Il trailer di Beetlejuice 2 mi ha fatto desiderare che Adam e Barbara fossero parte del sequel

Se vi dicessi quante volte ho riavvolto la parte in cui il personaggio di Alec Baldwin, Adam Maitland, incontra per la prima volta il fantasma del film Beetlejuice di Tim Burton, mi guardereste preoccupati e confischereste immediatamente il mio telecomando. La reazione a bocca aperta dell’attore arriva con diversi secondi di ritardo, è assurdamente stucchevole e ha fatto ridere me e i miei amici da quando abbiamo visto il film per la prima volta negli anni Novanta. All’epoca lo trasmettevamo in loop durante le ore piccole di ogni pigiama party e ci rotolavamo per terra ridacchiando con gli occhi lucidi di lacrime di felicità. Sto letteralmente ridendo al pensiero di questo film mentre scrivo…

È solo una sciocchezza di un secondo che Burton evidentemente non ha ritenuto abbastanza evidente da riprendere o tagliare dal montaggio finale, ma per me riassume perfettamente una cosa che sostengo da tempo su Beetlejuice, e cioè che Adam e sua moglie Barbara (Geena Davis) sono la parte migliore e più divertente. Il modo in cui loro reagiscono alle cose selvagge che accadono intorno a loro è la vera magia del film. Per questo motivo, non mi sorprenderà che io sia preoccupato che non tornino per il prossimo sequel; una preoccupazione che è stata leggermente amplificata dal teaser patinato del nuovo film rilasciato di recente.

Michael Keaton come Betelgeuse in Beetlejuice

(Immagine: Warner Bros.)

Per quanto bizzarro, Beetlejuice non funzionerebbe altrettanto bene senza i personaggi goffi e “etero” come Adam e Barbara su cui far rimbalzare ogni gag. Sono una coppia esilarante e noiosa, che trascorre le giornate leggendo o facendo cose come costruire città in miniatura in soffitta. Non sarà mai divertente il fatto che siano morti mentre tornavano a casa dopo aver comprato… materiale per la decorazione. (Se non avete ancora visto Beetlejuice, sappiate che Adam e Barbara muoiono all’inizio, prima di chiedere l’aiuto dell’omonimo truffatore di Michael Keaton per spaventare i nuovi orribili occupanti della loro casa). Sono l’antitesi completa del tipico eroe eccitante e sono tanto meglio per questo. Mentre il duo, deliziosamente noioso, viene comicamente spinto nel mondo caotico degli aldilà, dei bio-esorcisti e dei vermi giganti, e lotta per adattarvisi, ci prendono per mano e ci trascinano con loro, e non è troppo difficile immaginare come ce la caveremmo anche noi in una situazione così assurda.

Leggi di più  Renfield è uno dei film horror più trascurati di quest'anno, e vale la pena di rivederlo.

Se vi dicessi quante volte ho riavvolto la parte in cui il personaggio di Alec Baldwin, Adam Maitland, incontra per la prima volta il fantasma del film Beetlejuice di Tim Burton, mi guardereste preoccupati e confischereste immediatamente il mio telecomando. La reazione a bocca aperta dell’attore arriva con diversi secondi di ritardo, è assurdamente stucchevole e ha fatto ridere me e i miei amici da quando abbiamo visto il film per la prima volta negli anni Novanta. All’epoca lo trasmettevamo in loop durante le ore piccole di ogni pigiama party e ci rotolavamo per terra ridacchiando con gli occhi lucidi di lacrime di felicità. Sto letteralmente ridendo al pensiero di questo film mentre scrivo…

È solo una sciocchezza di un secondo che Burton evidentemente non ha ritenuto abbastanza evidente da riprendere o tagliare dal montaggio finale, ma per me riassume perfettamente una cosa che sostengo da tempo su Beetlejuice, e cioè che Adam e sua moglie Barbara (Geena Davis) sono la parte migliore e più divertente. Il modo in cui loro reagiscono alle cose selvagge che accadono intorno a loro è la vera magia del film. Per questo motivo, non mi sorprenderà che io sia preoccupato che non tornino per il prossimo sequel; una preoccupazione che è stata leggermente amplificata dal teaser patinato del nuovo film rilasciato di recente.

(Immagine: Warner Bros.)

Per quanto bizzarro, Beetlejuice non funzionerebbe altrettanto bene senza i personaggi goffi e “etero” come Adam e Barbara su cui far rimbalzare ogni gag. Sono una coppia esilarante e noiosa, che trascorre le giornate leggendo o facendo cose come costruire città in miniatura in soffitta. Non sarà mai divertente il fatto che siano morti mentre tornavano a casa dopo aver comprato… materiale per la decorazione. (Se non avete ancora visto Beetlejuice, sappiate che Adam e Barbara muoiono all’inizio, prima di chiedere l’aiuto dell’omonimo truffatore di Michael Keaton per spaventare i nuovi orribili occupanti della loro casa). Sono l’antitesi completa del tipico eroe eccitante e sono tanto meglio per questo. Mentre il duo, deliziosamente noioso, viene comicamente spinto nel mondo caotico degli aldilà, dei bio-esorcisti e dei vermi giganti, e lotta per adattarvisi, ci prendono per mano e ci trascinano con loro, e non è troppo difficile immaginare come ce la caveremmo anche noi in una situazione così assurda.

Leggi di più  Nessuno parla di questa cosa intelligente della colonna sonora di Barbie

Sì, i personaggi preferiti dai fan, Lydia Deetz (Winona Ryder) e la sua matrigna Delia (Catherine O’Hara), sono umani nell’originale del 1988, ma sono comunque eccentrici ed estremi. La prima è un’adolescente depressa con una frangia a spillo e un macabro interesse per il paranormale, mentre la seconda è una scultrice capricciosa con un debole per gli strilli che… è interpretata da Catherine O’Hara. Sono brillanti creazioni di fantasia – e icone istantanee con i loro look unici e le loro memorabili battute – ma non sono relazionabili nello stesso modo in cui lo sono i nostri protagonisti domestici.

Ora, Beetlejuice 2 – ufficialmente intitolato Beetlejuice Beetlejuice – introdurrà la figlia di Lydia, Astrid, e c’è la possibilità che colmi il vuoto lasciato dalle Maitland. Il teaser è breve, ma la mostra mentre solleva la copertura dalla città in miniatura di Adam, prima che Betelgeuse (Keaton) ne emerga in una scena successiva, suggerendo che è in parte responsabile del suo ritorno. Non sappiamo ancora molto della nuova arrivata, tuttavia, e dato che è una Deetz e interpretata dalla star di Wednesday Jenna Ortega, dall’aspetto intrinsecamente gothic, possiamo tranquillamente supporre che non sarà ordinaria.

La madre che torna in MADRE in Beetlejuice Beetlejuice pic.twitter.com/ANoma7FzT021 marzo 2024

Per saperne di più

Ho capito. Ci sono ragioni per cui è improbabile che Adam e Barbara si facciano vedere nel seguito. (Vale la pena notare che, sebbene non sia stato confermato il loro ritorno e non siano apparsi nel teaser, la Warner Bros. non ha dichiarato categoricamente che non sono coinvolti). “Ho la sensazione che i fantasmi non invecchino. Come spiegherebbero che sono più vecchi?”. Davis lo aveva già chiesto a PEOPLE alla fine del 2022, spiegando in qualche modo perché lei e Baldwin non riprenderanno i ruoli a distanza di 36 anni.

Anche i desideri e le esigenze degli spettatori sono cambiati drasticamente negli ultimi tre decenni e, purtroppo, la sottigliezza – soprattutto nei sequel – è un’arte in via di estinzione. Un film ha successo al giorno d’oggi se non fa nascere centinaia di migliaia di meme o se i fan non condividono screenshot dei personaggi principali dichiarandoli “madre!”? Anche l’estrosità. La clip che si apre su un funerale, con tanto di coristi che cantano una versione rallentata di “Day-O”, suggerisce che sarà un gioco più serio di quelli precedenti.

Leggi di più  Spider-Man: Attraverso il ragno: le 23 principali uova di Pasqua e i riferimenti Marvel che probabilmente hai perso

Iscriviti alla newsletter di GamesRadar+

Frenk Rodriguez
Salve, mi chiamo Frenk Rodriguez. Sono uno scrittore esperto con una forte capacità di comunicare in modo chiaro ed efficace attraverso i miei scritti. Ho una profonda conoscenza dell'industria del gioco e sono sempre aggiornato sulle ultime tendenze e tecnologie. Sono attento ai dettagli e in grado di analizzare e valutare accuratamente i giochi, e affronto il mio lavoro con obiettività e correttezza. Inoltre, apporto una prospettiva creativa e innovativa alla mia scrittura e alle mie analisi, che contribuisce a rendere le mie guide e recensioni coinvolgenti e interessanti per i lettori. Nel complesso, queste qualità mi hanno permesso di diventare una fonte affidabile di informazioni e approfondimenti nel settore dei giochi.