quando sto scoprendo il ritmo, il ritmo delle scene. Perché in primo luogo, sono un artista, e questa è l’abilità che mi viene naturale. Quindi in realtà sto quasi lavorando a “stile Marvel”. Scusa DC.

nrama: lo censureremo, non preoccuparti.

Jock : Bene, grazie. Ma sappiamo tutti quella frase, ed è quasi quello che sto facendo per me stesso. È un modo piuttosto organico di lavorare. Ed è ciò che sembra funzionare meglio per me.

nrama: Quindi non diresti che c’è una sceneggiatura tradizionale di cui stai lavorando?

Jock : No, l’unica sceneggiatura che esiste è il dialogo che invio a [Letterer] Clem Robins. In effetti, il modo in cui sto facendo il dialogo è fare lettere temporanee all’arte, solo per avere un’idea di come si legge nella pagina. Stavo cercando di vedere come lo sta facendo Cliff Chiang con Catwoman: Lonely City (si apre in una nuova scheda). Sta scrivendolo da solo, e abbiamo chiacchierato sulla possibilità che a un certo punto lo faccia a un certo punto. Ma per fortuna, Clem è intervenuto. Quindi lo sto scrivendo essenzialmente con lettere visive sulla pagina.

nrama: Parlando di lettere, la cui idea era avere il dialogo di Batman in All Black?

jock : quello era mio.

nrama: qual è l’ispirazione lì?

Jock : Sono un grande fan del design grafico, cose visive che ti danno un’idea di ciò che sta succedendo. Tuttavia, da quando ho iniziato a questo libro, ho raccolto casualmente l’Arkham Asylum di Grant Morrison e Dave McKean: una casa seria sulla terra seria (si apre nella nuova scheda). E mi sono reso conto che i palloncini di Batman sono neri con lettere bianche. Quindi forse era lì dentro inconsciamente? Certamente non era consapevole quando ho preso quella decisione. Mi è sembrato giusto per me. È così che sarebbe. Quindi ci siamo appena andati. Quindi fortunatamente DC è stato di nuovo molto favorevole e non ha avuto problemi.

Leggi di più  Come Spider-Man #1 di Todd McFarlane ha cambiato la cultura dei fumetti e ha lanciato gli anni '90

nrama: Sì, ha così tanto senso. Ho voglia di uscire da questo libro, potrebbe sembrare strano la prossima volta che ho letto il dialogo di Batman ed è normale.

jock : lo prenderò. Va bene. Rinorderò l’esperienza di lettura di tutti gli altri se devo.

nrama: [ride] Okay, quindi sto tornando all’arte. Ci sono così tanti grandi spread a tutta pagina e splash page in questo libro. Mentre stai costruendo questa storia, come puoi raccontare cosa rende un momento un momento di splash page?

"Batman:

Batman: One Dark Knight Book Two (Image Credit: DC) (si apre nella nuova scheda)

Jock : uno dei miei primi partner regolari nel crimine è stato Andy Diggle, che ha scritto i perdenti (apre nella nuova scheda) e Green Arrow: anno uno (apre nella nuova scheda). L’ho incontrato come redattore del 2000, mi ha dato il mio primo lavoro in fumetti. Siamo diventati buoni amici e abbiamo lavorato su molti libri insieme. Direi che Andy scrive probabilmente la migliore azione nei fumetti. Ha un tale buon senso di ritmo e ritmo in una scena, ed è il re della splash Page. Conosce i momenti, esattamente di cosa stai parlando, le piccole cose della storia che meritano un punto proiettile. Qualcosa che lo rende un momento completamente drammatico. Andy è fantastico in questo, e sembriamo sempre percepire quei momenti in modo simile.

L’ho preso in un certo senso. Per me, questa storia riguardava mostrare Gotham sotto una certa luce. Si trattava di mostrare Batman sotto una certa luce. Si tratta di scegliere quei momenti che si spera aiuteranno a coinvolgere il lettore e attirarli in questo mondo oscuro.

nrama: certamente lo fa. Ok, ultima domanda per te. Questa è una serie di etichette nere, si trova da solo in molti modi. Mentre stai andando alla fine con il terzo libro, stai pensando di voler tornare su questo specifico Gotham?

jock : mi piacerebbe. Ho parlato brevemente al mio editore a riguardo. Vediamo come fa questo e vediamo se è praticabile e tutto, ma ho già in mente un’idea. Mi piacerebbe avere la possibilità di dirlo.

Batman: One Dark Knight Book Two è disponibile su scaffali comici e piattaforme digitali ovunque il 29 marzo.

Vuoi altri consigli per Great Batman Stories ? NewsArama ti ha coperto.

"Grant Grant Dearmitt

  • (Apre nella nuova scheda)

Scrittore freelance

Grant Dearmitt è uno scrittore ed editore con sede a New York che contribuisce regolarmente ai byline a NewsArama. Grant è un appassionato horror, che scrive del genere per Nightmare su Film Street e ha scritto caratteristiche, recensioni e interviste per artisti del calibro di PanelxPanel e Monkeys che combattono i robot. Grant dice che probabilmente non è un lupo mannaro … ma non puoi mai stare troppo attento.