La storia a fumetti di Hank McCoy, la Bestia

Quasi tutti i fan della Marvel conoscono Hank McCoy, la Bestia, come uno dei membri fondatori degli X-Men e una colonna portante della squadra, grazie soprattutto al suo ruolo come uno dei membri principali del cast del classico cartone animato X-Men degli anni ’90, nonché alla breve ma amata interpretazione del personaggio da parte dell’attore Kelsey Grammer in X-Men: The Last Stand.

Ma la storia di Bestia nei fumetti è molto più profonda, con forti legami con i Vendicatori, i Difensori e persino gli Illuminati, oltre alla sua eredità come eroe solitario. E negli ultimi anni, si è tragicamente avvicinato sempre di più alla cattiveria.

Come può accadere una cosa del genere a un eroe storico come la Bestia, che è stato membro di tre delle più grandi squadre di supereroi dell’Universo Marvel e un eroe a sé stante?

La copertina di X-Men #1

(Immagine di credito: Marvel Comics)

Tutto ha inizio nei primi giorni di vita di Bestia, uno dei cinque X-Men adolescenti originali che hanno debuttato 50 anni fa in Uncanny X-Men #1 del 1963 di Stan Lee e Jack Kirby. A quei tempi, Bestia era ancora umana, senza la pelliccia blu per cui è diventata famosa. Dotato dei poteri mutanti di forza e agilità potenziate, oltre che di mani extra-large e piedi super-delicati, Hank McCoy possiede anche una mente scientifica innatamente brillante.

È questa brillantezza scientifica che ha portato Hank a fare esperimenti su se stesso qualche anno dopo, dopo aver lasciato gli X-Men. A quel punto, era protagonista del titolo Amazing Adventures, ed è in Amazing Adventures #11 del 1972, dello scrittore Gerry Conway e dell’artista Tom Sutton, che Bestia assunse uno strano siero che lo trasformò nella sua forma bestiale più classica, anche se con una pelliccia grigia, che in seguito fu cambiata nel suo più familiare colore blu.

Dopo la trasformazione di Bestia in pelliccia, sarebbero passati quasi 20 anni prima che tornasse ufficialmente negli X-Men. Nel frattempo, Bestia sarebbe diventata una colonna portante dei Vendicatori, stringendo un’amicizia particolarmente stretta con il suo collega Wonder Man, anch’egli in procinto di diventare protagonista di una serie in streaming del MCU.

Amazing Adventures #11

(Immagine di credito: Marvel Comics)

Dopo il periodo trascorso con i Vendicatori, Bestia avrebbe fatto parte dei Difensori prima di riunirsi con gli altri X-Men originali (Angelo, Ciclope, Jean Grey e Uomo Ghiaccio) come X-Factor. E poi, nel 1991, Bestia si è finalmente riunita agli X-Men veri e propri con la pietra miliare X-Men #1 di Chris Claremont e Jim Lee.

Leggi di più  L'evento X-Men "Fall of X" inizia con quattro "prima dell'autunno" speciali

Negli anni successivi, Bestia si sarebbe evoluta di nuovo in una forma più leonina, prima di subire una terza evoluzione nella sua forma attuale, che è più simile a quella apelide e che assomiglia di più alla sua classica incarnazione pelosa blu.

Anni dopo, i primi accenni dell’attuale svolta semi-criminale di Bestia hanno iniziato a manifestarsi dopo Avengers Vs. X-Men del 2012, in cui Ciclope uccide il Professor X mentre è sotto l’influenza della Forza Fenice. Questo divide gli X-Men, con Bestia che intraprende una missione disperata con la speranza di riportare Ciclope all’ovile, convocando i cinque X-Men adolescenti originali – compreso il suo stesso io più giovane – nel futuro.

Questo non funziona esattamente come previsto, e gli X-Men adolescenti rimangono bloccati nel presente per anni di tempo reale, con l’io più giovane di Bestia che inizia persino a imparare la magia, prima che il gruppo venga finalmente rimandato al suo tempo corretto, con la memoria cancellata dall’anziana Jean Grey.

Durante questo periodo, Bestia si unisce anche agli Illuminati, la società segreta di supereroi della Marvel, in vista dell’evento Secret Wars del 2015, che ha rimodellato il Multiverso Marvel.

X-Men #1

(Immagine di credito: Marvel Comics)

Quel piano disperato, per portare gli X-Men avanti nel tempo, era solo la prima di diverse decisioni unilaterali prese da Bestia nel periodo precedente all’ascesa della nazione mutante di Krakoa, dove Bestia assume il ruolo di spia e manipolatore, usando la sua padronanza della genetica e il processo di resurrezione krakoano per manipolare i membri di X-Force, compreso il suo alleato Wolverine.

In un primo momento, le decisioni più oscure di Bestia sembrano principalmente pensate per proteggere e servire Krakoa. Ma negli ultimi due anni, è diventato sempre più chiaro che molte delle azioni di Bestia servono innanzitutto i suoi interessi.

Non è chiaro come andrà a finire, o se Hank McCoy potrà essere redento, visto che la Marvel promette la fine dell’era Krakoa il prossimo anno. Stranamente, però, questa non è la prima volta che Bestia è un cattivo, anche nell’Universo Marvel. Nel classico evento X-Men Age of Apocalypse del 1995, la Bestia di una linea temporale alternativa viene rivelata come un cattivo conosciuto come Bestia Oscura, che in seguito fa il salto nell’Universo Marvel principale come cattivo.

Leggi di più  Scarlet Witch, Storm e Captain Marvel evidenziano le copertine del mese della storia delle donne

Wolverine #35

(Immagine di credito: Marvel Comics)

Bestia sul grande schermo – attenzione agli spoiler!

Sembra che ci sia una buona possibilità che la Bestia dell’Universo Marvel Comics mainstream trovi una sorta di redenzione dopo l’era di Krakoa, perché – e vi anticipo grandi spoiler su The Marvels – la Bestia di Kelsey Grammer, di cui abbiamo parlato in apertura, fa un’apparizione nella scena dei titoli di coda di The Marvels, questa volta con un look più accurato dei fumetti.

Con Deadpool 3 che porterà il Wolverine di Hugh Jackman e, naturalmente, l’eponimo Merc With a Mouth di Ryan Reynolds nel MCU l’anno prossimo, sembra del tutto possibile che vedremo di più anche la Bestia di Grammar, sia in quel film, sia nei prossimi progetti degli X-Men che i Marvel Studios hanno in programma.

Per saperne di più su The Marvels, consulti il resto della nostra copertura:

  • Quando si svolge The Marvels nella linea temporale Marvel?
  • Il finale di The Marvels spiegato
  • Tutte le uova di Pasqua e i riferimenti al MCU di The Marvels
  • Tutti i camei di The Marvels – elencati e spiegati
  • Per quale squadra recluta Kamala Khan alla fine di The Marvels?
  • In che modo il finale di The Marvels prepara Deadpool 3?
  • Il cameo della Bestia di Kelsey Grammer in The Marvels
  • I fumetti che hanno influenzato The Marvels, secondo Nia DaCosta
  • Nia DaCosta spiega la Fury “più leggera e morbida” di The Marvels
  • Il regista di The Marvels si esprime sulla necessità o meno di aver visto le serie televisive in precedenza
  • I film e gli spettacoli del MCU da guardare prima di The Marvels
  • Quanti Capitani Marvel ci sono nei fumetti Marvel?
  • Ms. Marvel: i poteri e le origini fumettistiche di Kamala Khan
  • La storia a fumetti di Monica Rambeau
Frenk Rodriguez
Salve, mi chiamo Frenk Rodriguez. Sono uno scrittore esperto con una forte capacità di comunicare in modo chiaro ed efficace attraverso i miei scritti. Ho una profonda conoscenza dell'industria del gioco e sono sempre aggiornato sulle ultime tendenze e tecnologie. Sono attento ai dettagli e in grado di analizzare e valutare accuratamente i giochi, e affronto il mio lavoro con obiettività e correttezza. Inoltre, apporto una prospettiva creativa e innovativa alla mia scrittura e alle mie analisi, che contribuisce a rendere le mie guide e recensioni coinvolgenti e interessanti per i lettori. Nel complesso, queste qualità mi hanno permesso di diventare una fonte affidabile di informazioni e approfondimenti nel settore dei giochi.